Home Gatti Differenza tra Toyger e Bengala: come distinguere le due razze

Differenza tra Toyger e Bengala: come distinguere le due razze

Toyger e Bengala sono due mici simili, ma non appartengono alla stessa razza: ecco punti in comune e differenza tra i due.

differenza toyger bengala (1)
(Foto Instagram)

Affascinanti e accomunati dall’aspetto selvatico che li fa somigliare rispettivamente a una tigre e a un leopardo in miniatura, eppure sono membri di due razze feline distinte. Stiamo parlando di Toyger e Bengala: scopriamo insieme in cosa consiste la differenza tra i due e quali sono le caratteristiche di questi mici, per individuare quello più adatto alle proprie esigenze.

Similarità tra le due razze

Prima di capire qual è la differenza tra Toyger e Bengala, esploriamo insieme tutti i punti in comune che legano questi due splendidi felini e li rendono tanto simili.

bengala cashmere
Esemplare di gatto del Bengala (Foto Pinterest)

In primis, la somiglianza fisica tra i due è davvero sorprendente. In entrambi i casi, infatti, si tratta di felini di dimensioni medio-grandi, dalla corporatura robusta e agile.

Il Bengala è ricoperto da un mantello che può presentare un motivo maculato o marmorizzato, grazie al quale risulta incredibilmente simile a un leopardo.

Il Toyger, invece, è avvolto da una pelliccia dal disegno a strisce, che ricorda il pelo di una tigre.

Dal punto di vista caratteriale, entrambi i mici sono estremamente dolci e affettuosi nei confronti della propria famiglia umana, bambini compresi.

Attenzione, però, alla loro estrema vivacità: spinti dalla propria curiosità, infatti, potrebbero allontanarsi dal loro territorio.

Potrebbe interessarti anche: Differenza tra Bengala e Savannah: quale razza scegliere

Differenza tra Toyger e Bengala

Infine, non ci resta che scoprire in cosa consiste la differenza tra Toyger e Bengala.

gatto Toyger
Esemplare di Toyger (Foto Pinterest)

In primis, le origini delle due razze sono ben distinte. Il primo, infatti, pur avendo un pelo incredibilmente somigliante a quello della tigre, non ha progenitori selvatici.

Gli antenati del Toyger sono il gatto del Kashmir, ad oggi non ancora considerata una razza a sé, ma una sottospecie del persiano, e il Bengala.

Quest’ultimo, invece, cela nel suo DNA tracce selvatiche: infatti, è stato creato in laboratorio ed è frutto dell’incrocio tra un micio domestico e il gatto leopardo del Bengala.

Un’ulteriore differenza tra Toyger e Bengala riguarda il prezzo di acquisto per un esemplare di questa razza.

Potrebbe interessarti anche: Razze di gatti ibride: gli incroci tra mici domestici e felini selvatici

Entrambi i mici sono molto cari, per via delle loro origini e del loro aspetto particolare. La tigre in miniatura, però, ha un costo compreso tra i 1500 e i 4000 euro.

Il prezzo del felino dalle origini selvatiche, invece, può arrivare fino a 10mila euro.

Altra distinzione tra i due gatti riguarda la loro salute. Il Bengala risulta predisposto all’insorgenza di numerose patologie genetiche, tra cui anemia cronica, sindrome del torace piatto, cardiomiopatia ipertrofica e lussazione della rotula.

A differenza del Toyger, però, essendo stato creato in laboratorio è totalmente alla leucemia felina.

Infine, nonostante caratterialmente Toyger e Bengala condividano numerosi punti in comune, gli esemplari della prima razza tendono a soffrire la solitudine, mentre il leopardo in miniatura risulta più autonomo ed indipendente.

Hai definitivamente deciso di accogliere la tigre in miniatura nella tua casa e nel tuo cuore? Ecco un articolo con tutte le informazioni che dovresti conoscere prima di adottare un Toyger.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci