Home Curiosita Le piante che faranno la gioia del nostro gatto, in casa e...

Le piante che faranno la gioia del nostro gatto, in casa e non solo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:19
CONDIVIDI

Il nostro gatto amerà alcune delle piante in casa o in giardino, e non ne sopporterà altre. Scopriamo le piante che fanno felice il gatto.

gatto piante
Non solo erba gatta: le piante che fanno felice il nostro gatto. (Foto Pixabay)

I gatti sono animali molto curiosi, e se abbiamo un giardino o dei vasi nel nostro balcone, di certo il nostro micio andrà a curiosare per scoprire cosa c’è di interessante. Ma se alcune piante possono non piacere al nostro gatto (magari per l’odore), altre lo rendono davvero felice. E allora, quali piante possiamo piantare per rendere felice il nostro micio?

Potrebbe interessarti anche: Piante velenose per il gatto: quali sono e come riconoscerle

Erba gatta: la pianta per eccellenza

Spazio esterno per il gatto
L’erba gatta è la più famosa tra le piante amate dai gatti. (Foto AdobeStock)

L’erba gatta (dal nome scientifico di Nepeta cataria), viene chiamata così perché è una pianta molto amata da ogni micio. Ma scopriamo perché.

I gatti sono apparentemente attratti da questa erba, e se possono raggiungerla non sanno resistere alla tentazione di avvicinarsi ad essa quando possibile.

L’erba gatta in realtà non è solo ottima per i nostri gatti, ma viene usata anche nella medicina tradizionale, e come repellente per insetti (zanzare, ad esempio).

Il comportamento di un gatto a contatto con l’erba gatta è molto particolare: miagolio continuo, lo strofinarsi nell’erba, e magari mangiarne anche un po’.

In realtà, si è scoperto che il motivo reale di questo comportamento è una sostanza contenuta nell’erba gatta, il nepetalattone. Il suo principio attivo agisce sui gatti come fanno i feromoni.

L’erba gatta può in effetti migliorare l’umore dei nostri gatti. Anche se il suo effetto dura al massimo per 15 minuti, può causare calma, ma anche maggiore affettuosità o vivacità, a seconda del micio.

Alcuni gatti invece, possono diventare aggressivi. Questo succede più spesso nei maschi. In questi casi, meglio evitare che si possano avvicinare alla pianta di erba gatta.

A parte questo, non ci sono controindicazioni. L’erba gatta non è tossica, non causa dipendenza, ma è sempre meglio sorvegliare il gatto mentre ne viene a contatto.

E proprio perché è molto amata dai gatti, sia per il suo profumo, che per gli effetti che ha su di loro, l’erba gatta può essere utilizzata in molti modi.

Ad esempio, può aiutare il micio che deve abituarsi ad una novità (una nuova casa, nuovi oggetti, nuove persone, ecc), o può essere usata anche come premio per il rinforzo positivo.

Potrebbe interessarti anche: Perché il gatto rompe le piante e come evitarlo

Le altre piante che fanno felici il gatto

Aloe vera sul gatto
Quali piante possono piacere al nostro gatto? (Foto AdobeStock)

Questo amore dei gatti per le piante è famoso fin dall’antichità, da quando i mici sono stati addomesticati dall’uomo. E dovrebbe anche stupirci, in realtà.

In fondo, il gatto è un cacciatore ed un carnivoro. Perché dovrebbe interessarsi di piante, allora? In realtà non è solo l’erba gatta ad interessare il nostro micio.

Con alcune specie vegetali, i nostri gatti diventano davvero euforici. Scopriamo quali sono, e quali possiamo inserire nel nostro giardino o in casa.

  • Menta e basilico: sono piante della stessa famiglia dell’erba gatta, molto stimolanti per il nostro gatto. Possono avere lo stesso effetto della loro “cugina”, eccitando il micio.
  • Ulivo: questa pianta è un vero e proprio narcotizzante per i gatti. La sostanza che viene rilasciata dall’ulivo, la oleuropeina, ha un effetto calmante e altera il comportamento del micio.
  • Valeriana: un gatto che ingerisce, o solo annusa, la valeriana, sarà in un primo momento molto eccitato, per poi rilassarsi.
  • Timo: il timo è un tranquillizzante per i gatti, che sono attratti dal suo profumo;
  • Maro (Teucrium marum): una pianta particolare, che nasce spontanea in alcune zone del nostro paese (Sardegna, Liguria, pianura padano-veneta) e in Corsica, dall’effetto eccitante sul micio.
  • Matatabi: una pianta di origini giapponese. A differenza delle altre piante, il gatto che annusa il matatabi sarà così calmo e rilassato da sembrare in estasi, e magari ne mangerà anche le foglie.
  • Caprifoglio: le bacche di questa pianta sono velenose, quindi non dovremmo tenere questa pianta in casa. Il suo profumo però è molto amato dai gatti, quindi potremmo acquistare un olio o un’essenza profumata al caprifoglio per rilassare il nostro micio in casi di stress.

F. B.