Home Gatti Peluche per gatti: quando acquistare questi giocattoli per il felino

Peluche per gatti: quando acquistare questi giocattoli per il felino

Si sa, anche i nostri amici a quattro zampe hanno bisogno di giocare: scopriamo insieme quando è utile scegliere peluche per gatti.

Peluche per gatti
(Foto Adobe Stock)

Il gioco è estremamente importante per la formazione degli animali, ed i gatti non fanno eccezione. Attraverso esso, si preparano alla vita da adulti, imparano a rapportarsi con i propri simili e sviluppano le proprie capacità motorie. Anche noi possiamo contribuire, in parte, a questo processo, anche avvalendoci di giocattoli come i peluche per gatti: scopriamo insieme quando comprarli.

Il gioco per i gatti

Il gatto è un animale estremamente curioso.

L'importanza del gioco per il gatto
(Foto Adobe Stock)

Se è vero che il piccolo felino passa molte ore del giorno a dormire, è altrettanto vero che, una volta sveglio, recupera il tempo perduto esprimendo tutta la sua vitalità.

Sempre pronto al gioco e all’esplorazione, spesso non riusciamo ad offrirgli un ambiente adeguato ed idoneo a sprigionare tutte le sue energie, specie se non abbiamo alcuna possibilità di far accedere il piccolo felino in uno spazio esterno messo in sicurezza.

In quel caso è necessario, giocoforza, modificare l’ambiente interno, ricorrendo a tutti gli strumenti che possano contribuire all’arricchimento ambientale per soddisfare i bisogni del gatto: tra essi rientrano, senza ombra di dubbio, anche i giochi.

Vi sono varie tipologie di giocattoli che possiamo comprare al nostro piccolo felino: fra essi anche i peluche, che possono svolgere diverse funzioni utili per i nostri amici gatti.

Potrebbe interessarti anche: L’importanza del gioco nel gatto: ecco cosa gli insegna

Peluche per gatti: quando comprarli

Dunque, quando comprare un peluche per gatti? In realtà le situazioni in cui il giocattolo può espletare una funzione utile sono diverse. Vediamo quali sono le principali.

I giochi del gatto
(Foto Pixabay)

Il distacco familiare

L’ arrivo di un cucciolo in casa è sempre una grande festa. Ma spesso non consideriamo che per il gattino, almeno all’inizio, può essere un evento traumatico.

Ritrovarsi all’improvviso lontano dalla mamma e dai propri fratellini, in un ambiente completamente nuovo, comporterà un comprensibile disagio nel cucciolo. Un peluche potrebbe essere di aiuto, soprattutto per i primi giorni.

Contro la solitudine

Non tutti i gatti reagiscono allo stesso modo alla solitudine. Purtroppo non possiamo restare accanto ai nostri amici a quattro zampe tutto il giorno; anzi, sono più le ore che, causa lavoro o studio, siamo costretti a passare fuori casa.

Il felino potrebbe avvertire profondamente la solitudine, e talvolta manifestare una vera e propria ansia da separazione. In questi casi la migliore soluzione è quella di adottare un altro gatto, o avvalersi dei servigi di un cat sitter.

Laddove le due soluzioni, per un motivo o l’altro non siano attuabili, ricorrere ai peluche per gatti potrebbe essere una buona soluzione.

Potrebbe interessarti anche: Giocare alla lotta col gatto: come farlo nel modo corretto e senza essere aggressivi

Quando sta male

I giocattoli possono essere di conforto anche nel caso in cui il felino stia male, specie se lontano dalla nostra abitazione. Potrebbe capitare, ad esempio, che si renda necessario il ricovero in una clinica veterinaria, dove giocoforza potremo vederlo solo pochi minuti al giorno.

Un peluche può contribuire a farlo sentire meno solo.

Il gioco

Non dimentichiamo mai che i peluche per gatti sono prima di tutto dei giochi; ed è questa la funzione principale che dovrebbero assolvere.

Insomma, si tratta di strumenti che si prestano facilmente ad essere lanciati in aria, pronti per essere presi al volo dal nostro piccolo felino; oppure, perché no, essere attaccati ad un filo, per farsi inseguire dal micio in ogni angolo della casa.

Ed è anche un modo per passare del tempo con il proprio gatto: perché non dobbiamo mai dimenticare che il nostro amore non potrà mai essere sostituito da un oggetto inanimato.

A. S.