Home Gatti Razze di gatti Gatto Certosino: carattere, prezzo, salute, alimentazione, cuccioli

Gatto Certosino: carattere, prezzo, salute, alimentazione, cuccioli

Scheda completa sul gatto Certosino: tutto quello che c’è da sapere sul re dei gatti, tra le razze feline più antiche al mondo.

chat chartreux
(Foto Adobe Stock)

Di origini francesi, pare che il nome del gatto Certosino richiami l’ordine di monaci che per primi si presero cura di questa razza. Dalle eccellenti abilità di cacciatore e dal temperamento mansueto, approfondiamo insieme la conoscenza di questo splendido micio.

Informazioni generali sulla razza

Signori e signore, sua maestà il gatto Certosino. Ecco le info da conoscere su questa razza felina dall’aspetto regale e dal carattere irresistibile.

certosino
(Foto Pixabay)
  • Soprannome: Re dei gatti
  • Origine: Francia
  • Vita media: 15 anni
  • Dimensioni: medio-grandi
  • Peso: 5-7 kg
  • Anallergico: no
  • Tendenza a fuggire: sì
  • Tendenza ad ingrassare: sì
  • Tendenza a miagolare: no
  • Tendenza a soffrire la solitudine: no
  • Clima: si adatta bene a ogni tipo di clima
  • Compatibile con bambini: sì
  • Compatibile con altri animali: sì, purché adeguatamente socializzati

Quanto costa un Certosino

Stai pensando di accogliere un Certosino nella tua casa e nel tuo cuore? Il prezzo per un esemplare di questa razza si assesta intorno ai 900 euro.

Naturalmente, il costo del micio dipende dall’allevamento cui ci si rivolge, dal sesso e dall’età.

La cifra per il mantenimento di questo felino, invece, è di circa 40 euro al mese.

Habitat e stile di vita ideale

Vista la sua indole placida e rilassata, il gatto Certosino è un micio perfetto per la vita in appartamento. Tuttavia, è importante che il micio abbia a disposizione un’area in cui dedicarsi al gioco e all’attività fisica.

Infatti, non solo è un’abile predatore, ma tende anche all’accumulo di peso. Per questo, qualora non abbia a disposizione un giardino in sicurezza in cui correre, saltare e arrampicarsi, il miglior consiglio è quello di allestire una zona della casa, ricorrendo ad un adeguato arricchimento ambientale.

Gli accessori che non possono mancare? Tiragraffi, giochi, percorsi rialzati, mensole e tunnel: il divertimento del quattro zampe è assicurato.

Gatto Certosino: origini e storia della razza

Il gatto Certosino è tra le razze più antiche: scopriamo tutte le tappe che hanno caratterizzato la sua storia.

gatto certosino
(Foto Adobe Stock)

Giunto in Europa dal Medio Oriente durante il medioevo, una coppia di questi mici fu donata ai monaci delle Certose dai Crociati ritornati dalle loro spedizioni, in cambio di ospitalità.

Tra le maggiori abilità del Certosino, infatti, ci sono quelle predatorie: si tratta di un incredibile cacciatore di topi. Per lungo tempo, quindi, questo gatto fu impiegato a protezione delle riserve alimentari e dei preziosi manoscritti.

Il primo allevamento della razza in tempi moderni risale al 1939. Dopo la seconda guerra mondiale, gli esemplari rischiarono l’estinzione e furono incrociati con altre razze, tra cui il British Shorthair blu.

In Italia, questo splendido micio divenne noto grazie all’impegno del pittore Giorgio Toninelli, che nel 1994 fondò il Club del gatto Certosino.

Aspetto e caratteristiche fisiche

Manto folto e lanoso, sguardo ipnotico: non c’è dubbio che il gatto Certosino abbia un aspetto a dir poco incantatore. Scopriamo quello che c’è da sapere sui suoi attributi fisici.

certosino
(Foto Adobe Stock)

Corpo

Il gatto Certosino presenta una corporatura robusta e ben piazzata. Le spalle sono ampie e muscolose, il petto è profondo. L’ossatura grande gli conferisce un aspetto agile e poderoso al tempo stesso.

I mici di questa razza possono raggiunge un’altezza compresa tra i 30 e i 40 centimetri, per un peso massimo di 7 kg.

Testa

La testa del gatto Certosino è grande e dalla forma rotonda. Le orecchie, di ampiezza e larghezza medie, fanno capolino dal muso tenero e sornione.

Gli occhi di questi esemplari sono magnetici: grandi e rotondi, possono assumere varie colorazioni tra cui oro, rame e arancione.

Manto

Il mantello del Certosino è corto, dalla consistenza fitta e lanosa. Il colore della razza si declina in numerose sfumature di blu e grigio. Tra queste, la più apprezzata è la variante argento.

Zampe

Le zampe del gatto Certosino appaiono corte, forti e robuste. Le loro estremità sono rotonde e di grandezza media.

Carattere del gatto Certosino

Oltre al suo fascino magnetico, il gatto Certosino dispone di numerose altre carte vincenti, con cui riesce a conquistare facilmente il cuore della sua famiglia. Ecco cosa c’è da sapere sull’indole di questa razza.

certosino
(Foto Adobe Stock)

Il gatto Certosino è un micio dal carattere tranquillo, affettuoso e socievole. I suoi passatempi preferiti? Trascorrere del tempo con il proprio umano del cuore.

Poco importa che ci si dedichi a giochi e attività divertenti, o ci si rilassi in poltrona: proprio come una fedele ombra, questo micio sarà sempre al proprio fianco.

Compatibilità con bambini e altri animali

Visto il suo temperamento mansueto e paziente, questa razza è particolarmente indicata per i bambini. Vispo, intelligente e protettivo, il gatto Certosino si rivela un ottimo compagno di avventure per i più piccoli.

Questi mici sono adatti anche alla convivenza con altri animali. Che appartengano alla loro specie oppure no poco importa: ciò che conta è che il processo di conoscenza avvenga gradualmente, nel rispetto del carattere sensibile e placido del gatto.

Da non sottovalutare, la presenza di punti strategici di esclusiva pertinenza del Certosino, in cui il quattro zampe possa rilassarsi e sentirsi al sicuro.

Salute e cura

A questa razza appartengono esemplari forti e sani, la cui durata media di vita si aggira intorno ai 15 anni.

certosino
(Foto Adobe Stock)

Tuttavia, ci sono una serie di patologie comuni nel gatto Certosino, che si trasmettono per via genetica. Le malattie più frequenti sono:

  • Displasia dell’anca;
  • Malattia del rene policistico;
  • Lussazione della rotula;
  • Calcoli di struvite.

Come prendersi cura del gatto Certosino? Il manto di questo micio non necessita di particolari attenzioni. Sarà più che sufficiente spazzolarlo quotidianamente, per rimuovere lo strato di peli morti ed evitare la formazione di nodi e boli.

Poiché questa razza tende a secernere notevoli quantità di cerume, occorrerà pulire abitualmente le orecchie del micio, servendosi di appositi prodotti.

Da non dimenticare, l’igiene dei denti: il Certosino, infatti, è soggetto all’accumulo di tartaro.

Gatto Certosino: alimentazione ideale

Qual è l’alimentazione ideale del gatto Certosino? Ecco tutti gli alimenti essenziali, che non possono assolutamente mancare nella sua dieta.

alimentazione gatto certosino
(Foto Adobe Stock)

Vista l’estrema golosità di questo quattro zampe, e la sua tendenza ad accumulare peso in eccesso, è fondamentale formulare un piano nutrizionale che tenga conto di età del micio, stile di vita e condizioni di salute.

Trattandosi di un carnivoro, nella dieta del gatto Certosino non possono mancare proteine di origine animale, a cui vanno aggiunti vegetali, sali minerali, grassi, carboidrati, vitamine e acqua.

A seconda delle tue esigenze, potrai optare per un’alimentazione casalinga, che prevede la preparazione di pasti freschi per il micio, o industriale. Quel che conta, in ogni caso, è l’utilizzo di ingredienti di primissima scelta.

Riproduzione e cuccioli

Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere su accoppiamento, riproduzione e gattini.

curiosità gatto certosino
(Foto Adobe Stock)

Il periodo ottimale per l’accoppiamento degli esemplari di questa razza si aggira intorno al primo anno di vita. La gravidanza ha una durata media di 65 giorni, al termine dei quali vengono alla luce circa tre o quattro gattini.

I cuccioli hanno una crescita graduale, che termina definitivamente verso i 2 o 3 anni. Durante i primi mesi, il manto del gatto Certosino presenta delle striature tabby, che tendono a scomparire da sé.

Nomi per il tuo Certosino

Stai pensando di adottare un Certosino e sei alla ricerca del nome perfetto per il tuo amico a quattro zampe?

prendersi cura gatto certosino
(Foto Adobe Stock)

Si tratta di una decisione importante: un nome è per sempre. Il miglior consiglio è quello di sceglierne uno che possa richiamare una caratteristica fisica o caratteriale del tuo micio.

Prediligi appellativi corti e facilmente memorizzabili dal felino. In questo articolo, potrai trovare oltre 6500 idee per nomi di gatto femmina e maschio.

Tra quelli più gettonati per il Certosino ci sono:

  • Femmine: Ombra e Circe;
  • Maschi: Grey e Peter.

Curiosità sul gatto Certosino

Infine, chiudiamo la nostra scheda con una serie di curiosità sul Certosino: ecco le chicche imperdibili che riguardano questo meraviglioso gatto.

Adottare un Certosino (Foto Adobe Stock)
(Foto Adobe Stock)
  • Da dove deriva il nome del gatto Certosino? Secondo alcuni, dai monaci delle Certose, cui una coppia di questi esemplari fu portata in dono dai Templari, come ringraziamento per l’ospitalità ricevuta. Secondo altre fonti, invece, questo appellativo deriverebbe dalla “lana del Certosino“, un particolare tipo di lana proveniente dalla Spagna, che ricorda molto il mantello folto e compatto di questa razza.
  • A questa razza appartengono numerosi Very Important Cat. Tra di essi, i mici appartenuti al poeta Baudelaire e al presidente francese Charles De Gaulle. Da non dimenticare Sasha, la micia protagonista de “La gatta”, un romanzo breve a opera della scrittrice Colette;
  • C’è un proverbio che recita: “I persiani sono i gatti dei re, i certosini sono i re dei gatti”;
  • Nel 1930, all’esposizione di Parigi, la gatta Mignonne è stata eletta “il più bel Certosino del mondo”;
  • Gli esemplari di questa razza somigliano molto al Korat e al Blu di Russia, con cui vengono spesso confusi;
  • La pelliccia del Certosino ricorda incredibilmente quella del visone. Proprio per questo, tali mici hanno rischiato l’estinzione.

Laura Bellucci