Home Curiosita Occhi animali infallibili: rapaci, felini e… un gamberetto

Occhi animali infallibili: rapaci, felini e… un gamberetto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:20
CONDIVIDI

Quali sono gli occhi animali più sviluppati? E cosa vedono in più rispetto all’uomo? Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulle capacità visive di questi animali.

Occhi animali infallibili: l'aquila
Occhi animali infallibili: l’aquila (Foto Pixabay)

Forse lo avete sentito più volte: le capacità visive degli uccelli (in particolare dei rapaci) e dei felini sono straordinarie, quasi infallibili. Ma vi siete mai chiesti perché questi animali riescono a vedere cose che sfuggono a noi umani? E soprattutto perché riescono a vedere così bene? Vediamo insieme i motivi e scopriamo una new entry in questa speciale classifica: il gamberetto Gonodactylus smithii.

Potrebbe interessarti anche: Come capire se il gatto non ci vede bene: i consigli degli esperti

Perché gli occhi di questi animali sono più sviluppati

Come capire se il gatto non ci vede bene (Foto Adobe Stock)
Al gatto non servono occhiali (Foto Adobe Stock)

Uccelli (in particolare i rapaci) – Tra gli animali sono quelli con la vista più sviluppata; riescono a vedere fino a otto volte più dell’uomo, vedono una maggiore varietà di colore (ciò che a noi appare grigio, gli ultravioletti), mettono a fuoco contemporaneamente zone vicine e lontane. Perché riescono a vedere così? Innanzitutto hanno occhi enormi rispetto alla testa inoltre i rapaci notturni hanno occhi immobili (ma girano la testa all’indietro quasi completamente) e altamente sensibili alla luce anche molto debole (quindi vedono benissimo anche al buio). Quelli attivi di giorno (come falchi e aquile) invece hanno occhi che funzionano indipendentemente uno dall’altro permettendo di catturare minimi movimenti e tenere sotto controllo tutto il campo visivo.

Felini – Chi possiede o ha avuto un gatto conosce le sue capacità visive. I felini hanno una visione limitata dei colori che percepiscono con meno intensità, ma il tapetum lucidum (un tessuto posto dietro alla retina) fa da specchio naturale e riflette la luce dispersa verso l’occhio.

Il Gonodactylus smithii – In questa speciale classifica c’è anche un gamberetto. Sì, avete letto bene, un gamberetto. Ricercatori dell’Università del Queensland, in Australia, hanno scoperto che questo piccolo animale dei fondali caldi della Nuova Caledonia (territorio francese nel sud del Pacifico che comprende una dozzina di isole) è in grado di distinguere sei diversi tipi di polarizzazione della luce, quattro lineari e due circolari. Nessun altro animale è capace di farlo e nemmeno l’uomo.

S.C.