La vaniglia deriva sul serio dall’ano del castoro? Facciamo chiarezza

Foto dell'autore

By Irene Forte

Curiosita

Ma è vero che la vaniglia proviene proprio dall’ano del castoro? Sono in tanti a chiederselo ed è giunto il momento di chiarire la situazione.  

Castoro
Castoro – Fonte: Pixabay

La vaniglia di castoro è un’aroma naturale, adoperata in molti prodotti alimentari e anche cosmetici. Tuttavia, l’origine di quest’aroma continua a sorprendere molti: proviene dalle ghiandole anali del castoro.

Il primo utilizzo di questa sostanza risale per la prima volta secoli fa, per mano dei nativi americani, che lo usavano non solo per scopi medicinali ma anche per profumare la pelle.

Successivamente, persino l’industria alimentare ha iniziato ad utilizzarla come aroma per dolci e prodotti da forno. La vaniglia di castoro è un ingrediente molto apprezzato per la qualità e il suo sapore, ma la sua origine naturale potrebbe far storcere il naso a molti.

Come viene prodotta la vaniglia di castoro?

Il castoro produce una sostanza oleosa che viene denominata castoreum, nelle sue ghiandole anali, utilizzata per marcare il territorio e come meccanismo di difesa.

Potrebbe interessarti anche: Il test visivo dei castori trova l’intruso in soli 5 secondi

Questa sostanza viene solitamente raccolta durante la stagione della riproduzione, quando il castoro ha la ghiandola anale gonfia di secrezioni. La raccolta avviene normalmente durante la cattura del castoro per la pelliccia, ma può anche essere effettuata attraverso un’operazione chirurgica che preleva la ghiandola dal castoro ancora vivo.

Vaniglia
Vaniglia – Fonte: Pinterest

Una volta che è stata raccolta, la sostanza viene essiccata e purificata, poi frequentemente utilizzata come aroma in molti prodotti. Tuttavia, la vaniglia di castoro, col passare del tempo, è diventata sempre più rara a causa della capacità della popolazione di castori, che sono stati cacciati per via della loro pelliccia pregiata.

Per giunta, bisogna aggiungere che la raccolta della sostanza è diventata sempre più costosa, poiché richiede la cattura o la chirurgia del castoro, che può essere non soltanto difficile ma anche molto pericolosa.

Potrebbe interessarti anche: Strano animale di forma sferica immortalato in Canada: la foto fa il giro del mondo

Tante sono le preoccupazioni per la sicurezza della vaniglia di castoro, poiché la sostanza può contenere batteri patogeni e parassiti. Tuttavia, l’industria alimentare e cosmetica ha svolto molte ricerche sulla sicurezza e sull’efficacia dell’aroma di vaniglia di castoro, e la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che sia assolutamente sicuro da utilizzare nei prodotti.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Irene Forte

Gestione cookie