Home Gatti Il gatto si lecca la coda: cosa è importante sapere su questo...

Il gatto si lecca la coda: cosa è importante sapere su questo gesto

Il gatto si lecca la coda in maniera compulsiva? Come capire se il suo leccarsi è normale o è il segnale di un problema? Vediamo di capire, insieme, i motivi che portano micio a farlo e come intervenire.

Il gatto si lecca la coda
(Foto Pixabay)

Micio ha un modo tutto particolare di prendersi cura di sé. Il felino ama sentirsi pulito ogni giorno e questo è un motivo per cui se ne occupa personalmente. Quando il peloso lecca il suo corpo si lava e mantiene la sua igiene. Se, però, ci capita di vederlo leccarsi di continuo in alcune zone e in modo nervoso, questo potrebbe metterci in allarme sulla presenza di un problema nell’animale. Vediamo di capire perché il gatto si lecca la coda e come agire.

Il gatto si lecca la coda: un segnale allarmante

Se il proprio gatto si lecca la coda di frequente e in modo nervoso, il suo gesto andrebbe interpretato come un segnale d’allarme. Questo gesto compulsivo può nascondere un disagio o un disturbo fisico nell’animale, che va analizzato e trattato. Leggiamo meglio.

Il comportamento del gatto
(Foto Pixabay)

Come abbiamo accennato all’inizio dell’articolo, il felino sa essere un animale domestico molto pulito e attento alla sua igiene quotidiana. Se questa caratteristica da un lato consola il suo padrone, dall’altro può preoccuparlo davanti a cambiamenti improvvisi nella sua pratica di pulizia personale.

Se notiamo micio leccarsi un po’ troppo spesso si tratta di un comportamento compulsivo sintomo di un disturbo fisico o di un disagio nel peloso. E se il gatto si lecca la coda spesso? Vediamo insieme.

La pratica di leccarsi per pulirsi in autonomia è del tutto accettata e fa parte della natura felina, ma il leccare continuamente la propria coda non è affatto un buon segnale. Il leccarsi di frequente la propria coda può voler indicare la presenza non gradita di parassiti, quali pulci o zecche. Se micio lecca e mordicchia la sua coda, in modo frenetico, molto probabilmente è infestato da questi visitatori.

Il peloso potrebbe anche soffrire di un’allergia per qualche sostanza che è entrata in contatto con quella zona del corpo, o ad un alimento particolare che ha assaggiato di recente. Un gatto annoiato potrebbe sfogare la sua sofferenza in questa pratica nervosa, così come in presenza di qualche forma di ansia e stress del gatto, fattori della sua vita che non vanno mai sottovalutati per il suo benessere psicologico e fisico.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto si lecca il muso: che significa, tutte le cause e i rischi possibili

Micio si lecca in maniera frenetica: disturbi pericolosi

Cosa fare quando il proprio peloso è in preda a questo comportamento compulsivo per cui si lecca in modo frenetico? Osservare il felino è fondamentale per accorgersi in tempo di un problema di natura fisica o psicologica e bisogna fare caso alla zona interessata. Leggiamo nello specifico qui nell’articolo.

Gatto lecca la sua coda
(Foto Pexels)

Ogni padrone di un gatto deve imparare a capire il suo linguaggio e a interpretare in messaggi alcuni suoi comportamenti. Quando micio è in difficoltà e soffre per una malattia o per un malessere psichico, riesce a inviarci dei segnali che possiamo analizzare.

Il suo leccarsi in modo nervoso e continuo può provocargli anche seri danni, poiché la lingua felina è molto ruvida e questa può causare problemi al suo corpo. Micio può leccarsi in varie zone del corpo, a seconda del problema presente in lui.

Se il peloso si lecca sempre le parti intime, si tratta di una condizione altamente preoccupante. Parliamo di infiammazioni o infezioni delle vie urinarie nel gatto, oppure della presenza di calcoli urinari nel gatto. Allora, occorre osservare anche lo stato delle sue feci e dell’urina, verificando la tempistica e la modalità in cui vengono espletate.

Quando, invece, micio si lecca spesso la pancia, probabilmente siamo in presenza di una cistite nel gatto o, ancora, una forma di allergia o dermatite, entrambe visibili rispetto alla prima. Se la causa del fastidio sono le zampe, possono esserci delle ferite o dei corpi estranei in quella zona, come aghi o schegge, estremamente dolorose per il peloso.

Una volta accertato un problema comportamentale nel proprio gatto, si consiglia di far intervenire immediatamente il veterinario di fiducia per il controllo e per la sua cura.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G