Home Gatti Alimentazione Gatti Alimentazione del Turkish Vankedisi: cibo, dosi, frequenza dei pasti

Alimentazione del Turkish Vankedisi: cibo, dosi, frequenza dei pasti

Qual è l’alimentazione perfetta per il Turkish Vankedisi? Scopriamo cosa dargli da mangiare, quante volte al giorno e in che quantità.

alimentazione turkish vankedisi
(Foto Adobe Stock)

Occuparci della dieta del nostro amico a quattro zampe, assicurandoci che sia equilibrata e completa, è essenziale per fare in modo che la sua vita sia lunga e in salute. Ecco tutto quello che c’è da sapere per pianificare un’alimentazione davvero ideale per il Turkish Vankedisi.

Alimentazione del Turkish Vankedisi: quantità e frequenza

Per pianificare nei minimi dettagli l’alimentazione adatta al Turkish Vankedisi, occorre sapere quando e quanto nutrire il quattro zampe.

turkish vankedisi
(Foto Adobe Stock)

In merito alla frequenza dei pasti, l’ideale sarebbe nutrire il pelosetto due volte al gorno, mattino e sera.

In alternativa, è possibile suddividere la razione di pappa quotidiana in piccole porzioni, da somministrare al micio nell’arco della giornata per mantenere stabili i suoi livelli di energia.

Quanto cibo dovrebbe mangiare giornalmente il gatto? Si tratta di una domanda a cui non è facile rispondere: molto dipende dallo stile di vita, dallo stato di salute e dall’età dell’animale.

Per questo, il miglior consiglio è quello di rivolgersi al veterinario, che pianificherà un regime alimentare personalizzato per il pelosetto.

In linea di massima, la quantità di umido andrebbe calcolata moltiplicando ogni kg di peso corporeo dell’animale per 40 grammi.

Per individuare la dose di crocchette, poi, la cifra andrebbe divisa per 3.

Potrebbe interessarti anche: Quanta acqua deve bere il gatto ogni giorno? Quantità e come regolarsi

Cosa dare da mangiare al Turkish Vankedisi

Quali cibi non possono mancare nell’alimentazione perfetta per il Turkish Vankedisi?

turkish vankedisi
(Foto Adobe Stock)

Naturalmente, trattandosi di un carnivoro obbligato, è indispensabile che la dieta del micio sia basata prevalentemente sul consumo di carne e pesce.

Da alimenti come pollo, manzo e salmone, infatti, il gatto assume nutrienti essenziali che il suo organismo non è in grado di produrre da solo, e che assicurano il benessere dei suoi sistemi immunitario e nervoso.

Inoltre, il pelosetto dovrebbe assumere in piccole dosi carboidrati e grassi. Attenzione: è fondamentale non esagerare per evitare l’insorgenza di patologie nel gatto.

Per questo, è fortemente sconsigliato somministrare all’animale cibi pensati per il consumo umano, che potrebbero rivelarsi molto pericolosi per la sua salute.

Se vuoi conoscere l’elenco delle malattie comuni nel Turkish Vankedisi, consulta questo articolo con tutte le informazioni a riguardo.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione casalinga del gatto: vantaggi, svantaggi, tabelle e ricette

Alimentazione casalinga o industriale per il Turkish Vankedisi

Infine, non ci resta che rispondere a un’ultima domanda per individuare la dieta perfetta per il Turkish Vankedisi: è meglio un’alimentazione casalinga o industriale?

turkish vankedisi
(Foto Adobe Stock)

Nel primo caso, saremo noi ad occuparci di tutte le fasi della preparazione del cibo per il micio, dall’acquisto degli ingredienti alla loro cottura.

Questa modalità ha numerosi vantaggi, poiché permette di selezionare con cura le materie prime e le modalità di preparazione dei pasti per il gatto.

Tuttavia, attuarla comporta grande dispendio di tempo ed energie. Non solo: è fondamentale che la pianificazione avvenga con l’aiuto del veterinario.

Infatti, una dieta non accuratamente bilanciata potrebbe causare deficit nutrizionali nell’animale.

L’alimentazione industriale, invece, prevede la somministrazione al quattro zampe di mangimi già pronti, acquistati direttamente nei negozi specializzati.

In questo caso, è essenziale prendere visione degli ingredienti e della tabella nutrizionale posta sul retro della confezione, per assicurarsi delle effettive bontà e qualità del cibo scelto.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.