Home Gatti I gatti sognano: cosa pensa il micio quando dorme

I gatti sognano: cosa pensa il micio quando dorme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:55
CONDIVIDI

A cosa pensa il micio quando dorme? I gatti sognano esattamente come noi umani? Tutto quello che c’è da sapere sul sonno felino.

I gatti sognano
I gatti sognano: cosa pensano (Foto Pixabay)

Ci è mai capitato di vedere un neonato che dorme e sorride? Potrebbe capitare anche con il nostro gatto e da qui la domanda sorge spontanea: ma allora i gatti sognano quando dormono? A quanto pare la scienza si è interessata alla questione ed è riuscita ad ottenere alcune risposte in merito. Basterà osservarli quando hanno gli occhi chiusi e si rannicchiano su se stessi per capire che stanno immaginando qualcosa che, a seconda delle occasioni, li fa ridere, divertire, oppure innervosire ed irritare. Insomma pare che i gatti si comportino esattamente come noi umani e sono molto più simili a noi di quanto pensiamo.

Potrebbe interessarti anche: Quanto dorme un gatto? Il fabbisogno di sonno per cuccioli, adulti e anziani

Il sonno dei gatti: quanto dormono!

Gatto che dorme
Gatto che dorme (Foto Pixabay)

Quanto dormono i gatti? Tanto! Almeno tra le 10 e le 18 ore al giorno, un numero da fare invidia anche al più grande umano dormiglione. Eppure non è una questione generale: i felini tendono a dormire in base anche a quanto ‘hanno da fare’ in casa, ovvero a quali occupazioni si dedicano tra giochi e altri passatempi preferiti. Si tratta di un animale comunque molto simile all’uomo dal punto di vista del sonno: esso si struttura in varie fasi che si alternano (Leggi qui: Il sonno del gatto: fasi, durata e tipologia di riposo). A una fase iniziale di sonno leggero, segue una pesante di 20 minuti circa e poi le fasi di sonno REM di almeno 5 minuti.

La sigla ‘REM’ indica la fase dei sogni, ovvero quella in cui gli occhi del micio, ma anche le orecchie, i baffi e altre parti del suo corpo tendono a muoversi molto rapidamente. Un esperimento condotto e commentato dal medico veterinario, esperto in comportamento animale, la dott.ssa Maria Grazia Calore, medico veterinario esperto in comportamento, ha indicato appunto che i felini tendono ad avere più fasi di sonno leggero. Questo perché il gatto è cacciatore, ma sa bene di essere anche preda: quindi deve sempre essere pronto a reagire al pericolo e non può permettersi di ‘abbassare la guardia’.

Il sonno dunque è una perdita di coscienza e della diminuzione dell’attività muscolare sensoriale e volontaria. E’ una fase delicata e fondamentale perché contribuisce alla sua crescita e migliora le funzioni degli organi e degli apparati. Pare addirittura che la fase REM del sonno dei gatti anziani sia più corta rispetto a quella dei giovani, perché non hanno così tante attività del giorno da ricordare.

I gatti sognano: la fase REM

I gatti sognano
I gatti sognano: la fase REM del sonno del micio (Foto Pixabay)

Quando si sogna? Nella fase REM. E cosa si sogna in questa fase? Le attività che sono state svolte durante la giornata e che ci sono rimaste impresse nella mente. In pratica è il momento del sonno in cui riviviamo le attività vissute, e lo stesso vale per i gatti. I felini possono ‘ripensare’ dunque alla caccia della giornata, al momento del gioco col padrone, al litigio con il gatto dei vicini: insomma ad ogni evento che caratterizza la loro quotidianità. E ovviamente ad ogni ricordo potrebbe corrispondere una reazione, positiva o negativa a seconda di quello a cui si sta pensando. In questa fase gli occhi si muovono rapidamente e anche la frequenza cardiaca e la respirazione accelerano.

Perché è importante la fase REM? Perché i gatti che non riescono a ‘sognare’ e a vivere questa fase fondamentale del sonno rischiano di avere ripercussioni sullo stato d’animo e sulle sue capacità cognitive. Qualora però dovessero svegliarsi, il sonno dopo tenderà a recuperare il ’racconto’ da quel punto in cui lo aveva lasciato. Dopo una decina di minuti dall’inizio della fase REM il sonno riprenderà normalmente e così via, alternando le due fasi. Nel corso della fase REM più profonda si possono rivivere eventi accaduti non solo nella giornata ma anche giorni, mesi o anni prima.

Cosa fa e a cosa pensano i gatti che sognano

Micio
Micio che dorme (Foto Pixabay)

Se vediamo il micio muoversi durante il sonno, non pensiamo che sia sveglio, anzi! Spesso i felini si muovono, o meglio è il loro corpo che si muove. Magari possono anche emettere suoni e versi mentre agitano la coda, muovono i baffi, mostrano le unghie e soffiano. Se i gatti vengono svegliati all’improvviso possono sentirsi confusi e spaventati.

Alcuni felini hanno bisogno di tempo per svegliarsi completamente e lo fanno con alcuni, precisi movimenti in sequenza come ad esempio: sbattere le palpebre, sbadigliare e allungare prima la parte anteriore e poi posteriore del corpo. Alcuni si dedicano alla propria igiene personale, con un’attività nota come grooming. Ma cosa sogna un gatto? Quello che ha vissuto durante il giorno.

L’importanza del sonno dei gatti

Data la quantità di ore che i gatti trascorrono dormendo, è di sicuro una fase assolutamente indispensabile della loro giornata. Ma anche perché la sua assenza, può influenzare comportamenti e stati d’animo. Inoltre un gatto che dorme poco rischia di più la vita! Se un micio non dorme a sufficienza può soffrire (ed ammalarsi) di stress e di confusione anche nelle attività più banali, come ad esempio l’uso della lettiera.

F.C.