Home Gatti Alimentazione Gatti Vitamina A per il gatto: perchè è importante e in quali cibi...

Vitamina A per il gatto: perchè è importante e in quali cibi si trova

Il gatto, per il suo benessere, ha bisogno del giusto apporto di vitamina A. Scopriamo perchè è importante e in quali cibi si trova.

gatto vitamina a
(Foto Pixabay)

Avere un micio in casa significa soprattutto stare attenti alla sua alimentazione, che si sa, deve essere sana ed equilibrata.

Assicurarsi che il suo fabbisogno nutrizionale giornaliero sia corretto è fondamentale. Acidi grassi, proteine e vitamine, ad esempio, vanno assimilati nelle giuste quantità per il benessere del gatto.

E proprio perchè una vitamina, anche per la Vitamina A vige la stessa regola. Ma sappiamo perchè è così importante per l’organismo del nostro gatto e in quali cibi possiamo trovarla?

La Vitamina A: cos’è e perchè fa bene al gatto

Forse possiamo definire la Vitamina A tra i più importanti nutrienti essenziali per il benessere di micio, e non solo.

gattino vitamina a
(Foto Pexels)

La Vitamina A, conosciuta anche come retinolo, fa parte di quelle vitamine liposolubili che il corpo trattiene nel fegato, rilasciandole solo quando necessario. Per questo non è indispensabile farle assumere a micio ogni giorno con il cibo.

In natura è presente sia sotto forma di retinolo negli alimenti di origine animale (come fegato e latte), sia sotto forma di carotenoidi negli alimenti di origine vegetale (come pomodori ed albicocche).

La vitamina A assolve numerosi compiti in grado di far funzionare correttamente il corpo del gatto. Ecco perchè monitorare la sua assunzione e il suo assorbimento è fondamentale per il suo benessere.

Le funzioni biologiche più importanti che questa vitamina assolve nel gatto sono:

  • la crescita e il buon funzionamento delle ossa;
  • lo sviluppo dei denti;
  • è fondamentale per la cartilagine e i tessuti;
  • aiuta la vista;
  • supporta il sistema immunitario.

Potrebbe interessarti anche: Vitamina B12 per il gatto

Carenza di Vitamina A nel gatto: patologie

Per il buon funzionamento dell’organismo del nostro gatto la Vitamina A è indispensabile. Una sua carenza potrebbe incidere seriamente sulla salute di micio.

gatto carenza vitamina a
(Foto Pinterest)

Ma come fare a capire che il nostro gatto ha carenza di Vitamina A? Facile. Con dei semplici esami in laboratorio. E se l’esito dovesse risultare positivo, dobbiamo consultare immediatamente il nostro veterinario. Sarà lui ad indicarci le specifiche cure da intraprendere.

Agire tempestivamente quando sappiamo con certezza che il nostro gatto ha carenza di Vitamina A è fondamentale. In quanto i rischi di salute per micio sono moltissimi, ed alcuni anche gravi.

Ma quali sono nel dettaglio le possibili patologie a cui il nostro gatto può andare incontro? La carenza di vitamina A può causare:

  • complicazioni sulla crescita del gatto, con la possibilità che si verifichino fragilità alle ossa, ed addirittura deformazioni;
  • il deterioramento del tessuto epiteliale, intaccando così non solo il tratto respiratorio ma anche quello gastroenterico e urinario, provocando al gatto patologie come la polmonite, l’enterite e la formazione di calcoli;
  • l’infertilità;
  • seri problemi alla vista, specialmente quando la luce è debole, ed addirittura la completa cecità per il gatto;
  • congiuntivite;
  • sordità;
  • convulsioni con difficoltà di coordinamento.

Sono tante, purtroppo, le patologie a cui può andare incontro il nostro gatto per colpa di carenza di Vitamina A. Ed è per questo, che è indispensabile non trascurare mai la sua salute.

Potrebbe interessarti anche: Carenza da vitamine nel gatto

Cibi ricchi di Vitamina A e perchè non abusarne

Come detto precedentemente, la Vitamina A può essere integrata nell’alimentazione del gatto grazie ad alcuni cibi.

gatto vitamina integratore
(Foto Pexels)

Primi tra tutti, con un maggiore apporto di questa preziosa vitamina, sono fegato, oli di fegato di pesce, latte e uova. Ma anche tutte le verdure a foglia verde e le carote.

Ottima anche tutta la frutta arancione, come albicocche e melone, ad esempio. E, ad eccezione fatta per il granoturco che ne contiene ben poca, tutti gli altri cereali sono una buona fonte di vitamina A.

Potrebbe interessarti anche: Errori nell’alimentazione del gatto

Naturalmente, è risaputo che le vitamine restano ben poco sugli alimenti, specialmente se conservati a lungo. E’ per questo che è consigliabile, su indicazione del veterinario, aggiungere le vitamine nel cibo del gatto, “a mò” di integratori. Oppure comprare direttamente scatolette che ne contengono già al loro interno.

Dunque, la vitamina A è fondamentale per micio. Così com’è fondamentale saper equilibrare la sua dieta. Per evitare di trovarci a risolvere il problema opposto. E cioè? Si, esiste anche un problema opposto, chiamato: ipervitaminosi.

L’apporto di vitamine deve essere equilibrato, e non esagerato. Se dovessimo andare incontro a questo fenomeno, sarebbero davvero troppi i fastidiosi disturbi per micio da dover risolvere. Gengivite, perdita di peso, sono solo alcuni dei sintomi a cui può andare incontro il nostro gatto in caso di esubero di vitamina A.

Quindi, bilanciare, sempre. Perchè prevenire è meglio che curare.

Rossana Buccella