Home Cani Curiosità sul Volpino di Pomerania: tutti i segreti del cane dal pelo...

Curiosità sul Volpino di Pomerania: tutti i segreti del cane dal pelo lungo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:51
CONDIVIDI

Credete di sapere tutto, ma proprio tutto su di lui? Eppure è un cane che può nasconderci diverse soprese: tutte le curiosità e i segreti sul Volpino di Pomerania.

Curiosità sul Volpino di Pomerania
(Foto AdobeStock)

Chi lo vede di certo resta affascinato dalla sua imponente massa di pelo lungo che gli circonda il viso e anche dalla sua allegria, ma in realtà il Volpino di Pomerania ha tanti segreti che, nel corso della storia, hanno fatto di lui uno dei cani più scelti dalle famiglie di ogni epoca (anche di rango elevato, come vedremo!). Insomma vivere con questo cane è una continua avventura: non ci credete? Ecco tutte le curiosità sul Volpino di Pomerania.

Un cane alla corte inglese (e non solo)

Pomerania
(Foto Pixabay)

Prima della nostra ‘umile’ casa, questo cane ha vissuto nell’alta società, poiché anche i nobili, e in particolare i reali, sono rimasti da sempre affascinati dal suo aspetto nobile e dalla sua personalità attiva e dinamica. Pare infatti che la razza, nata in Pomerania (da cui prende il nome), che corrisponde all’attuale Polonia sia la più antica di tutta l’Europa centrale.

Non è un caso se dunque la sua fama sia arrivata anche ai reali di Inghilterra nella seconda parte del XIX secolo: la regina Vittoria si innamorò del suo pelo e di quella sua aria giocherellona, tanto da voler curare un intero allevamento di questa razza. Naturalmente il suo ‘esempio’ è stato seguito da diverse famiglie nobiliari dell’epoca, che ne vollero subito uno in casa con loro, ma anche da artisti di fama mondiale. Si dice infatti che Mozart, Michelangelo, Giuseppina di Francia, Maria Antonietta, Emile Zola e anche un altro esponente reale inglese, re Giorgio III, abbiano ceduto al fascino di possederne uno.

Pensate che dopo aver conquistato i posti più ‘alti’ in società, la fama del Volpino di Pomerania fosse ormai solida e affermata? A quanto parre non è stato così: pare che solo pochi anni dopo, nel 1965, di questa razza restassero solo 5 esemplari nel LOI (libro delle origini italiane). Per nostra fortuna poi la riproduzione di questi soggetti ha fatto sì che la razza non sparisse del tutto.

Curiosità sul Volpino di Pomerania: non fatevi ingannare dal suo aspetto

Credete si tratti di un cane debole e indifeso? Non fatevi ingannare dal suo tenero musetto! in realtà si tratta di un cane molto forte e coraggioso (lo abbiamo vista ‘rinascere’ dopo che nel 1965 la sua razza era data per ‘spacciata’). Infatti, sebbene sia un ottimo cane di compagnia e un compagno perfetto per adulti, bambini ma anche anziani, questo cane è molto forte ed è anche molto coraggioso. Pensate che in passato pare accompagnasse i carrettieri nei loro lunghi viaggi e li proteggesse da eventuali malintenzionati lungo il percorso. Inoltre era anche un ottimo guardiano quando il carro veniva lasciato incustodito, e si è dimostrato un ottimo ‘pastore’ per le pecore, allertando l’umano in caso di pericolo.

Ad oggi esistono ben 5 categorie di Volpino di Pomerania: gigante, grande, medio, piccolo e nano. La lunghezza del Volpino grande, detto Keeshond, raggiunge i 40 cm per un peso fino a 20 kg. Nella varietà nana invece solitamente non supera i 22 cm, e il peso non va oltre i 3-5 kg. Ha un pelo di lunghezza media ma molto folto, tanto da incorniciargli il muso da cui spuntano due orecchie piccole. Ha una coda media e un manto morbidissimo, dai colori più vari: dal bianco all’arancione, dal marrone al grigio al crema. Solitamente è monocolore, ma in alcuni esemplari i colori del manto possono anche essere due. La sua aspettativa di vita si aggira in media intorno ai 12-16 anni.

