Home Gatti Differenza tra Manx e Bobtail giapponese: come distinguerli e quale scegliere

Differenza tra Manx e Bobtail giapponese: come distinguerli e quale scegliere

Anche se a primo impatto Manx e Bobtail giapponese sembrano indistinguibili, tra le due razze c’è più di una differenza: scopriamola insieme.

differenza manx bobtail giapponese
(Foto Instagram)

Affascinanti, teneri, misteriosi: questi mici hanno in comune un aspetto davvero simile, per via della peculiare coda di lunghezza ridotta. Esploriamo i tratti fisici e caratteriali che li accomunano, per poi sapere in cosa consiste la differenza tra Bobtail giapponese e Manx.

Similarità tra le due razze

Prima di scoprire qual è la differenza tra Bobtail giapponese e Manx, esaminiamo tutti i punti in comune che legano le due razze.

gatto Manx
Esemplare di Manx (Foto Adobe Stock)

La prima somiglianza è lampante e riguarda l’aspetto dei mici: si tratta della coda. In entrambi i casi, i gatti possono presentare un’appendice di dimensioni diverse.

Nel Bobtail giapponese, infatti, il numero di vertebre che compongono la coda varia da un esemplare all’altro.

Per quanto riguarda il Manx, esistono esemplari Rumpy, ovvero totalmente sprovvisti di appendice, oppure mici Riser e Stumpy, con code progressivamente più lunghe, fino ad arrivare ai Longy, che hanno un’appendice perfettamente normale.

Le somiglianze fisiche tra Bobtail giapponese e Manx non finiscono qui. Il mantello di entrambi, infatti, può assumere tutte le colorazioni e i motivi possibili.

Anche a livello caratteriale questi gatti condividono dei tratti in comune. Si tratta di due felini curiosi, intelligenti e affettuosi, perfettamente adatti per la convivenza con i bambini e con gli altri pelosetti.

Potrebbe interessarti anche: La differenza tra Bobtail Giapponese e Bobtail Americano

Differenza tra Bobtail giapponese e Manx

Infine, non ci resta che scoprire in cosa consiste la differenza tra Bobtail giapponese e Manx.

bobtail giapponese
Esemplare di Bobtail giapponese (Foto Adobe Stock)

In primo luogo, a distinguere questi due mici ci pensa la provenienza. Infatti, come si può facilmente evincere dal nome, il Bobtail giapponese è originario della Terra del Sol Levante.

Il Manx, invece, proviene dall’isola di Man, tra Inghilterra e Francia. Un’ulteriore elemento di differenziazione tra le due razze è rappresentato dalla mutazione genetica che ha causato la comparsa di una coda tanto peculiare nei due gatti.

Mentre nel felino giapponese l’appendice di dimensioni ridotte non rischia di causare problemi di salute, l’accoppiamento tra due mici dell’isola di Man totalmente privi di coda genererebbe cuccioli affetti dalla Sindrome di Manx.

Potrebbe interessarti anche: Razze di gatti con la coda sottile: le 10 code più affusolate nel mondo felino

Si tratta di una patologia che causa deformazioni nelle vertebre e nel midollo spinale dell’animale, fino a causarne la morte. Per questo, la riproduzione tra esemplari Rumpy è assolutamente proibito.

Infine, un’ultima differenza tra Bobtail giapponese e Manx è a livello caratteriale. Il micio proveniente dal Giappone, infatti, risulta più autonomo e indipendente rispetto al “cugino” isolano.

Quest’ultimo, al contrario, tende a soffrire la solitudine e ha bisogno di trascorrere le sue giornate al fianco del suo umano del cuore.

Tra i due mici hai un debole per quello che proviene dall’isola di Man? Allora non perderti questo articolo con tutte le informazioni da conoscere prima di adottare un Manx.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci