Home Curiosita Come usare il climatizzatore con il gatto: metodo e consigli utili

Come usare il climatizzatore con il gatto: metodo e consigli utili

Come usare il climatizzatore con il gatto evitando problematiche fastidiose? Esiste un metodo da seguire, con dei semplici accorgimenti, per rinfrescare micio. Scopriamo di quali si tratta.

Come usare il climatizzatore con il gatto
(Foto Unsplash)

Con l’arrivo dell’estate e delle temperature elevate, anche il nostro felino domestico ha bisogno di rinfrescare e di rifugiarsi nei luoghi più freschi in casa, dove poter riposare tranquillo. Gli strumenti che solitamente usiamo sono rischiosi per noi e, per certi versi, anche per lui. Ma basta utilizzarli nel modo giusto. Vediamo, allora, come usare il climatizzatore con il gatto.

Come usare il climatizzatore con il gatto

Si tratta di uno strumento indispensabile, in alcuni casi, per noi umani. Nel luogo di lavoro o in casa, ci sono giorni in cui il climatizzatore è di grande aiuto per arrivare a sera. Anche il micio può trarne benefici, ma soltanto seguendo delle regole. Approfondiamo nell’articolo.

Il micio e il calore estivo
(Foto Pexels)

É arrivata un’altra estate e, con lei, non soltanto le vacanze e la spensieratezza ma anche la sensazione faticosa di dover resistere ad un caldo intenso ogni giorno.

Così come può essere difficile per noi esseri umani, anche i cari compagni domestici soffrono il caldo in modo particolare, nonostante spesso non lo notiamo.

Il felino rientra nella categoria degli animali sofferenti di certe temperature alte, sempre alla ricerca di posticini all’ombra, dove rinfrescarsi e abbandonarsi al sonnellino sereno.

L’ambiente domestico, in estate, può trasformarsi in un vero incubo per il peloso che deve ripararsi dai forti raggi solari e dalle zone più calde.

Allora, si prendono delle precauzioni di cui facciamo uso in molti, come ventilatori e climatizzatori. L’aria condizionata può essere una soluzione per molti, ma può fare male al nostro micio?

In realtà, se usato con il metodo e le attenzioni necessarie, il climatizzatore non nuoce alla salute del caro felino. Leggiamo meglio, più avanti, come usare il climatizzatore con il gatto.

Temperature giuste e ambiente adeguato

Come abbiamo già detto, l’aria condizionata non può creare un danno alla salute delicata del felino, a meno che non la si usi male. Infatti, è tutta una questione di temperature adeguate.

Occorre dire, innanzitutto, che i gatti riescono comunque a gestire meglio il troppo caldo, ma non l’umidità. Infatti, quando c’è troppa umidità, il micio non riesce a regolare la sua temperatura corporea.

In base a dove si sceglie di posizionare il climatizzatore in casa, sarà il gatto stesso a decidere dove muoversi e fermarsi. Micio non sopporta molto il contatto diretto con l’aria condizionata.

Nel caso in cui la stanza con il climatizzatore sia troppo fredda, basterà abbassare un po’ la temperatura.

Inoltre, si deve tenere conto di alcuni fattori importanti per il benessere del felino:

  • Salute: il condizionatore va evitato nel caso in cui il micio soffra di un problema di salute, poiché avrebbe bisogno di temperature più alte. Per ogni consiglio, consultarsi con il veterinario di fiducia.
  • Età: bisogna sapere che i felini giovani e quelli adulti necessitano delle temperature elevate.
  • Taglia: mentre i gatti di stazza grande e sofferenti di obesità necessitano di temperature basse, quelli di stazza piccola hanno bisogno delle temperature più alte.

C’è una temperatura idonea da conoscere con un micio in casa. Quella indicata deve essere compresa tra i 25 e i 27 gradi Celsius.

Potrebbe interessarti anche: Come passeggiare con il gatto in estate: tutto ciò a cui fare attenzione

Il felino e l’aria condizionata: consigli utili

In alternativa al climatizzatore, esistono altri metodi intelligenti per assicurare zone fresche e piacevoli al peloso domestico durante l’estate calda. Vediamo, insieme, di quali si tratta.

Pelosetto riposa al fresco
(Foto Pixabay)

Se non si possiede un climatizzatore in casa, non c’è di che allarmarsi per il benessere del gatto. Si può tenere micio al fresco anche con altri metodi più naturali.

Efficace è il metodo di creare strategiche zone d’ombra all’interno della casa. Anche un piccolo posticino può salvarlo dal calore intenso.

Non dimentichiamo l’efficacia dei cubetti di ghiaccio.

Oltre a fornire molta acqua fresca al peloso, ogni giorno, si potrà aggiungere alla sua ciotola un solo cubetto di ghiaccio, per evitare che si riscaldi troppo velocemente.

Altra strategia molto economica da usare in casa, è quella di far circolare bene l’aria nelle stanze. Aprire porte e finestre, creando corrente, aiuterà micio a sentirsi bene nelle ore calde.

Ricordiamo che, così come vale per gli amici cani, anche per il gatto è meglio svolgere alcune attività lontano dalle ore più calde del giorno. Meglio attendere il tramonto e le ore serali per divertirsi insieme all’amato peloso, senza mai soffrire il caldo!