Home News Costretta dai genitori, bambina abbandona il cane con una lettera e tutte...

Costretta dai genitori, bambina abbandona il cane con una lettera e tutte le sue monete

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:46
CONDIVIDI

I genitori di una bambina di sette anni l’hanno costretta ad abbandonare il suo cane. La piccola ha così preso il cucciolo e l’ha messo in una scatola con una lettera e tutte le sue monete

bambina abbandona cane costretta genitori
Cristalita, la cucciola abbandonata in una scatola con una lettera e delle monetine (Foto Facebook)

Una storia che ha dell’incredibile, seppur vera. La vicenda è accaduta in Messico, nella città di Tijuana, dove i genitori di una bambina, di appena sette anni, hanno costretto la figlia a “disfarsi” della sua cucciola perché “non di razza”.

La bambina, non essendo in condizioni di poter disobbedire all’ordine imposto e conscia di non essere in grado di badare da sola al suo fedele amico a quattro zampe, né di provvedere economicamente ai suoi bisogni, ha compiuto un toccante e premuroso gesto nei confronti della suo adorato animale domestico.

Costretta ad abbandonare il suo cucciolo, bambina gli scrive una lettera

cucciola abbandonata lettera monetine
Cristalita, la cucciola abbandonata in una scatola con una lettera e delle monetine (Foto Facebook)

E’ sorprendente come, in innumerevoli occasioni, i bambini diano dimostrazioni di responsabilità e di amore, agendo in modo coscienzioso a differenza di molti adulti.
E anche la bambina di questa storia, obbligata a compiere un gesto crudele, ne ha dato prova.

A riportare la vicenda è Paty, una donna che un giorno, aprendo la sua porta di casa, si è ritrovata davanti un cucciolo abbandonato in una scatola, con una lettera e delle monetine al suo interno.

Nella straziante missiva la piccola raccontava la loro toccante storia: “Ciao, mi chiamo Jasmín e lei è Cristalita. Ho dovuto lasciarla alla tua porta perché i miei genitori non la vogliono perché non è di razza come la mamma”.

La cucciola, di soli pochi mesi, sarebbe nata dalla loro cagna, ma essendo una meticcia non era “degna” di far parte della famiglia.
La bambina spiega di essere venuta a conoscenza che Paty è una volontaria che prende in carico animali privi di una casa e bisognosi di cure.

Dato che i suoi genitori erano intenzionati a disfarsi della cagnolina, la piccola ha pensato di affidarla a qualcuno che si sarebbe occupato di lei.

“Ho pensato che era meglio lasciarla a te in modo che non soffra il freddo e abbia del cibo. Non posso prendermi cura di lei, ho solo 7 anni e non mi danno molti soldi per il suo cibo.”

Così la bambina ha deciso di dare tutte le monetine che era riuscita a mettere da parte per contribuire ai bisogni della cucciola.
“Prenditi cura di lei ti prego, ti lascio 8 pesos, dille che la amo“.

Potrebbe interessarti anche: Il padre picchia il suo cucciolo: lo abbandona al canile col suo gioco preferito

La donna ha riportato l’intera vicenda sul proprio account Facebook, non solo per raccontare la triste e commovente storia ma anche per sottolineare l’importanza di sterilizzare i cani.

Il post in pochissimo tempo è diventato virale, scatenando da una parte la commozione delle persone per il profondo e responsabile gesto di una bimba di soli sette anni e dall’altra l’ira e l’indignazione per la crudele gesto imposto alla piccola dai genitori, solo perché il cane non era di razza.

La donna, una semplice amante degli animali, ha preso in carico la cucciola e l’ha fatta visitare da un veterinario, con l’intento appena possibile di trovarle una nuova famiglia.

M. L.