Home Curiosita Salviette per gatti fai da te: come creare questi oggetti per la...

Salviette per gatti fai da te: come creare questi oggetti per la sua toelettatura

Per l’ambiente o per la spesa, vuoi fabbricare delle salviette per gatti fai da te? Tutto il procedimento passo per passo.

Salviette per gatti fai da te
(Foto Pixabay)

Non sempre è il caso di lavare i nostri amici a quattro zampe, ma ciò non significa che dobbiamo lasciarli sporchi o aspettare che il pelo emani un odore diverso dal solito per agire. Se dunque non è il caso di utilizzare acqua e prodotti per la sua igiene, si possono usare anche delle salviette umidificate per gatti. E allora perché non crearle a casa con un metodo fai da te? Tutto quello che c’è da sapere su questo procedimento.

Salviette per gatti fai da te: occorrente

Che sia per una scelta ambientale o per non gravare sul bilancio familiare o semplicemente perché non ci fidiamo delle componenti chimiche che possono contenere, fatto sta che possiamo creare delle pratiche salviette umidificate per l’igiene dei nostri amici animali, da portare con noi per ogni occorrenza e per giunta biodegradabili, così da smaltirle più facilmente. Ecco cosa serve:

sapone
(Foto Pixabay)
  • fogli di carta biodegradabile,
  • 1 litro di acqua,
  • olio vegetale profumato,
  • polvere di sapone biologico (ma anche a scaglie o grattugiato),
  • contenitore con coperchio in plastica,
  • pentolino,
  • coltello.

Salviette umide per gatti fai da te: procedimento

Nel pentolino versiamo l’acqua e mettiamola a scaldare sul fuoco. Aggiungiamo all’acqua un cucchiaio di polvere di sapone, e lasciamolo sciogliere (se il sapone è a scaglie o grattugiato ci vorrà qualche minuto in più per farlo sciogliere). Possiamo aggiungere al composto anche due cucchiai di olio essenziale vegetale (la profumazione possiamo sceglierla noi, ma l’importante è che sia naturale e tra i profumi adatti ai nostri gatti).

Carta assorbente
(Foto Pixabay)

Posizioniamo i fogli dio carta assorbente all’interno del contenitore di plastica, sul cui coperchio avremo praticato due piccoli tagli a forma di croce, che serviranno a tirare fuori le nostre salviette più facilmente.

Quando l’acqua sarà molto calda e il sapone si è completamente sciolto, versiamola all’interno del contenitore e aspettiamo che tutta la carta lo assorba e si sparga per tutta la superficie.

Una volta bagnata, mettiamo la punta del primo foglio nei tagli a croce sul coperchio e tiriamo. Facciamo attenzione a chiudere per bene il contenitore, per evitare che le nostre salviette possano seccarsi.

Potrebbe interessarti anche: Ecco come prendersi cura dell’igiene del gatto in 11 semplici mosse

A cosa servono le salviette per gatti fai da te

Servono davvero anche per un animale così attento alla sua igiene personale come il gatto? Ebbene sì, perché al ritorno da una passeggiata all’esterno o in qualsiasi altra occasione dove è facile sporcarsi, il nostro Micio potrebbe non farcela da solo a pulirsi per bene, soprattutto in alcune zone difficili da raggiungere con la lingua.

Potrebbe interessarti anche: Scopri gli accessori per l’;auto-toelettatura del gatto: igiene e benessere

Possiamo portare le nostre salviette sempre con noi, magari in borsa, se il contenitore è abbastanza pratico. L’importante è non lasciar seccare i fogli di carta, chiudendo ermeticamente il contenitore di plastica.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.