Home News Bambino di 9 anni vende le proprie opere d’arte per aiutare gli...

Bambino di 9 anni vende le proprie opere d’arte per aiutare gli animali nei rifugi

Ha soli 9 anni  il bambino che ha escogitato un metodo geniale per risolvere un problema che affligge la città in cui vive: sovvenzionare il rifugio per animali cittadino.

bambino 9 anni
Bambino di 9 anni realizza dipinti per aiutare gli animali del rifugio

Un eroe non si distingue per la maschere o per il mantello che indossa, ma per i gesti di umanità che compie. Proprio come questo bambino di 9 anni che vende e scambia le sue opere d’arte non per un tornaconto personale , ma per aiutare i più deboli e bisognosi, gli animali dei rifugi.

Avere nove anni, essere un’artista e avere la voglia di aiutare i più deboli, possono essere gli elementi perfetti per generare un piccolo supereroe.

Bambino dipinge ritratti per aiutare i randagi

Ha soli 9 anni dipinge ritratti di animali domestici per aiutare gli animali meno fortunati nel rifugio della sua città

Pavel Abramov, un bambino russo di 9 anni ha infatti unito il suo talento all’amore per gli animali realizzando qualcosa di straordinario, dipinge bellissimi ritratti di animali domestici non a scopo di lucro o per acquistare qualcosa per se stesso, ma per aiutare i randagi di tutto il paese.

Il piccolo artista vive nella cittadina russa di Arzamas a Nizhny Novgorod e ha deciso di farsi pagare i ritratti con la forma “monetaria” più antica, quella del baratto.

Il bambino dipinge ritratti di animali domestici e in cambio chiede alimenti medicine e tutto quello di cui un rifugio per animali della cittadina  ha bisogno.

Il più giovane volontario della città

Il più giovane volontario della città ha 9 anni e aiuta gli animali del rifugio

Pavel con l’aiuto della sua mamma Ekaterina Bolshakova ha iniziato il progetto “pennello gentile” nel 2018, quando tutta la famiglia fu sconvolta dalla perdita di un amico a quattro zampe. Il bambino soffrendo molto per la grave perdita iniziò a notare tutti quei poveri randagi che vagavano infreddoliti affamati e indifesi nella sua città.

Vedendo tutti quegli animali decise che qualcosa sarebbe dovuta cambiare e che lui avrebbe preso parte, e reso possibile, quel cambiamento. In memoria del suo caro Barsik in modo molto creativo, iniziò incoraggiato dalla mamma, a dipingere ritratti di animali domestici.

Il dipingere animali domestici è venuto in mente al ragazzo dopo aver gestito insieme alla mamma un gruppo creato su un sito social russo chiamato “Di cosa è capace un piccolo volontario?” che ha reso possibile e concreto il sogno di aiutare gli animali randagi.

Pavel è il più giovane volontario dell’unico rifugio di animali presente ad Arzamas, il bambino non è sovvenzionato da nessun’ente ma solo dal suo altruismo.

In cambio dei suoi dipinti che gli vengono commissionati da proprietari di animali domestici, chiede tutto quello che è necessario al rifugio al momento della richiesta del dipinto.

Grazie al suo aiuto nell’ultimo anno sono stati raccolti per il rifugio : grano saraceno, moltissime lattine di cibo per cani medicine , bende, collari, frattaglie, guarnizioni e prelibatezze di manzo, croccantini, giocattoli, guinzagli, farina d’avena, orzo perlato, dolcetti per cani e articoli per la casa come cucce e coperte, e moltissime ossa.

La madre del bambino, Ekaterina ha dichiarato a Bored Panda:”La nostra famiglia è orgogliosa del suo meraviglioso progetto. Le sue giornate sono programmate al minuto, vuole fare assolutamente tutto, non c’è abbastanza tempo “

Pavel sogna di diventare un architetto e costruire un grande rifugio in futuro, per ora contribuisce il più possibile con la sua arte e le sue iniziative umane”.

Il bambino non dipinge solo cani e gatti ma si diletta anche con criceti conigli e qualsiasi animale domestico venga richiesto, l’unica condizione e che i proprietari firmino un’accordo nel quale si impegnano a fornire in cambio del ritratto un tot di almenti o di oggetti che possano servire al rifugio cittadino.

Conosce i nomi di tutti gli animali che ha ritratto e tal volta finito il lavoro li incontra, il bambino dipinge infatti le foto che vengono appositamente portate dai proprietari che raccontano al ragzzo di come abbiano adottato il cucciolo da ritrarre.

L’iniziativa si sta diffondendo rapidamente in tutta la Russia e anche dall’estero iniziano a inviare richieste per far ritrarre i propri animali domestici dal prodigioso Pavel. Alcune delle suo opere sono in Spagna, Germania e arriveranno sicuramente ancora più lontano.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.