Home News Cagnolina legata alla catena dopo la morte della proprietaria

Cagnolina legata alla catena dopo la morte della proprietaria

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:23
CONDIVIDI

Una cagnolina, in seguito alla scomparsa della proprietaria, è stata legata ad una catena e abbandonata a sé stessa

cagnolina legata catena
Maeve, la cagnolina legata ad una catena (Foto Facebook)

La protagonista di questa toccante storia è una dolce cagnolina di nome Maeve.
La cucciola ha vissuto per molto tempo insieme alla sua adorata umana, che non le faceva mancare amore, coccole e qualsiasi cosa avesse bisogno.

Purtroppo però la sua proprietaria è venuta a mancare, e da allora la piccola non ha avuto nessuno che si occupasse di lei. I familiari della padrona defunta hanno legato il cane con una catena in giardino e l’hanno lasciato solo, senza cibo ed acqua, totalmente abbandonato a sé stesso.

Vive legata ad una catena, cagnolina viene salvata

cane legato morte padrona
Maeve dopo essere stata salvata (Screenshot Video)

La cagnolina ha trascorso così i suoi giorni, vincolata e trascurata, magari chiedendosi perché la sua padroncina improvvisamente si sia dimenticata di lei e se l’avrebbe mai più rivista.

Nel frattempo le condizioni della cucciola peggioravano. La grossa e pesante catena a cui era legata non solo le impediva di muoversi e la ostacolava anche nella ricerca del cibo ma le ha procurato una gravissima lesione.

Presumibilmente, in un vano tentativo di liberarsi, Maeve è rimasta impigliata con una delle zampe posteriori nella catena. Il metallo purtroppo le ha causato una pericolosa ferita, che oltre a provocarle dolore, si è infettata.

La zampa della cagnolina ha iniziato a gonfiarsi in modo preoccupante. Il suo stato ha messo in allerta un residente della zona, che ha deciso di contattare un’organizzazione di salvataggio locale per richiedere il loro intervento.

Così i volontari della Safe Hands Rescue sono giunti a salvare la piccola. Appena ha visto i suoi soccorritori, nonostante i giorni tristi in cui era stata crudelmente ignorata, la cagnolina ha iniziato a scodinzolare.

L’associazione ha raccontato il salvataggio di Maeve sulla propria pagina Facebook, commentando così la tenera e spontanea reazione del cane: “Credeva ancora che le persone l’avrebbero aiutata. Credeva ancora che ci fosse qualcosa di bello ad attenderla”.
Nonostante le difficoltà e il dolore causato dalla ferita e dall’abbandono, la cucciola era semplicemente felice che finalmente qualcuno fosse lì per lei.

Purtroppo le condizioni di Maeve non erano le migliori, l’infezione provocata dalla ferita era così grave che il cane stava per rischiare la vita.
Il quattro zampe è stato condotto d’urgenza in una clinica veterinaria nel Kentucky, l’unico modo per salvarla era ricorrere all’amputazione della zampa.

Grazie ad una raccolta fondi, il cane è stato sottoposto all’intervento. I veterinari gli stanno fornendo tutte le cure necessarie per farlo guarire dall’infezione, ma non sono riusciti a salvare il suo arto.

Una volta completamente ristabilita, Maeve verrà trasferita in una struttura nel Minnesota, che si occuperà di lei e si impegnerà a trovarle una famiglia amorevole.

Anche se ora il cane a tre zampe dovrà affrontare ulteriori difficoltà, siamo certi che lo farà sempre con un’immensa grinta e forza di volontà. Perché, come riportano i volontari sulla pagina Facebook della loro associazione “la sua coda non smette di scodinzolare”.

E ci auguriamo che presto trovi ciò che ogni cucciolo più desidera: una famiglia che gli dia tutto l’amore e le attenzioni che queste straordinarie creature meritano.

Potrebbe interessarti anche: Cane costretto a vivere legato ad una catena: viene salvato dopo 9 anni 

M. L.