Home News Appello di AIDAA “Aprite le parrocchie i randagi! Hanno freddo”

Appello di AIDAA “Aprite le parrocchie i randagi! Hanno freddo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:28
CONDIVIDI

Anche quest’anno con l’abbassarsi delle temperature si teme per la vita di moltissimi animali che vivono nelle strade di tutto il paese. AIDAA lancia un appello alle parrocchie e ai comuni.

animali al freddo

Sarebbero più di 4500 i senza tetto con al seguito animali che in questo gelido periodo vagano per le strade italiano senza un posto caldo dove passare la notte, tra questi più di 800 sarebbero donne.

Basandosi su questi dati allarmanti AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente) ha rilasciato un comunicato chiedendo ai sindaci dei comuni e ai parrocchiani di aprire i luoghi pubblici e le parrocchie per far stare al caldo sia i proprietari senza tetto che gli animali.

Appello AIDAA alle parrocchie

animali al freddo
animali al freddo

A causo di questo freddo infatti la vita degli animali è a repentaglio soprattutto di quelli più avanti con l’età, nella nota diffusa dai media dall’associazione che da anni si prodiga per difendere gli animali ha diramato un appello esprimendo un pensiero per tutti i senza tetto, invitando tutte le persone di buon cuore che abitano in zone con una presenza di randagi molto elevata di lasciare aperti i luoghi in cui queste povere creature infreddolite potrebbero recarsi per passare la notte.

Qualsiasi tipo di locale come garage, cascine,cantine,per i privati e chiedendo ai comuni di lasciare aperte stazioni ferroviarie o luoghi pubblici richiedendo anche ai parroci delle parrocchie di lasciare aperti gli oratori.

Nel comunicato è stato anche richiesto se possibile di lasciare  contenitori o ciotole con del cibo e con acqua, per far si che gli animali oltre che riscaldarsi e ripararsi dalla pioggia possano anche nutrirsi e abbeverarsi.

Queste povere creature infatti non meritano di soffrire terribilmente va sempre ricordato infatti che come gli esseri umani sentono freddo anche gli animali s pur provvisti di una folta pelliccia soffrono comunque sia il freddo che la fame.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI