Home Gatti Convivenza tra gatto e coniglio: tutto quello che c’è da sapere

Convivenza tra gatto e coniglio: tutto quello che c’è da sapere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:45
CONDIVIDI

Prima di far convivere felino e coniglio nella stessa casa è opportuno valutare pro e contro e prendere tutte le precauzioni necessarie 

convivenza gatto coniglio
Gatto e coniglio (Foto fonte Pixabay)

È spesso il desiderio di tutti coloro che amano gli animali: dopo aver adottato uno si ha la voglia di prenderne un secondo e magari un terzo. Ma prima di decidere (qualsiasi sia l’animale già presente in casa o la new entry) è opportuno fare delle considerazioni sulla futura eventuale convivenza tra i due. Ad esempio, gatto e coniglio possono convivere sotto lo stesso tetto?

Convivenza gatto-coniglio: quando si può e le precauzioni da prendere

Convivenza gatto coniglio
Convivenza gatto coniglio: si può? (Foto fonte Pixabay)

Se avete deciso di prendere un altro amico peloso in casa avendo già un gatto e avete scartato, per qualche ragione, l’ipotesi della convivenza col criceto forse adesso state pensando a un coniglio. Se così fosse continuate a leggere questo articolo.

La convivenza tra questi due animali domestici richiede prudenza e attenzione poiché si tratta pur sempre, per natura, di un rapporto tra predatore (il gatto) e una potenziale preda (il coniglio).

Ecco alcuni consigli per affrontare la nuova situazione.

  • Se adottate insieme i due cuccioli di gatto e coniglio dovrete stare attenti alla vivacità del felino, ma ben presto vedrete che i due cominceranno a conoscersi, giocheranno e cresceranno insieme;
  • se avete già un gatto e prendete un coniglio evitate il contatto diretto tra i due nei primi giorni di convivenza. Tenete isolato il nuovo arrivato all’interno della propria conigliera/gabbia per conigli e solo quando si sarà abituato al nuovo ambiente potrete presentargli Micio. Non lasciateli mai soli e siate sempre ai loro incontri, lasciate al coniglio la possibilità di potersi rifugiare nella propria conigliera nel caso di un attacco inaspettato del gatto. Pian piano e col passare del tempo comincerete a notare che i due entrano in contatto, si annusano e si leccano: vuol dire che hanno fatto amicizia ma non abbassate mai la guardia, l’istinto del predatore può riaccendersi in qualsiasi momento;
  • se, al contrario della situazione precedente, avete già un coniglio e avete appena adottato un gatto potrebbe succedere che il primo attacchi il secondo. Non preoccuparvi, il coniglio ha voluto chiarire chi comanda in casa;
  • non dimenticate di tagliare le unghie al gatto e anche al coniglio: con gli artigli lunghi potrebbero ferirsi a vicenda;
  • ogni animale deve avere il suo spazio, il suo posto per dormire e le sue ciotole per il cibo.

Potrebbe interessarti anche >>>

S.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI