Home Gatti Anche il gatto soffre di ansia da separazione

Anche il gatto soffre di ansia da separazione

CONDIVIDI

 

A differenza di quello che si può pensare non solo gli esseri umani e i cani soffrono di ansia da separazione.

Generalmente si pensa che il gatto sia più autonomo, tal volta menefreghista, e che sia più attaccato al luogo in cui vive che al proprio padrone.

Invece non è assolutamente così, infatti in alcuni casi anche i gatti soffrono di questa patologia.

Cause dell’ansia di separazione

I gatti che sono stati abbandonati dalla mamma o dai primi padroni  possono essere più inclini a soffrire di ansia da separazione .

Un altro fattore che potrebbe provocare ansia nel gatto, potrebbe essere lo svezzamento troppo precoce, o addirittura  il modo in cui si è  impostato l’ambiente in cui vive il gatto.

In oltre se il gatto non svolge altre attività e non ha quindi altri modi per svagarsi e costruire la fiducia senza essere attaccato a voi, potrebbe aumentare la possibilità di ansia da separazione.

Il gatto per tutta la sua vita potrebbe non dare mai problemi ma potrebbe bastare un cambiamento nel quotidiano come ad esempio: una vacanza o un divorzio, che potrebbero  innescare l‘ansia da separazione.

Segni di ansia da separazione nei gatti

Quando il padrone  esce, il gatto potrebbe miagolare eccessivamente, potrebbe anche fare i propri bisogni all’esterno della lettiera, potrebbe urinare o defecare sul letto o sugli indumenti del proprietario.

È facile interpretare erroneamente questo comportamento come un dispetto, ma è  un modo per il gattino di auto-calmarsi mescolando il suo profumo con il  vostro.

Altri segni possono includere un’eccessiva autopulizia , mangiare troppo velocemente o non mangiare affatto quando il padrone non è presente.

Trattare l’ansia da separazione

Prima di etichettare il tuo gatto come affetto da ansia da separazione, è importante che venga esaminato dal veterinario. Il comportamento potrebbe avere una causa medica diversa dall’ansia.

Ad esempio, i bisogni  fatti al di fuori della lettiera potrebbero  significare  una patologia del tratto urinario inferiore o ad altre cause mediche.

Un eccessivo miagolare  può essere il risultato di parassiti esterni, allergie cutanee, irritazioni.

Mangiare troppo velocemente o la mancanza di appetito può anche essere causato da altre condizioni mediche.

Vi raccomandiamo quindi di non saltare subito alle conclusioni autonomamente, ma di effettuare una visita dal vostro veterinario.

Una volta che al vostro gatto viene diagnosticata un’ansia da separazione, le tecniche di modificazione del comportamento possono essere utilizzate per ridurre il suo stress.

Un tira graffi, serve come un posto per dormire, giocare, arrampicarsi, graffiare e se posto vicino a una finestra fornirà un posto in prima fila per osservare uccelli all’esterno.

Premiatelo quando è tranquillo, quando fa qualcosa per intrattenere se stesso. Premiate il comportamento che volete vedere di nuovo e non i vecchi comportamenti indesiderati.

Coinvolgete i gatti in giochi di caccia, per un gatto, essere in grado di agguantare la preda e godere di una cattura di successo è il massimo della gioia e della soddisfazione.

potrebbe interessarti anche—>Cani: ansia da separazione. Come riconoscerla e cosa fare

Non esagerate

Quando uscite per andare a lavoro o per delle commissioni non esagerate con i saluti, il gatto penserà che state andando via per un mese invece di sole 8 ore.

Rendete i vostri addii molto casual, i gatti raccolgono facilmente le emozioni dei loro familiari umani. Se siete arrabbiati, il vostro gatto potrebbe arrabbiarsi.

Se ci sono oggetti particolari che innescano l’ansia come le vostre chiavi, la vostra  borsa, cercate di prenderli più volte al giorno senza poi muovervi di casa in modo  che non siano più oggetto d’ansia.

Lasciate accesa la radio su una stazione soft,  la musica di sottofondo potrebbe  servire come tampone per qualsiasi rumore esterno che potrebbe scatenare l’ansia del micio.

Se è necessario un farmaco

Ci sono alcuni casi in cui il farmaco anti-ansia può anche essere necessario. Il veterinario   vi consiglierà  quello più idoneo in base alle specifiche del caso.

Se viene prescritto un farmaco, DEVE essere usato insieme ad appropriate modifiche comportamentali e non deve essere visto come un sostituto necessario per alleviare l’ansia del gatto.

Se hai notato un cambiamento nel comportamento del tuo gatto o pensi che possa provare ansia da separazione, contatta il tuo veterinario per fare un esame approfondito.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>Quali sono le razze che soffrono più di stati d’ansia e separazione?

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI