Home Curiosita Porte per gatti o gattaiole: cosa sono e quando usarle per il...

Porte per gatti o gattaiole: cosa sono e quando usarle per il proprio micio

Le porte per gatti sono un ottimo espediente che consente al micio di uscire di casa autonomamente: ecco tutto quello che c’è da sapere sulle gattaiole.

porte per gatti
(Foto Adobe Stock)

Il tuo amico a quattro zampe è libero di accedere a casa e giardino? In questo caso, un’ottima soluzione per agevolare i suoi movimenti dalle zone interne verso l’esterno, e viceversa, è rappresentato dalle porte per gatti. Scopriamo insieme come funzionano, quando e come usarle.

Cosa sono le porte per gatti

Le porte per gatti anche dette gattaiole permettono all’animale di entrare e uscire a suo piacimento, senza dover alzarsi ad aprire e chiudere la porta principale.

porte per gatti
(Foto Adobe Stock)

Queste porte per gatti utili per animali domestici in generale sono applicabili a: pareti in mattoni, porte in legno, porte in PVC e metallo e può essere installata in porte e pareti con un determinato spessore.

Sono prodotti realizzati in plastica ABS durevole, resistenti alle intemperie, resistenti ai graffi del gatto, facili da pulire e durano lontano nel tempo.

Non producono alcun suono, essendo estremamente silenziose e questo è utile a non spaventare il gatto oltre a non disturbare il proprietario.

Inoltre sono dotate di una guarnizione speciale e una chiusura magnetica per una protezione ottimale contro il tiraggio. Il meccanismo di chiusura con le opzioni, solo da un lato (dentro o fuori) o tutte e due, è semplice e comodo da usare.

Con l’opzione aperto dentro e fuori, il sistema a calamita funziona perfettamente anche durante le giornate di vento e non lascia passare aria.

In altre parole le porte per gatti risolvono il problema del continuo bisogno di evadere del gatto senza tormentare il padrone, lasciando comunque la casa calda.

I modelli di porte per gatti sono diversi a seconda delle esigenze e delle dimensioni.

Anche l’installazione è alquanto semplice, occorre solo attenersi alle istruzioni e ad alcune indicazioni, come ad esempio:

  • misurare l’altezza dalla parte inferiore dello stomaco del gatto fino al pavimento;
  • poggiare l’altezza del nastro sul pannello di vetro o sulla porta;
  • tagliare il foro della dimensione citata sulle istruzioni;
  • installare il livello della porta e fissarlo utilizzando le viti in dotazione.

Quando utilizzare le gattaiole?

Le persone che condividono la propria vita con un gatto, conoscono molto bene le caratteristiche bizzarre di questo felino.

insegnare al gatto ad usare la gattaiola
(Foto Adobe Stock)

Nel corso degli anni nonostante questo animale abbia fatto degli enormi progressi passando da gatto selvatico a gatto domestico, nella sua indole più profonda resta comunque molto radicato il suo aspetto selvaggio.

In questo suo comportamento riconosciamo diverse situazione che lo spingono a tirar fuori il suo lato poco domestico.

Ad esempio la sua voglia di evadere, di uscire all’esterno, andare a curiosare e perlustrare ciò che lo circonda.

Molto spesso, però, i gatti che vivono dentro casa, non hanno la possibilità di uscire ogni qualvolta che lo desiderano.

Ragion per cui, diversi proprietari decidono, laddove possibile, di agevolare quest’uscita con le porte per gatti, anche dette gattaiole. Vediamo nel dettaglio quando è possibile utilizzarle.

Potrebbe interessarti anche: Come insegnare al gatto ad usare la gattaiola

Usare le porte per gatti… nel momento del bisogno

Le porte per gatti sono molto utili per poter controllare l’andirivieni del gatto o del tuo animale domestico in generale.

Gatto che passa attraverso una gattaiola
(Foto Adobe Stock)

In particolare, sono molto utili nel caso in cui il micio preferisca espletare i suoi bisognini all’sterno.

In questo caso, infatti, potrai liberarti dalle continue richieste da parte di Fuffy che desidera uscire per i bisogni o perché come ben sappiamo il gatto odia le porte chiuse, ragion per cui chiederà sempre di aprirle.

Potrebbe interessarti anche: Gatto in condominio: è sempre possibile? Cosa dice la legge

Attenzione al regolamento condominiale

Allo stesso tempo, il tuo animale domestico apprezzerà una casa grande e libera. Naturalmente queste porte per gatti hanno un limite che non dipende tanto da loro, ma dalla vostra tipologia di abitazione.

Gatto al sole
(Foto Pexels)

Infatti per poter installare queste porte occorre un’abitazione singola, tipo villetta o comunque una soluzione indipendente.

Questo perché difficilmente il condominio permetterà la fuoriuscita del vostro animale domestico all’esterno dell’appartamento, senza la vostra presenza.

Perciò per poter installare, una di queste porte per gatti, sulla porta che affaccia nel vano scale condiviso con gli altri condomini, sarà necessario informarsi sul regolamento condominiale o in ogni caso ricevere il benestare degli altri inquilini.

Discorso diverso se avete un balcone o meglio ancora il vostro appartamento si trova al piano terra, in quanto, potrete applicare queste porte per gatti agli infissi che aprono direttamente sul vostro balcone o nel vostro giardino personale.

Raffaella Lauretta