Home Gatti Differenza tra Scottish Straight e British Shorthair: come distinguerli e quale scegliere

Differenza tra Scottish Straight e British Shorthair: come distinguerli e quale scegliere

Scopriamo insieme la differenza tra Scottish Straight e British Shorthair per imparare a distinguere queste due razze feline.

differenza scottish straight british shorthair
(Foto Adobe Stock)

Entrambi provenienti dal Regno Unito, questi due mici hanno in comune numerose caratteristiche. Tra Scottish Straight e British Shorthair, però, non manca qualche differenza. Esploriamo l’universo felino di questi quattro zampe, alla ricerca di similarità e difformità.

Similarità tra le due razze

Prima di scoprire qual è la differenza tra Scottish Straight e British Shorthair, scopriamo le caratteristiche che accomunano le due razze feline.

scottish straight
Esemplare di Scottish Straight (Foto Adobe Stock)

In primis, l’aspetto di questi mici è davvero simile: entrambi, infatti, presentano una testa grossa e tonda, da cui fanno capolino delle orecchie ampie alla base e ben dritte.

Gli occhi, incastonati sul muso, sono grandi e ammalianti. Non solo: sia del micio britannico che di quello scozzese esiste una varietà a pelo lungo, oltre alla classica shorthair.

Dal punto di vista caratteriale, non mancano aspetti in comune tra le due razze. Infatti, si tratta di due pelosetti dal carattere tenero e devoto nei confronti del proprio umano di riferimento.

Infine, entrambi sono adatti per la convivenza con altri quattro zampe, sia cani che gatti, oltre che essere dei perfetti compagni di avventura per i più piccoli.

Potrebbe interessarti anche: Differenza tra British Shorthair e Certosino: quale razza scegliere

Differenza tra Scottish Straight e British Shorthair

Scopriamo ora in cosa consiste la differenza tra Scottish Straight e British Shorthair, per capire quale dei due mici fa al caso nostro.

Felini che adorano vivere in casa
Esemplare di British Shorthair (Foto Pixabay)

La prima distinzione tra le razze riguarda le loro origini. Come si può facilmente evincere dal nome, gli antenati dello Scottish Straight provenivano dalla Scozia.

Il British Shorthair, invece, è frutto dell’accoppiamento tra mici portati in Gran Bretagna dagli antichi romani e felini selvatici autoctoni. Quindi, si tratta di un esemplare dalle origini ben più antiche.

Sebbene questi mici siano fisicamente molto simili, tra i due non mancano elementi che possono facilmente permetterci di distinguerli.

In primis, la taglia: il gatto scozzese risulta più piccolo rispetto al British Shorthair, che può arrivare a pesare fino a 9 kg!

Potrebbe interessarti anche: Differenza tra Scottish Fold e Scottish Straight: come riconoscerli

Inoltre, il muso del gatto britannico risulta molto più paffuto e rotondo.

Anche dal punto di vista caratteriale, c’è qualche differenza tra British Shorthair e Scottish Straight.

Il primo, infatti, risulta più timido, silenzioso e riservato rispetto al secondo, che ha un temperamento più espansivo e giocherellone.

Hai capito che il micio scozzese sarebbe il tuo compagno di vita ideale? Allora non perderti questo articolo, con tutte le informazioni da conoscere prima di adottare uno Scottish Straight.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci