Home Curiosita Massaggio per cani: come imparare a far felice il proprio Fido

Massaggio per cani: come imparare a far felice il proprio Fido

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:53
CONDIVIDI

Nella categoria “dog massage” non rientra un solo tipo di massaggio per cani: esistono molte tecniche da poter imparare e praticare, per dare gioia al nostro amico a quattro zampe. 

donna stretta al suo cane
il massaggio per cani è un modo per stringere il legame con il nostro Fido (Foto Pexels)

Non esiste niente di meglio al mondo, per un cane, che essere coccolato, soprattutto dai membri della sua famiglia umana. Il contatto fisico è una cosa che, in realtà, quasi tutti gli animali cercano, poiché, in primo luogo, è il modo in cui essi comunicano con il resto del mondo. Per questo motivo, spesso, li vediamo avvicinare il loro muso o la loro schiena alla nostra mano; oppure, se hanno davvero molta fiducia in noi, ci mostrano l’addome, affinché noi glielo grattiamo. Tutti questi comportamenti sono manifestazioni di un bisogno istintivo.

Addirittura, alcuni animali hanno talmente tanta voglia di carezze da permettere a chiunque di avvicinarsi. Le carezze hanno, infatti, la capacità di liberare serotonina (l’ormone della felicità) nell’organismo del nostro animale. Un po’ la stessa conseguenza degli abbracci tra esseri umani.

Non tanto di recente, alcune persone specializzate in cura del corpo hanno cominciato a praticare massaggi, oltre che alle persone, anche agli animali domestici. Il massaggio per cani è a tutti gli effetti una branca, ormai molto popolare, della massoterapia. In questa categoria, però, rientrano tanti tipi e tecniche di massaggio (da quello rilassante a quello terapeutico).

Generalmente non è difficile imparare a praticare un massaggio per cani semplice, soprattutto se l’obiettivo è ilo rilassamento. Se, però, il nostro cucciolo soffre di particolari problemi di salute o il massaggio di cui ha bisogno (sportivo, curativo, e simili) richiede delle conoscenze professionali specifiche, allora sarà il caso di prenotare delle sedute in dei centri veterinari che offrono anche questo tipo di servizio.

La ricetta della felicità: 5 buoni motivi per cui va praticato il massaggio per cani

bambina accarezza cane
massaggiare il nostro cane è una cosa che fa stare bene anche noi (Foto Pexels)

Praticare un massaggio al proprio cane rappresenta sia una sana abitudine, dal momento che la fregagione di certi punti ha molti effetti benefici sulla salute dell’animale, sia un’ottima opportunità per migliorare sensibilmente il rapporto che abbiamo con lui. Ma più in particolare, possiamo individuare cinque buoni motivi per cui vale la pena imparare a fare un massaggio per cani.

I massaggi migliorano la circolazione

Stimolare le parti del corpo, premendo sulla pelle, sotto la quale passano nervi e vasi sanguigni, aiuta a migliorare la circolazione. Una buona circolazione allunga di molto la vita. Di conseguenza, potremmo dire che sì, i massaggi possono far vivere il nostro cane più a lungo.

I massaggi riducono lo stress

La massoterapia, insieme all’esercizio fisico costante, permette ai muscoli di sciogliersi e ai nervi di distendersi: in pratica, le due cose, combinate assieme, sono un efficace rimedio contro lo stress che spesso affligge i cani.

I massaggi aiutano a conoscere meglio il corpo del nostro cane

Massaggiare il nostro cane ci permette di toccare parti del corpo che spesso, pure a causa del folto pelo, sono nascosti alla vista. Certe malattie e alcuni problemi di salute si possono scoprire soltanto così: esaminando accuratamente la sua pelle. Quindi, il massaggio può rappresentare un aiuto pratico per prevenire l’insorgere di gravi malesseri.

