Home Gatti Salute dei Gatti Colpo di calore nel gatto: sintomi, cosa fare, conseguenze

Colpo di calore nel gatto: sintomi, cosa fare, conseguenze

Come riconoscere un colpo di calore nel gatto? Scopriamo insieme cosa fare per aiutare il micio a recuperare benessere e serenità.

Colpo di calore nel gatto
(Foto Pixabay)

Con l’arrivo dell’estate e l’avvento dei cambiamenti climatici, anche i nostri amici a quattro zampe sono esposti ai numerosi rischi provocati dalle temperature roventi. Tra questi rientra anche il colpo di calore, che può colpire non solo umani e cani, ma anche il gatto. Ecco come comportarsi nel caso in cui il micio sia colpito da questo disturbo.

Colpo di calore nel gatto: cos’è e come si manifesta

Il colpo di calore si manifesta quando la temperatura corporea del gatto manifesta un innalzamento improvviso e repentino.

capire se il gatto ha caldo
(Foto Pixabay)

Attenzione: questa condizione non va confusa con la febbre, che è generalmente causata da un virus.

Nel caso del colpo di calore, infatti, a determinare il malessere dell’animale è l’elevata temperatura esterna, che porta la temperatura corporea del micio a superare i 40 gradi.

A differenza degli esseri umani, cani e gatti non sudano per disperdere il calore. La termoregolazione nei felini avviene mediante svariati meccanismi. Ad esempio, il calore in eccesso viene eliminato mediante i cuscinetti.

Tuttavia, ci sono alcune circostanze in cui l’organismo non riesce adeguatamente a mantenere regolare la propria temperatura interna, tra cui:

  • Esposizione prolungata al sole;
  • Ambiente troppo caldo e scarsamente ventilato;
  • Fattori di rischio, come età avanzata, conformazione brachicefala del muso, sistema immunitario debole.

Potrebbe interessarti anche: Ustioni e scottature nel gatto: riconoscerle, prevenirle e curarle

Colpo di calore nel gatto: i sintomi

Un micio colto dal colpo di calore manifesta una serie di disturbi comuni, tra cui:

  • Ipersalivazione;
  • Respiro affannoso e dispnea;
  • Debolezza;
  • Battito cardiaco accelerato;
  • Convulsioni;
  • Irrequietezza;
  • Perdita di coscienza.

Come rinfrescare un gatto quando ha caldo?

Cosa fare in caso di colpo di calore nel gatto? Ci sono una serie di accortezze indispensabili da mettere in pratica per salvare la vita del felino.

Il micio è malato
(Foto Pixabay)

In primo luogo, è indispensabile cercare di abbassare la temperatura corporea dell’animale. Tuttavia, occorre evitare di farlo in modo repentino, poiché rischieremmo di indurre uno shock termico nell’animale.

Per questo, si consiglia di mettere il micio al riparo dal sole, in un luogo fresco e ventilato, bagnando mucose, naso, inguine e la zona sotto alle zampe.

Si raccomanda di lasciarlo tranquillo, senza forzarlo a muoversi o a interagire: il quattro zampe deve avere tempo di recuperare le forze.

Il miglior consiglio è di chiedere l’assistenza telefonica del veterinario, in modo da ricevere le indicazioni più opportune e agire nel modo giusto a seconda dell’evolversi della situazione.

Una volta che il micio si sarà ristabilito, è essenziale sottoporlo a una visita veterinaria volta ad accertare le sue condizioni di salute ed eventuali danni provocati dal colpo di calore.

Potrebbe interessarti anche: Crema solare per il gatto: serve davvero? Come proteggere il micio dal sole

Colpo di calore nel gatto: tutti i rischi

Quali sono le possibili conseguenze del colpo di calore nel gatto?

Questa condizione provoca una sindrome multiorgano, che compromette il funzionamento di più organi contemporaneamente.

Tra i possibili rischi causati dal colpo di calore ci sono:

  • danni al cuore;
  • danni neurologici;
  • shock circolatorio;
  • danni all’intestino.

L’intervento tempestivo è fondamentale: in caso contrario, infatti, il micio potrebbe morire.