Home Gatti Razze di gatti con il pelo morbido: setosi e soffici esemplari

Razze di gatti con il pelo morbido: setosi e soffici esemplari

Razze di gatti con il pelo morbido esemplari teneri e soffici tutti da coccolare. Vediamo quali le caratteristiche di queste razze.

gatti con pelo morbido
(Foto AdobeStock)

Seppur vero che tutti i gatti sono stupendi e affascinanti ce ne sono alcuni che sono spettacolari per le loro caratteristiche estetiche.

In particolare grazie al pelo talmente morbido da sembrare dei peluche.

La bellezza del mantello è uno dei tratti distintivi di questi animali, oltre ad essere anche una delle loro migliori qualità, insieme agli occhi ipnotici.

Razze di gatti con il pelo morbido

Il gatto ha tantissimi peli sul suo corpo, infatti se ne contano almeno 200 ogni millimetro quadrato.

Il suo mantello funge regolatore termico e almeno due volte l’anno subisce una muta per prepararsi alle stagioni che si susseguono.

Queste razze di gatti che andremo a descrivere nel nostro articolo di oggi, sono proprio gatti che hanno la particolarità di avere un pelo davvero molto soffice da sembrare delle morbide coperte.

Ecco l’elenco delle razze di gatti con il pelo morbido:

  • Persiano;
  • Sacro della Birmania;
  • Himalayano;
  • Ragdoll;
  • British Longhair;
  • Angora turco.

Queste appena elencate sono le principali razze di gatti con il pelo morbido, ma a dire il vero non sono ancora tante altre razze ad avere questa caratteristica del pelo morbidissimo.

Persiano

Il Persiano è il gatto dall’aspetto nobile, si distingue per il suo pelo fitto, lungo anche 20cm e morbido come la seta.

gatto persiano
(Foto Adobe Stock)

Infatti rientra di diritto nelle razze di gatti con il pelo morbido è di fatto piacevolissima la sensazione che rimane al tatto. Il mantello del Persiano può essere in molteplici varietà di colori e disegni, esistono infatti circa 200.

I colori più comuni sono quelli solidi (bianco, nero, blu, chocolate, lilac, rosso e crema), ma esistono anche i persiani tortie (con tonalità a squama di tartaruga), tabby, bicolor, parti-color, colourpoint, chinchilla, smoke ed exotic shorthair.

Per quanto riguarda la toelettatura del pelo del Persiano è fondamentale pettinarlo quotidianamente pur non superando i 10 minuti ma senza mai saltare un giorno.

Se poi si tratta di gatti di colore bianco, è necessario procurare anche un prodotto per eliminare le macchia da lacrimazione.

Il Persiano è un gatto di media grandezza con un peso che varia dai 3 ai 5 kg. Possiede una corporatura muscolosa e compatta e degli occhi tondi molto espressivi, le cui tonalità variano dall’arancio all’azzurro, al verde, al blu.

Caratterialmente il Persiano è ritenuto il gatto da compagnia per antonomasia essendo molto tranquillo.

Adora giocare, senza invadere gli spazi, infatti non ama arrampicarsi come gli altri gatti. Gentile e rispettoso ma soprattutto sempre alla ricerca di coccole.

Potrebbe interessarti anche: Gatto a pelo corto: le caratteristiche principali delle razze più conosciute

Sacro della Birmania

Il Sacro di Birmania o gatto Birmano possiede un pelo morbido, fitto e lungo, ma non possiede invece un folto sottopelo.

gatto birmano
(Foto AdobeStock)

Questa tipologia di pelo, vuol dire che non è in grado di gestire le rigide temperature e le correnti d’aria come fanno gli altri gatti grazie al loro mantello.

Il pelo ha consistenza setosa al tatto che nella parte che ricopre l’addome diventa più lanoso. I colori più tradizionali e conosciuti sono il seal-point (scuro e significa “focato”) e la sua rispettiva diluizione blue-point (colore simile al grigio ardesia).

Per quanto riguarda la toelettatura, pur avendo bisogno solo di una sola spazzolata settimanale e un bagno ogni due o tre mesi, rimane molto importante.

Questo perché la toelettatura serve ad evitare la formazione di boli di belo pelo (che, se digeriti, diventano pericolosi per la salute dell’animale) e a mantenere il mantello del gatto pulito e morbido.

Il Sacro della Birmania è un gatto di media grandezza che può raggiungere i 4-4,5 kg di peso, ha una corporatura massiccia e muscolosa e dei magnifici occhi blu.

Possiede un carattere equilibrato ma anche molto vivace e giocherellone. Diventa piacevole condividere la giornata con lui in quanto la sua presenza si fa sentire.

Ama essere coccolato e non è mai aggressivo, risultando così il compagno ideale dei bambini e non solo.

Himalayano

Il gatto Himalayano possiede un pelo lungo, molto folto, morbido e fine.

Cose velenose per il gatto
(Foto Pexels)

Il contrasto tra la pigmentazione del corpo, chiaro, e le estremità, scure, deve essere il più netto possibile.

Tanto più il contrasto è netto, tanto più risulta pregiato l’esemplare. Il colore presenta dei forti contrasti cromatici che possono variare dal nero al guscio di tartaruga o lynx.

Essendo il mantello dell’himalayano uno tra i più lunghi fra tutte le razze feline, la cura del pelo è molto importante. Per evitare eventuali nodi va spazzolato molto spesso, rendendo questo momento una routine e abituandolo fin da piccolo.

In questo modo l’animale accetterà con più serenità questo momento. È importante non dimenticare di pulire giornalmente gli occhi, che tendono a lacrimare, lasciando macchiato il pelo.

Il gatto Himalayano è un gatto di taglia medio grande con un peso che varia da 7 a 12 kg.

Possiede una corporatura robusta e massiccia e dei caratteristici occhi, che sono grandi e rotondi e variano la loro colorazione tra il blu e l’azzurro intenso, con un’espressione dolcissima.

Caratterialmente parliamo di un gatto abbastanza tranquillo ma anche vivace, poco chiacchierone ma quando lo fa si fa sentire, senza però essere invadente degli spazi del padrone.

È intelligente, affettuoso e anche molto socievole, tanto da adattarsi molto bene anche agli altri animali presenti in casa, compreso il cane.

Potrebbe interessarti anche: Razze di gatti a pelo lungo: i più belli e le loro caratteristiche

Ragdoll

Il Ragdoll possiede un pelo morbido e semilungo dalla consistenza setosa, con poco sottopelo.

Ragdoll
(Foto Adobe Stock)

Il colore base è presente solo nelle parti fredde del corpo, ovvero nei cosiddetti “point“.

Un disegno bianco ricopre il colore nella parte centrale del corpo, il Radgoll all’apparenza sembra proprio pupazzo di peluche e questo effetto è marcato dalla gorgiera (collare di pelo fitto e lungo che accerchia il collo).

Tutte le colorazioni del pelo possono essere anche colori point e nel Ragdoll esistono diverse varietà cromatiche: Seal Colorpoint, Blu Colorpoint, Chocolate Colorpoint, Lilac Colorpoint e recentemente anche Red Colorpoint e Cream Colorpoint, che sono i colori tipici dei gatti di razza.

Per quanto riguarda la toelettatura è facile da gestire, grazie alla mancanza di sottopelo. Basterà prendere l’abitudine di spazzolarlo una volta a settimana, abituandolo sin da piccolo, evitando così drammatici momenti di ribellione.

Il Ragdoll è gatto di taglia grande con un peso di circa 9 kg è uno dei gatti domestici più grandi. Possiede una corporatura massiccia e muscolosa e grandi occhi blu.

Caratterialmente questo gatto è considerato perfetto per la famiglia, in quanto ama giocare ma ama anche starsene tranquillo e addirittura nascondersi per riposarsi. Ma molto spesso sa essere l’ombra del suo padrone diventando persino appiccicoso.

British Longhair

Il British Longhair possiede un pelo medio-lungo molto fitto e setoso, dotato di un sottopelo abbastanza cresciuto e denso.

razze di gatti che si mostrano meno affettuosi
(Foto AdobeStock)

I colori caratteristici sono blu che è quello più diffuso e poi nero, bianco, crema, lilla, cioccolato, rosso e alcuni più recenti come caramello e fulvo.

Inoltre sono ammesse diverse combinazioni e pattern sul mantello (bicolore, tabby, tartaruga, fumo, colorpoint e tinta unita).

Per quanto riguarda la toelettatura questo gatto necessita di spazzolature frequenti, per evitare la formazione di grovigli e di nodi. È quindi importante dedicare almeno due o tre giorni a settimana e intensificare durante la muta.

Il British Longair è un gatto di taglia media che arriva a pesare tra i 5 e i 6 kg. Possiede un corpo massiccio, muscoloso e compatto, detto cioè cobby’.

Caratteristici sono gli occhi grandi e rotondi che possono essere blu zaffiro, rame, oro intenso e arancione. Caratterialmente è un gatto che va perfettamente d’accordo con i bambini e con gli altri animali.

Ama molto giocare, ma è anche molto tranquillo e calmo, capace di mostrare molto esplicitamente l’affetto per il suo padrone. Occhio però a non lasciare la porta aperta, adora le piccole fughe.

Angora turco

L’Angora turco possiede un mantello che presenta variazioni stagionali, ma comunque setoso, morbido, sottilissimo e assolutamente privo di sottopelo.

gatto turco
(Foto AdobeStock)

Risulta medio sul corpo e si allunga sulla gorgiera (collare di pelo fitto e lungo che cinge il collo).

Il colore può essere bianco, rosso, crema, nero, blu, silver, squama di tartaruga, calico, calico diluito. Per quanto riguarda la toelettatura, occorre spazzolare bene e farlo almeno due volte alla settimana.

La mancanza di sottopelo rende più facile l’operazione, in quanto è molto difficile che si formino nodi su cui applicarsi.

Per un’ottima toelettatura gli esperti consigliano un’ottima la spazzola cardatrice, che si trova in tutti i negozi specifici di prodotti per animali.

L’angora turco è un gatto di taglia media, con un peso di circa 5 kg.

Possiede un corpo muscoloso ma con ossatura minuta, allungato e slanciato, con caratteristici occhi a forma di mandorla, legati al colore del mantello ma che possono essere: blu, impari, ambra o verde in base al mantello.

Caratterialmente parliamo di un gatto vivace e con una spiccata personalità, allo stesso tempo equilibrato e tranquillo.

Amante delle coccole e delle carezze, molto preciso nelle sue cose e con la pretesa di avere i pasti e le coccole sempre allo stesso orario.

Raffaella Lauretta