Home Gatti Salute dei Gatti Ascaridi nel gatto: tutto su questi parassiti intestinali che colpiscono micio

Ascaridi nel gatto: tutto su questi parassiti intestinali che colpiscono micio

Gli ascaridi nel gatto possono colpire il micio anche in tenera età. Ecco tutto ciò che c’è da sapere su questi parassiti.

ascaridi gatto
(Foto Adobe Stock)

L’intestino del gatto può essere infestato da molti parassiti, i più comuni sono gli ascaridi. Questi ultimi conosciuti anche con il termine “vermi” possono colpire i felini adulti ma soprattutto i gattini.

L’infestazione degli ascaridi nel gatto è molto pericolosa, per questo è necessario sapere tutto su questi vermi. Scopriamo tutto qui di seguito.

Ascaridi nel gatto: cosa sono e come si trasmettono

Gli ascaridi sono vermi di forma cilindrica, per questo conosciuti anche come vermi tondi, che infestano e vagano nell’intestino del gatto.

Lettiera per il gatto fai da te (Foto Adobe Stock)
Foto Adobe Stock)

L’infestazione degli ascaridi avviene per ingestione delle uova larvate di questo parassita che una volta raggiunto l’intestino del micio si schiudono e rilasciano le larve.

Queste ultime vagano per l’organismo del gatto, diventando con il tempo dei vermi adulti e poi ritornano nell’intestino per deporre uova.

Le modalità di trasmissione di questi vermi possono essere tante, tra cui:

  • Da gatta a gattino: se la gatta è infetta, le larve presenti nelle ghiandole mammarie si trasferiscono al gattino durante l’allattamento;
  • Attraverso altri animali: piccoli animali come i topi, possono aver ingerito le uova di questi parassiti e trasmetterle al gatto che lo mangia quando gli da la caccia.

Potrebbe interessarti anche: Parassiti del gatto: quali sono, sintomi, rimedi e rischi per l’uomo

Ascaridi nei gatti: sintomi, diagnosi e terapia

Non sempre il gatto può presentare sintomi se è in atto nel suo organismo un’infestazione da ascaridi. Tuttavia quando questi parassiti sono presenti nei gattini possiamo riscontrare i seguenti sintomi:

L’infestazione degli ascaridi se non curata in tempo può causare la morte del micio.

Diagnosi e terapia

lettiera del gatto
(Foto Pinterest)

L’unico modo per diagnosticare la presenza di vermi intestinali nel gatto è portare quest’ultimo dal veterinario, il quale effettuerà un esame coprologico.

Affinché lo specialista possa effettuare tale analisi, è opportuno che raccogliate le feci del gatto per poi portarle al veterinario.

Nel caso in cui quest’ultimo confermi la presenza degli ascaridi all’interno dell’intestino del micio, vi prescriverà la cura.

Quest’ultima solitamente consiste nell’assunzione da parte del micio di vermifughi, che possono essere per via orale o per applicazione esterna, per esempio un collare.

Potrebbe interessarti anche: Gli strongili nel gatto: cause, sintomi e terapia della patologia

Prevenzione

Per prevenire l’infestazione di ascaridi nel gatto, sia durante che dopo il trattamento, è opportuno tenere sempre pulita la sua lettiera e il suo ambiente abituale.

Sarebbe opportuno anche portare a controllo il proprio gatto frequentemente soprattutto nelle prime settimane di vita.

Inoltre è necessario disinfettare tutta la casa e lavare spesso le mani in quanto questo verme può infettare anche l’essere umano, attraverso il tocco di oggetti contaminati da residui fecali infetti.

I soggetti più a rischio di essere infettati da tali vermi sono i bambini in quanto toccano spesso tutto e mettono le loro manine in bocca.

Marianna Durante