Home Curiosita Viaggiare in camper con il gatto: le regole e i consigli utili

Viaggiare in camper con il gatto: le regole e i consigli utili

Viaggiare in camper con il gatto può essere molto stressante sia per noi che per il nostro peloso. Vediamo, allora, quali sono le regole importanti e i consigli migliori per muoversi nella completa tranquillità.

Viaggiare in camper con il gatto
(Foto Pixabay)

Pianificare un bel viaggio con il nostro peloso domestico è una delle cose più emozionanti. Chiunque abbia un gatto desidera condividere con lui qualsiasi cosa, anche l’esperienza del viaggio. Spostarsi in camper, in particolare, è molto apprezzato dai padroni di animali, perché permette loro di muoversi comodi e abbastanza liberi. Micio, si sa, è molto legato alla sua casa e doverla lasciare può essere stressante per lui. Vediamo, quindi, come viaggiare in camper con il gatto, seguendo delle regole semplici e dei consigli pratici.

Viaggiare in camper con il gatto: le regole per evitare errori fatali

Viaggiare in camper con il felino può essere molto comodo. Si tratta, infatti, di uno dei mezzi di trasporto più adatti agli amici a quattro zampe. Non è facile per micio, però, adattarsi a questo mezzo e affrontare un viaggio lontano dalla sua cuccia. Ecco come bisogna comportarsi per preparare micio a spostarsi con noi in tutta calma.

Portare il gatto in camper
(Foto Pexels)

Anche per il gatto arriva sempre il momento di spostarsi dalla sua casa calda e accogliente, per mettersi in viaggio con noi, che sia per un semplice controllo periodico, per un viaggio estivo o per un trasloco. Come gli altri animali domestici, micio non è propenso a lasciare facilmente la sua cuccia e i suoi comfort. Conoscendo bene il felino, si capisce presto che il peloso non ama molto viaggiare.

Muoversi anche solo per un breve tratto in macchina può essere, per micio, grande motivo di stress e nervosismo diventando, di conseguenza, un problema anche per noi. Molto spesso ai padroni di pelosi non va di fare tante storie e preferiscono forzare micio ad entrare nel trasportino per essere portato via con loro. Questo è l’errore fatale che può rovinare il viaggio e pregiudicare il rapporto con l’animale.

É importante che il felino sia tranquillo prima di essere messo in un camper con noi, nonostante la nostra presenza sia sinonimo di sicurezza. Per l’animale stare in movimento continuo senza avere la possibilità di fermarsi e fare ciò che vuole può renderlo molto nervoso e ansioso. Affrontare un viaggio in un camper, però, può tranquillizzarlo ed essere piacevole se organizzato bene. Ecco quali sono le regole per pianificarlo e viaggiare in camper con il gatto.

Una regola importante riguarda le condizioni del camper. Prima di iniziare un viaggio, occorre sistemare bene l’ambiente interno, cercando di adattarlo alle esigenze del proprio peloso, con angolini solo per lui in cui può passare molto tempo e non sentire la stanchezza di un viaggio. Se l’interno del camper piace anche a micio, tutto sarà più facile.

L’organizzazione dell’ambiente implica anche la sistemazione della sua lettiera: l’ideale è posizionarla in bagno e, ogni tanto, si consiglia di fermarsi per portarlo all’aperto. É altrettanto importante che il gatto prenda confidenza con il trasportino. Un trasportino dotato di tettuccio rimovibile o della porticina può essere utilizzato come cuccia, inserendo dentro la sua copertina. Ciò deve essere fatto ancora in casa, prima del giorno di partenza, per farlo abituare a starci dentro del tempo senza sentirsi soffocare.

Altri errori da non fare per un viaggio in camper

Un altro errore molto comune, prima di un viaggio in camper o in auto, è quello di fornire cibo o snack al felino. Non è sbagliato rivolgere attenzioni e premure al proprio animale, ma è sbagliato farlo prima di intraprendere un viaggio.

Se il felino mangia prima di partire, avrà presto bisogno di fare i suoi bisognini. Partire con la pancia piena, poi, può portare il mal d’auto nel gatto. Inoltre, avere lo stomaco pieno in movimento può causare forte nausea e vomito nel gatto.

Far uscire il peloso dal trasportino è un altro errore da evitare. Quando micio è dentro il suo trasportino è in una condizione di sicurezza e ciò vale per tutta la durata del viaggio. Meglio lasciarlo lì e resistere, perché lasciarlo libero di muoversi in ogni modo può essere fonte di distrazione e pericolo per il conducente del camper.

Posizionare dei piccoli giochi adatti al gatto dentro il camper può essere molto utile per tenerlo occupato e fargli passare il tempo in tranquillità, senza opprimere gli altri.

Potrebbe interessarti anche: Come trasportare il gatto nervoso in auto: consigli utili

Trasportare micio nel camper: consigli semplici ed utili

Seguendo le regole che abbiamo elencato sopra, viaggiare in camper con micio non dovrebbe essere un incubo. Si possono seguire altri piccoli consigli sempre utili per creare l’atmosfera di armonia e serenità ideale per affrontare un viaggio non solo in camper ma in qualsiasi mezzo. Leggiamo qui.

Muoversi in camper con il felino
(Foto Pexels)

Per consentire a micio di muoversi con noi in sicurezza e senza creare ansia e stress nel gatto, è importante essere responsabili durante il viaggio: mantenere un’andatura regolare e guidare in modo normale, senza sballottolarlo a destra e sinistra. Attenzione ad assicurare il suo trasportino al sedile con le cinture di sicurezza, possibilmente accanto a noi, in modo da poterlo controllare.

Se il gatto dovesse avere un momento di confusione e nervosismo, possiamo gestire la sua crisi improvvisa tenendolo accanto e confortandolo con carezze, aspettando che torni a calmarsi, per fargli vivere il viaggio sentendosi amato e protetto.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G