Home Gatti Salute dei Gatti Come far prendere le medicine al gatto senza grandi problemi

Come far prendere le medicine al gatto senza grandi problemi

CONDIVIDI

A primo impatto somministrare medicine al gatto potrà sembrare un’impresa impossibile, ma per riuscirci vi basterà seguire questi semplici trucchi

gatto, pillole
Gatto alle prese con le pillole (Foto fonte iStock)

Il vostro gatto sta male e il veterinario ha prescritto una cura farmacologica? È la prima volta che somministrate medicine e non sapete come fare e potrà reagire? Al contrario, conoscete il vostro felino e sapete già che vi aspetta un’impresa dai contorni epici?
Niente paura: che siano pasticche, polverine, liquidi, gocce auricolari o colliri oftalmici questa piccola guida vi aiuterà ad affrontare il problema perché il consiglio di Mary Poppins “basta un poco di zucchero e la pillola va giù” non va bene per i nostri amici a quattro zampe.

A ogni medicina il suo consiglio

gatto, occhiali
Gatto con occhiali (Foto fonte Pixabay)

Il gatto non sopporta le costrizioni quindi nel dare medicine non siate mai brutali e bruschi, ma al contrario determinati e rapidi. Ecco come fare a seconda del farmaco da somministrare.

  • Pastiglie o compresse: i gatti riconoscono il rumore del blister o del barattolo e l’odore quindi maneggiate il medicinale senza che il pelosetto se ne accorga. Inserite la pastiglia in bocca, in fondo alla lingua, ma se non ci riuscite provate a nasconderla in un bocconcino prelibato non prima di averla ricopritela di olio di oliva in modo tale da nasconderne il sapore.
  • Polverine: se sono di quantità contenute e non emanano odori particolarmente fastidiosi potete semplicemente mischiarli al cibo. Se al contrario emanano odori sgradevoli sciogliteli in un po’ di panna e spennellate su nasino e/o negli spazi interdigitali. Leccandosi il gatto assumerà la sua medicina. Potete anche decidere di sbriciolare le pastiglie o sciogliere le polverine in un pochino di acqua o di olio di sardina o olio di oliva o pasta di acciughe e quindi trasformare il solido in liquido.
  • Liquidi: niente di più facile… somministrate con una siringa senza ago.
  • Gocce auricolari: che soffra di orecchie calde o altro le gocce sono spesso prescritte dai veterinari. Prendete con delicatezza il vostro gatto e inclinategli la testa in modo tale che il canale auricolare sia messo in verticale e dopo aver dolcemente inclinato il padiglione stesso verso l’esterno della testa introducete il contagocce e fate scendere il medicinale. Concludete l’operazione con un paio di minuti di massaggio al padiglione auricolare esterno sempre mantenendo il canale in verticale.
  • Colliri oftalmici: i gatti soffrono di diverse patologie oculari, tra cui, ad es. la terza palpebra. Come per le gocce, tenete con delicatezza la testa del micio con la mano sinistra e col dito indice tirate la palpebra inferiore verso il basso. Con pollice, indice e dito medio della mano destra tenete il flacone, mentre con l’anulare tirate la palpebra superiore verso l’alto. A questo punto fate scendere il numero di gocce indicate dal veterinario.

Occhio, inoltre, a questi altri 5 piccoli consigli!

  1. Evitate di mettere il dito tra i denti del gatto per diminuire la possibilità che ti morda;
  2. siate molto pazienti e dategli la medicina lentamente;
  3. non somministrare mai una dose superiore rispetto a quella prescritta dal veterinario;
  4. chiedete a quest’ultimo se potete schiacciare le pasticche per trasformale in liquido, non decidetelo senza averlo consultato;
  5. premiate il pelosetto, magari con un boccone del suo cibo preferito.

Potrebbe interessarti anche >>>

S.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI