Home Gatti Salute dei Gatti Come aiutare un gatto anziano a vivere al meglio la vecchiaia

Come aiutare un gatto anziano a vivere al meglio la vecchiaia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:38
CONDIVIDI

La vecchiaia può essere una fase difficile per micio: ecco come aiutare un gatto anziano a vivere meglio e più a lungo nella salute e nel benessere.

come aiutare gatto anziano
Gatto anziano, 10 consigli per aiutarlo (Foto Pixabay)

I gatti sono tra gli animali domestici più longevi, non è raro infatti che riescano a vivere oltre 15 anni assieme alla propria famiglia umana: in generale, si dice che un gatto entra ufficialmente nella vecchiaia al compimento dei 10 anni di età, tuttavia non è poi così inusuale che micio riesca a raggiungere il suo 20° compleanno.

I progressi della medicina veterinaria e la capacità di prendersi cura adeguatamente del gatto in tutte le fasi della sua crescita sono fondamentali per avere un gatto anziano longevo e il più possibile in salute: tuttavia, sapere come aiutare un gatto anziano a vivere al meglio la vecchiaia è fondamentale per essere sicuri che micio sia felice e al sicuro fino alla fine.

In questo articolo troverete 10 consigli per prendervi cura nella maniera più efficace possibile del vostro gatto anziano: scopriamoli insieme.

10 consigli su come aiutare un gatto anziano a vivere meglio

gatto anziano
Come aiutare il gatto in vecchiaia (Foto Pixabay)

1. Attenzione all’alimentazione: la dieta del gatto anziano deve essere sana, equilibrata, ricca di antiossidanti e soprattutto in grado di fornire a micio la giusta idratazione. Evitate quindi le crocchette e date preferenza al cibo umido come le scatolette, ma soprattutto state attenti che il gatto assuma la giusta quantità d’acqua ogni giorno.

2. Anche se si stanca più facilmente, il gatto durante la fase di vecchiaia deve comunque mantenere gli stimoli psicofisici necessari al suo benessere: assicuratevi che faccia esercizio fisico e che abbia giochi adatti alla sua età, magari scegliendo tra questi esercizi utili per il gatto anziano.

3. Assicurati che il tuo gatto abbia sempre a disposizione dell’erba gatta da masticare: gli effetti dell’erba gatta sul micio anziano sono ottimi in chiave disintossicante e per rilassare il gatto che spesso con l’età diventa più stressato. Chiedi al veterinario se è necessario dare al micio qualche integratore specifico per la sua condizione di salute.

4. Tra i consigli su come aiutare un gatto anziano a vivere meglio la vecchiaia c’è anche l’assunzione quotidiana di olio di cocco: ricco di trigliceridi MCT, utili per migliorare le funzioni cerebrali del gatto, si raccomanda una dose pari a 1/4 di cucchiaino ogni 10 kg di peso per due volte al giorno.

5. Spesso i gatti che attraversano le fasi della vecchiaia tendono a miagolare molto di più, per non parlare dei gatti che non ti fanno dormire la notte! Una buona idea è farsi consigliare dal veterinario per l’assunzione di un rimedio naturale calmante, come la camomilla o la melatonina.

gatto anziano
Gatto anziano (Foto Pixabay)

6. Se il gatto sembra sempre più disorientato e temi che possa farsi male arrampicandosi in luoghi pericolosi della casa, tieni in considerazione l’idea di chiudere le porte per limitare il suo accesso in alcune aree della casa.

7. Anche se un gatto anziano ha voglia di tranquillità, ciò non vuol dire che debba star sempre da solo: è fondamentale dedicare ogni giorno del tempo a interagire con micio, giocando un po’ con lui e facendogli le coccole. Prendetevi cura del suo pelo spazzolandolo più spesso, perché man mano che invecchia avrà difficoltà a tenersi pulito da solo.

8. Se il gatto ha preso la cattiva abitudine di non dormire di notte, puoi provare a svegliarlo delicatamente dai suoi pisolini diurni: se si mantiene attivo durante il giorno, sarà più facile che riesca a dormire di notte.

9. I gatti anziani tendono a miagolare molto sia di giorno che di notte: il modo migliore per calmarli è fargli sentire la tua voce, che li rassicura più di qualsiasi altra cosa. Prova a chiamarlo dolcemente quando inizia a piangere e, se la notte diventa impossibile dormire, prova a chiedere al tuo veterinario qualche informazione su rimedi omeopatici adatti ai gatti.

10. Se il tuo gatto anziano ha problemi di incontinenza puoi aiutarlo mettendo qualche lettiera in più in casa: a volte il problema è nella difficoltà a raggiungere in tempo utile il luogo per fare i bisogni. Inoltre, assicurati che la lettiera sia situata in una posizione facile da raggiungere per il micio.

Potrebbe interessarti anche:

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI