Home Gatti Come insegnare al gatto a stare in piedi: i passaggi per far...

Come insegnare al gatto a stare in piedi: i passaggi per far alzare Micio

Vuoi educare il tuo amico peloso ad effettuare qualche trucchetto per divertirvi insieme? Vediamo come insegnare al gatto a stare in piedi.

insegnare al gatto a stare in piedi
(Foto Adobe Stock)

Molto spesso tendiamo ad addestrare i nostri amici a quattro zampe per far sì che si comportino bene in determinate situazioni, o per evitare che Micio possa trovarsi in pericolo.

Tuttavia addestrare il proprio felino, non significa solo questo. Possiamo insegnare ai nostri amici pelosi anche dei trucchi solo per divertirci insieme a loro. In questo articolo vedremo insieme come insegnare al gatto a stare in piedi su due zampe.

Insegnare al gatto a stare in piedi: ecco come fare

Addestrare un felino potrebbe sembrare difficile, ma non lo è, basta semplicemente capire come funziona la formazione per il nostro amico peloso.

come insegnare al gatto a dare il cinque
(Foto Adobe Stock)

Prima di tutto è molto importante sapere che i felini, anche in natura, quando fanno qualcosa lo fanno perché ricevono qualcosa in cambio.

Infatti i gatti selvatici uccidono le prede perché in cambio hanno del cibo. Per i nostri amici pelosi la ricompensa consiste in un trattamento speciale. Quindi se Micio ha qualcosa in cambio tende ad “ascoltarci”.

Se da una parte il cibo è un qualcosa che i nostri amici a quattro zampe ricevono quotidianamente, ricevere delle prelibatezze extra potrebbe essere utile affinché il nostro amato gatto possa ascoltarci.

Per questo motivo per addestrare un felino è opportuno l’utilizzo del rinforzo positivo. Inoltre per far sì che Micio impari un comando o anche un semplice trucco, come per esempio stare in piedi con due zampe, è necessario che il gatto ripeta l’esercizio più volte.

Per questo sono necessarie varie sessioni di addestramento e molta pazienza da parte nostra. Tuttavia è opportuno anche che le sessioni siano brevi per non annoiare il felino.

Potrebbe interessarti anche: Rinforzo positivo nel gatto: cos’è e come usarlo

Come insegnare al gatto a stare su due zampe: i passaggi

Dopo aver capito qual è la formazione migliore per addestrare il proprio felino, è ora di iniziare con l’insegnamento!

insegnare al gatto a girare
(Foto Adobe Stock)

Innanzitutto prepariamo le prelibatezze che utilizzeremo per l’addestramento: esse possono essere sia biscotti presenti in commercio, sia biscotti fatti in casa da noi per il nostro Micio.

Il metodo migliore per insegnare al gatto a stare in piedi sulle gambe posteriori, è basato semplicemente sul rendere il movimento del Micio in modo del tutto naturale.

Quindi facciamo in modo che il gatto si sieda davanti a noi, se il vostro Micio non conosce tale comando, potrebbe esservi utile questo articolo: come insegnare al gatto a sedersi.

Dopodiché prendete il biscottino e ponetelo sulla testa del Micio, dando il comando “alzati” o “stai in piedi”. Per raggiungere il premio, il nostro amico a quattro zampe tenderà ad alzarsi sulle due zampe posteriori.

Nel momento in cui il gatto si alza, lodatelo e premiatelo con il bocconcino. Ripetere l’esercizio 3-4 volte al giorno per alcuni giorni, affinché il Micio non impari il comando e lo esegua senza alcun problema.

Può capitare che il felino non riesca ad eseguire l’addestramento non perché non vi ascolta, ma per altri motivi, come:

Potrebbe interessarti anche: Perché il gatto si alza su due zampe? I segreti della comunicazione del micio

In questo caso è opportuno non sforzare il felino ad eseguire l’addestramento, in quanto potrebbe solo peggiorare la situazione.