Home Gatti Salute dei Gatti Omega 3 per il nostro gatto: rischi e benefici per la salute...

Omega 3 per il nostro gatto: rischi e benefici per la salute del micio

Usare gli omega 3 può far bene alla salute di noi umani, ma andrà bene anche per il nostro gatto? I benefici e rischi per il micio.

gatto dare omega 3 rischi benefici
(Foto Pixabay)

I benefici dell’Omega 3 per noi umani sono ormai noti e conosciuti da tutti. Ma questo acido grasso sarà adatto anche alla salute dei nostri animali domestici? Il nostro gatto può avere dei benefici dall’Omega 3, ma se lo usiamo in modo corretto e senza pericoli.

Omega 3 per i gatti

Gli omega 3 sono acidi grassi essenziali polinsaturi, che compongono naturalmente le membrane cellulari, dalle grandi proprietà antinfiammatorie. Per questi motivi, sono ottimi per la salute.

camomilla per il gatto
(Foto Adobe Stock)

Noi umani possiamo assumerli tramite gli alimenti che mangiamo, ma i gatti non possono farlo, perché non sono in grado di sintetizzare queste sostanze.

Specialmente i gatti la cui dieta è composta da alimenti cotti ad alte temperature, possono avere grandi benefici degli Omega 3, che di solito vengono distrutti dal calore.

Inoltre, dovremmo cercare di mantenere sempre un perfetto equilibrio tra Omega 3 ed Omega 6. Ma bisogna sempre acquistare dei prodotti specifici per animali, perché la concentrazione sia perfetta.

Un integratore a base di Omega 3 non pensato specificamente per gli animali potrebbe infatti creare problemi di digestione al micio, e non dobbiamo mai esagerare con le dosi. Inoltre, evitare del tutto dolcificanti, olio di rosmarino ed aromi.

Ma da dove derivano questi Omega 3? Si può trovare in vari alimenti, che possiamo quindi integrare nella dieta del gatto.

Solitamente si trova nell’olio di pesce (specialmente il pesce azzurro), ma anche in alcuni vegetali, come l’olio di soia, il lino ed il suo olio, e i semi di chia.

Molti alimenti per gatti di alta qualità vengono anche integrati con tali olii, ma si  trovano anche in un’altra versione, come integratori per via orale.

Potrebbe interessarti anche: Dare l’Omega 3 al cane: rischi e benefici per il nostro Fido

I benefici per il gatto dell’Omega 3

Il motivo per cui dovremmo integrare l’alimentazione del gatto con l’Omega 3, è che questo olio ha molti benefici per la salute del nostro micio.

omega 3 cani gatti
(Foto Pixabay)

Questo acido grasso ha infatti molti benefici: effetto antinfiammatorio, antiossidante e anticoagulante. Viene infatti usato per trattare molte patologie.

Durante la gestazione e l’allattamento dei gatti, molti veterinari consigliano un’integrazione alla loro dieta di Omega 3.

La funzione principale di questi acidi grassi è la sua naturale azione antinfiammatoria, perfetta per i gatti che soffrono di infiammazioni e problemi alla pelle, al cuore e alle articolazioni.

Per questo, l’uso di integratori di questo tipo può essere perfetto in vari casi:

  • Problemi articolari: in genere, l’Omega 3 è usato contro le infiammazioni articolari e i problemi di mobilità, ma anche in caso di peso eccessivo.
  • Problemi ai reni: riduce il contenuto di proteine nelle urine del gatto.
  • Problemi cardiaci: può essere utile per ridurre i casi di problemi al cuore e di aritmie cardiache.
  • Migliora inoltre la qualità della pelle e del pelo, nutrendo entrambi.

I veterinari consigliano quindi l’uso di Omega 3 per questi motivi, sia con un’alimentazione ad hoc, che con integratori orali (capsule o olii) per varie patologie.

Alcune delle patologie solitamente curate con questo acido grasso sono malattie digestive feline, malattie cardiovascolari, ipertrigliceridemia, malattie degli occhi, patologie autoimmuni, dermatite atopica.

In ogni caso, è importante che sia il nostro veterinario a consigliare, prescrivere e controllare l’uso dell’Omega 3 per il gatto. Ogni abuso può portare infatti a problemi digestivi ed obesità.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto può mangiare cibo umano? Rischi e benefici di alcuni alimenti

F. B.