Perché è un cane ma si chiama ‘Volpino’?

In effetti noi sappiamo che i cani sono i diretti discendenti dei lupi, ma non delle volpi. Eppure a quanto pare il nostro cane in questione si è guadagnato questo appellativo grazie all’aspetto del suo musetto simpatico. Guardandolo bene, non ci sembra di trovarci di fronte a una volpe selvatica? A quanto pare, per molti è stato così, motivo per cui il suo nomignolo è arrivato ad essere proprio il suo nome.

In realtà è noto anche come Spitz tedesco, data la sua nascita nei territori germanici. Ma da alcuni reperti ritrovati pare sia stata proprio la regina Vittoria a voler rendere questa razza già piccola ancora più ‘toy’: da qui l’incrocio con il Volpino italiano, che ha dato allo Spitz le caratteristiche odierne.

Curiosità sul Volpino di Pomerania: pregi e ‘difetti’

Curiosità sul Volpino di Pomerania
(Foto Pixabay)

Ne abbiamo finora decantato le lodi, ma anche questo tenero cagnolino nasconde qualche piccolo ‘difetto’, che in realtà è più un rischio per la sua salute. Dirne male è davvero difficile poiché si tratta di un esemplare estremamente socievole e allegro, che ama stare in compagnia e non sopporta la solitudine. Ha bisogno di cure ma non è il tipo di cane che devi rincorrere a meno che non si tratti di giocare con i piccoli umani di casa, motivo per cui è adatto sia ad anziani che a bambini, ma anche altri animali domestici che già vivevano in casa prima del suo arrivo. Inoltre si tratta di un cane molto intelligente e ricettivo, quindi non sarà difficile impartirgli i comandi perché li recepirà presto.

Ma allora che difetti ha un Volpino di Pomerania? Ama stare in compagnia e riesce a convivere sia con gli umani sia con i suoi simili, ma pare sia molto geloso dei suoi oggetti e dei suoi giochi. E’ vero che può essere un perfetto compagno di giochi, ma è altrettanto vero che necessita di essere prima addestrato, per evitare che possa farsi male e fare del male.

In realtà non ha veri e propri difetti, poiché si tratta solo di caratteristiche a cui prestare maggiore attenzione: in primis il pelo lungo e folto, da spazzolare tutti i giorni e lavare con uno shampoo a secco; poi le unghie che crescono molto velocemente e possono creare problemi di postura e ferirgli le zampe.

Qualche ultimo consiglio su questa razza: alimentazione, nomi e costi

Volpino di Pomerania
(Foto Pixabay)

Oltre a tutte le malattie del Volpino di Pomerania, un’altra cosa a cui prestare molta attenzione è la sua dieta: infatti il rischio che questo cane possa ingrassare e soffrire di obesità è molto elevato. Per sapere qual è l’alimentazione per il Volpino di Pomerania possiamo anche chiedere consiglio al nostro veterinario di fiducia. Non dimentichiamo mai di fargli fare un po’ di moto e attività fisica, non solo per fargli scaricare le energie (e ne ha davvero tante) ma anche per tenerlo in forma. Ovviamente preferiamo le coccole agli snack come rinforzo positivo: essendo un cane particolarmente intelligente, potrebbe furbamente approfittarsene!

Vuoi sapere quali sono i nomi più adatti al Volpino di Pomerania? Premesso che la scelta è molto vasta e non necessariamente deve limitarsi a poche opzioni, i nomi che solitamente sono diffusi per cani di questa razza sono: Pako o Lucky per i maschi e Chanel e Tiffany per gli esemplari femmine.

Per chi volesse adottarne uno si consiglia di prendere un esemplare dal canile, ma in caso di acquisto pare che il prezzo di partenza si aggiri intorno ai 450 e i 500 euro. Attenzione sempre a preferire un allevamento sicuro, che sia in grado di fornirvi un certificato di salute e che attesti il rispetto del calendario delle vaccinazioni dei cani.

Francesca Ciardiello