Home Gatti I gatti giganti: tutte le caratteristiche dei felini più grandi

I gatti giganti: tutte le caratteristiche dei felini più grandi

CONDIVIDI

Quali sono i gatti più grandi del mondo e quali dimensioni possono raggiungere? Ecco tutte le curiosità sui gatti ‘fuori misura’.

Gatti giganti
Gatti giganti: quali sono e che caratteristiche hanno

Non si tratta di gatti obesi, ma di felini dalle dimensioni davvero abnormi: è davvero difficile immaginare che un gatto così grande possa vivere in un appartamento. Ma non lasciamoci ingannare dalle dimensioni: in realtà questo gatti sono dei veri e propri coccoloni e, come tutti i loro simili, amano giocare e stare in compagnia. Ecco quali sono le razze più grandi e quali sono le caratteristiche che li rendono così speciali.

I gatti fuori misura, quelli grandi e il Savannah

I gatti non sono tutti enormi, o meglio bisogna saper distinguere tra gatto gigante e uno che non può essere annoverato tra i piccoli. Nei primi rientrano il Maine Coon, il Norvegese delle foreste e il Siberiano, nei secondi invece il Turco Van, il Sacro di Birmania, il Persiano e il Toyger. Infine fa eccezione il Savannah poiché è di sicuro il gatto più alto tra le razze suddette.

Gatti giganti: Maine Coon

Maine Coon
Esemplare di Maine Coon

Come tutto ciò che è americano, anche questo gatto di origini nord-americane (il Maine è appunto una località del Nord America) è enorme: non a caso è detto anche ‘Gigante d‘America’. Nei maschi il peso varia dai 7 ai 10 kg, mentre nelle femmine da 5 a 7 kg. Ha un corpo è lungo, rettangolare e muscoloso, e un’ossatura forte. Il suo mantello è lucido, pesante e resistente all’acqua, e lo rende particolarmente resistente alle rigide temperature. Infatti lo ripara dal bagnato e dalla neve mentre il pelo più corto sulla parte posteriore e sul collo lo difende dalle insidie del sottobosco. Anche le sue orecchie sono più pelose per preservarlo dal freddo, e capaci di captare bene i suoni della foresta. Il muso relativamente lungo e squadrato gli permette di afferrare la preda e bere facilmente anche da post impervi.

LEGGI ANCHE: Gatti di razza: tutte le specie famose dalla A alla Z

Gatti giganti: Norvegese delle foreste

Norvegese
Esemplare di Norvegese delle foreste

Di origini scandinave, questo gatto è di taglia grande, ha una corporatura robusta. La testa ha una forma triangolare con tutti i lati uguali, le orecchie sono grandi, larghe alla base e appuntite in su, gli occhi sono grandi, ovali, ben aperti ed obliqui. Il loro colore varia dal verde al dorato. Le zampe grandi e palmate gli rendono facile camminare nella neve, inoltre la coda è lunga e fornita di pelo, sempre per proteggerlo dal freddo. Il peso dei maschi oscilla dai 7 agli 8 kg mentre nelle femmine dai 3 ai 5,5 kg. I colori sono tra i più vari, compreso il bianco.

Gatti giganti: Siberiano

Siberiano
Esemplare di Siberiano

Anche questo adatto alle rigide temperature, quelle siberiane appunto, è un gatto estremamente forte e agile: per sopravvivenza ha sviluppato un grande istinto da cacciatore, ama l’acqua e la vita all’aria aperta, sebbene la femmina ami stare di più in casa. La sua prestanza fisica tuttavia non esclude un carattere giocherellone e affettuoso: la sua espressione facciale è dolce, e lo è in  modo particolare col padrone. Non ama la solitudine quindi è bene fargli sempre compagnia. Il maschio può raggiungere i 7-9 kg il Maschio, mentre la femmina non supera i 6 kg. Nel caso di un gatto siberiano castrato il peso può oscillare anche fino ai 10 kg.

Gatti grandi: Turco Van

Turco Van
Gatto Turco Van

Originario del lago di Van in Turchia, questo gatto ha una stazza grande che nei maschi raggiunge un peso di 8 o 9 kg. Il corpo è longilineo ma robusto, e molto muscoloso. Le zampe sono di media lunghezza e si poggiano a terra con una forma tonda e pelosa. Anche la coda abbastanza lunga è provvista di pelo, così come la testa che lascia vedere bene il rosato del naso. Gli occhi sono grandi e ovali, nonché molto espressivi e il loro colore varia dall’azzurro all’ambra chiaro o entrambi i colori. La caratteristica principale è il colore del manto: bianco intenso con la coda colorata.

LEGGI ANCHE: Gatti giganti: una galleria incredibile!

Gatti grandi: Sacro di Birmania

Birmano
Birmano o Sacro di Birmania

Di corporatura media, il Birmano femmina è leggermente più piccola del maschio e il suo peso oscilla tra i 3 e i 4 kg, mentre i maschi possono raggiungere 4,5 kg. Anche nella corporatura le femmine si differenziano, poiché sono più longilinee ed eleganti, mentre i maschi acquistano prestanza con un collo più massiccio ed imponente. La struttura ossea è resistente e robusta, ma il corpo è lungo, così come la coda che è armonicamente lunga come il resto della corporatura. Infatti la sua punta deve riuscire a toccare la spalla del felino. Il colore di base del manto è chiaro, ma si scurisce solo sulle punte del corpo, tanto è vero che le sue estremità si dicono ‘punte colorate’ e corrispondono alle parti più esposte al freddo, ovvero muso, orecchie, zampe, coda, e nei maschi anche i genitali.

Gatti grandi: Persiano

Persiano
Gatto persiano bianco

Elegante e sinuoso, il corpo del gatto persiano è tutt’altro che fragile, bensì sodo e massiccio. Nonostante la aristocraticità della corporatura, le zampe sono corte e tozze. Il suo muso inoltre è arrotondato e schiacciato, tanto che il naso sembra sparire all’interno. Ma gli occhi tondi e colorati lo rendono davvero molto particolare: alcuni possono addirittura avere due colori ovvero il blu e l’arancio. Il gatto persiano è impegnativo poiché bisogna avere cura del suo pelo, che può raggiungere anche i 20 cm: va lavato e pettinato quotidianamente; anche gli occhi vanno curati a causa di una abbondante lacrimazione. Il maschio Persiano ha un peso medio di 6 kg a dispetto dei 3,5 kg della femmina della stessa specie.

Gatti grandi: Toyger

Toyger
Esemplare di Toyger

La caratteristica testa ha un muso pronunciato e una forma ovale, simile a un cuore rovesciato. Le orecchie sono piccole e tonde, mentre gli occhi di media dimensione sono ben distanti l’uno dall’altro e incavati. La corporatura è robusta e muscolosa e la coda è molto lunga ma sottile. Il colore di base solitamente è arancio scuro e le striature si stagliano dal fondo per il loro colore scuro, di solito sono larghe, intrecciate e non uniformi.

Savannah: l’eccezione

Savannah
Esemplare di Savannah

E’ definito ‘il gatto più lungo del mondo’ per le sue dimensioni che sono: 18 kg di peso per 120 cm di lunghezza. Grazie al fisico agile e longilineo, questo gatto può saltare tranquillamente oltre i 2 metri: il manto che lo ricopre è generalmente pezzato di macchie nere su sfondo marrone-arancio. Le sue origini selvatiche lo rendono particolarmente difficile da educare ma di certo è di grande compagnia.

Potrebbe interessarti anche: Razze di gatti: le 10 razze di gatti domestici più pericolosi

F.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI