Se il tuo gatto fa così, ha bisogno di un amico per non soffrire di solitudine

Foto dell'autore

By Laura Bellucci

Gatti

Anche il gatto può soffrire la solitudine: scopriamo come capire se il micio si sente solo e cosa fare per aiutarlo.

Solitudine felina
Il gatto si sente solo (Canva – Amoreaquattrozampe.it)

Il gatto soffre la solitudine: come comportarsi per attenuare la sofferenza dell’animale? Esaminiamo i principali comportamenti con cui il felino manifesta la sua tristezza e come risolvere il problema per aiutare il micio a recuperare allegria e spensieratezza.

Senso di solitudine nel gatto: come capire se il micio si sente solo?

Anche i gatti soffrono la solitudine? La risposta, naturalmente, è sì.

Gatto solo
Il micio è triste (Canva – Amoreaquattrozampe.it)

Infatti, si tratta di creature incredibilmente sensibili ed empatiche, che provano sentimenti molto profondi e si affezionano in maniera viscerale alla propria famiglia.

Per questo, se lasciati soli troppo a lungo possono sviluppare un senso di frustrazione e tristezza che, a lungo termine, rischierebbe di determinare l’insorgenza di una serie di disturbi di natura comportamentale.

Come si manifesta questo disagio nel micio? Ecco i principali sintomi da tenere d’occhio:

  • L’animale ci segue ovunque e cerca costantemente di attirare la nostra attenzione;
  • Il gatto manifesta cambiamenti comportamentali, come aggressività o apatia;
  • Il felino miagola in continuazione;
  • Il micio mostra segnali di ansia o agitazione;
  • Il quattro zampe fa i suoi bisogni fuori dalla lettiera.

Potrebbe interessarti anche: Gatto triste: segnali, cause e rimedi alla tristezza felina

Solitudine nel micio: le possibili soluzioni

Come rimediare al senso di solitudine del micio? La prima soluzione che potrebbe venirci in mente è quella di adottare un altro pelosetto.

Prima di compiere questo importante passo, tuttavia, dovremmo chiederci se sia davvero la soluzione giusta.

Ci sono una serie di riflessioni da valutare in tal senso. Esse vanno dall’aspetto economico, poiché accogliere un nuovo quattro zampe implica una serie di spese finalizzate al mantenimento in salute dell’animale, all’impegno relativo alla gestione di un altro gatto.

Potrebbe interessarti anche: Sei pronto ad adottare un gatto? Tre cose su cui riflettere per essere sicuro

Dovremmo chiederci, in particolare, se abbiamo tempo a sufficienza da dedicare a gestione, cura e interazione con un altro micio.

È probabile, infatti, che il nostro amico a quattro zampe si senta solo perché non trascorriamo abbastanza tempo con lui o perché siamo poco presenti in casa.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER

Per questo, una soluzione alternativa rispetto a quella dell’adozione di un altro micio sarebbe cercare di ritagliarsi dei momenti quotidiani da dedicare esclusivamente al proprio pelosetto.

Dalle coccole ai giochi, dovremmo tentare di rendere varia ed entusiasmante la sua routine anche in nostra assenza, allestendo un habitat stimolante, ricco di giochi e di angoli da esplorare.

Gestione cookie