Home Curiosita Come prevenire la malattie nelle tartarughe d’acqua

Come prevenire la malattie nelle tartarughe d’acqua

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:39
CONDIVIDI

Per prevenire le malattie nelle tartarughe d’acqua sono necessari piccoli accorgimenti. Dalla pulizia all’alimentazione si possono proteggere le tartarughine

tartarughe acqua
Le tartarughe d’acqua e le malattie (foto pixabay)

Quanti hanno o vorrebbero avere le tartarughine in casa? Questi simpatici animaletti sono degli ottimi animali domestici, amati da grandi e soprattutto piccini. Per evitare le malattie nelle tartarughe d’acqua sono necessari pochi accorgimenti.

Molta attenzione, ad esempio, va fatta alla perfetta pulizia degli occhi. E’ necessario controllare che non vi sia alcuna traccia di crosticine, infezioni, pus o muco. Se gli occhi delle nostre tartarughine sono infossati, questo significa che c’è qualcosa che non va.

Le palpebre non devono presentare gonfiore e se tumefatte, potrebbe essere presente un’infezione oppure l’animale potrebbe avere carenza di vitamina A. In poche parole, basta fare particolare attenzione per capire subito se i nostri piccoli amici sono in buona salute o meno.

Potrebbe interessarti anche: Come realizzare un recinto per le tartarughe di terra nel tuo giardino 

La pulizia

la pulizia per la tartaruga
La pulizia della tartarughiera (foto pexels)

La pulizia e l’igiene degli ambienti dove vive la tartarughina è fondamentale. Una scarsa igiene, come del resto per tutti, può causare infezioni o malattie. Primo passo da seguire è quindi la pulizia della vaschetta o tartarughiera.

Per poterlo fare basta semplicemente cambiare spesso l’acqua, è consigliabile una volta al giorno, oppure installare una pompa piccolina che attraverso il processo di filtraggio, mantiene l’acqua pulita per diversi giorni. Anche in questo caso si consiglia di cambiare l’acqua due volte a settimana.

Potrebbe interessarti anche: La meraviglia della natura: tartarughe verdi verso le rive australiane -VIDEO

L’alimentazione

l'alimentazione della tartaruga
L’alimentazione per la tartaruga (foto pixabay)

Di pari passo in termine di importanza, insieme alla pulizia, troviamo l’alimentazione. Ciò che le tartarughine mangiano è importante per prevenire possibili malattie e per evitare che cibo sbagliato possa indebolirla.

Non può mai mancare l’assimilazione della vitamina A per evitare l’ipovitaminosi A. Quest’ultima è una patologia molto frequente nelle giovani tartarughine d’acqua e una delle maggiori cause è proprio nell’alimentazione scorretta. Un esempio di alimenti privi di queste vitamine sono i gamberetti essiccati

A conoscenza che l’alimentazione è fondamentale, si può garantire la salute delle tartarughine dando loro da mangiare prodotti mirati. Cosa bisogna tenere a mente?

La Vitamina D3 è importante per le ossa insieme all’esposizione solare delle tartarughe poiché la carenza di calcio può provocare MOM (malattia ossea metabolica); la mancanza di vitamine causa l’ipovitaminosi, l’eccesso di vitamine l’insufficienza renale e l’eccesso di fosforo, riduce l’assorbimento del calcio.

Potrebbe interessarti anche: Ti piacciono i rettili? Cose da sapere se vuoi diventare erpetologista

Le malattie

le malattie delle tartarughe
Le malattie nelle tartarughe d’acqua (foto pixabay)

Tra le malattie nelle tartarughe d’acqua alcune sono date dalla mancanza di vitamine. La più nota è l’alterazione delle superfici dell’apparato respiratorio. Esternamente visibile è l’edema delle palpebre, che si presentano gonfie a tal punto da provocarle la quasi chiusura di queste. Inoltre, non potendo vedere la tartaruga smette anche di mangiare.

Se le tartarughe presentano lo scolo dalle narici potrebbe significare un problema sempre legato all’apparto respiratorio oppure un’infezione alla bocca.

La sua corazza, passato il primo anno di età, deve avere una consistenza solida poiché una cedevole significa che l’animale presenta problemi alimentari (carenza di calcio, eccesso di proteine o carenza di raggi UVB).

Altra cosa alla quale fare attenzione è il distaccamento delle pelle che potrebbe essere causato da infezioni, attacco da parte di insetti o dato dalla ipervitaminosi A.

Isabella Bellitto