I massaggi fanno innamorare

Si chiama “Ossitocina” ed è l’ormone dell’amore. Si sa da tempo che questo ormone influisce nella fase di innamoramento tra esseri umani, ma si è scoperto di recente che anche gli animali lo posseggono. Il massaggio libera ha l’effetto di liberare questo ormone nel suo corpo.

I massaggi rafforzano i legami

I cani sono animali generosi per natura. Ogni volta, poi, che ricevono affetto e attenzioni, tendono a ricambiare con tanta gratitudine. Mai perdere l’occasione di fare loro del bene, perché verremo ricambiati il doppio.

Massaggio per cani fai da te: sette importantissimi passaggi per farlo bene

donna bacino cane
più lo coccoliamo più il nostro cane si innamorerà di noi (Foto Pexels)

Come abbiamo già detto, imparare a fare un massaggio per cani semplice, quindi non a scopo terapeutico, non è poi così complicato. Per massaggi di un certo tipo, curativi o sportivi, bisogna sempre rivolgersi a uno specialista pet massager, oppure seguire uno dei molti corsi di Pet Massage Therapy che si possono trovare su internet: ci si iscrive tramite i siti di studi veterinari, centri di medicina olistica o associazioni no profit che si occupano di cure per gli animali.

In ogni caso, più o meno tutti i generi di massaggio deve seguire sette principi base.

Prima di tutto, mettiamoci comodi

Convincere il nostro cane a restare immobile, sdraiato e rilassato per un certo periodo di tempo non è proprio facilissimo. Perché si crei la situazione adatta al massaggio, dobbiamo quindi introdurlo in un ambiente confortevole, che lo faccia sentire a suo agio. Questo è senza dubbio il primo passaggio.

Iniziamo dalla testa

Si tratta di una delle zone più sensibili, su cui Fido ama ricevere anche carezze e grattatine: in particolare in cima alla nuca, alla base e dietro alle orecchie. Massaggiare questa parte giova al funzionamento del sistema nervoso e allevia i problemi di stomaco.

Andiamo dove lui non riesce ad arrivare

C’è una zona, lungo la schiena, in mezzo alle costole, dove Fido con il muso e con le zampe non riesce proprio ad arrivare: è bene soffermarci lì, per fare leggera pressione, prima con i palmi e poi anche con i polpastrelli. Gradiranno moltissimo specialmente i cani che soffrono di iperattività.

Seguiamo una traiettoria precisa

Eseguire un massaggio come si deve vuol dire seguire una linea retta e passarci sopra, lentamente e con pazienza. La premura e saltare da una zona all’altra non produrranno benefici, anzi faranno innervosire Fido. Necessario è seguire un ordine ben preciso: testa, collo, schiena (fino alla coda, se se la fa toccare), torace, pancia e zampe.

Non bisogna essere bruschi

Mai interrompere all’improvviso il momento del massaggio, perché provocheremmo agitazione e insoddisfazione. Quindi, prima di iniziare, assicuriamoci di avere tutto il tempo che serve e carichiamoci di pazienza.

Rispettiamo i desideri del cane

Se Fido non vuole il massaggio, è inutile costringerlo. Pure se questo gli servisse come trattamento per qualche particolare malessere, obbligarlo a subire il massaggio causerebbe disagio, ansia e stress. Non servirebbe a niente. Per questo motivo è importante imparare a leggere il suo linguaggio del corpo e i segnali che ci manda, per comunicare con noi.

Rilassiamoci insieme a lui

Uno dei più bei requisiti che i cani possiedono è l’empatia: loro sentono quello che sentiamo noi e ci comprendono, sono “sincronizzati” con il nostro umore. Questo significa che per far stare bene il nostro cane, durante il massaggio, prima di tutto dobbiamo stare bene noi. Lui percepirà il nostro stato d’animo, che se positivo lo metterà subito a suo agio.

Potrebbero interessarti anche i seguenti argomenti:

 

S.S.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI