Home Cani Salute dei Cani Cane a tre zampe: come prendersi cura di un cane tripode

Cane a tre zampe: come prendersi cura di un cane tripode

CONDIVIDI

Adottare un cane a tre zampe può spaventare, ma in realtà il cane tripode non richiede poi cure così differenti da tutti gli altri cani: scopriamo insieme come accudirlo.

cane a tre zampe
Cura del cane a tre zampe (iStock Photo)

Capita più spesso di quanto si possa immaginare di vedere dei bellissimi cani a tre zampe scartati da potenziali famiglie adottive che vanno a visitare i rifugi: spesso, le persone tendono ad aver paura che prendersi cura di un cane tripode sia troppo difficile e preferiscono evitare di portare a casa un esemplare definito a priori “troppo imegnativo”.

In realtà, un cane a tre zampe richiede le stesse cure, attenzioni e responsabilità di qualsiasi altro cane: quindi, se stai pensando di adottare un cagnolino tripode o se il tuo cane ha bisogno di un’amputazione a seguito di un problema di salute o di un’incidente, devi sapere che prendersi cura di lui non sarà poi così difficile come immagini.

Scopri insieme a noi come assicurarti che il tuo cane sia felice e in salute anche con tre zampe invece di quattro.

Il cane a tre zampe: tutto quello che dovresti sapere

cane a tre zampe
Il cane tripode (iStock Photo)

Quando un cane è costretto a perdere una zampa a causa di un incidente o di una malattia diventa un grande esempio di determinazione e resilienza: i cani sono caparbi e si impegnano per rimettersi in piedi e vivere felici anche se restano con soltanto tre zampe.

Sono numerose le storie che vedono protagonisti cuccioli nati con una zampa (a volte anche più di una) in meno, oppure cani adulti che restano tripodi a seguito di un’amputazione ma non si arrendono e imparano a ritrovare equilibrio e gioia di vivere nella loro nuova condizione.

Cause di amputazione nel cane

Di solito si decide di amputare una zampa al cane a seguito di un trauma o un incidente, ma in alcuni casi è possibile che il motivo dell’amputazione dell’arto sia una malattia o più precisamente le sue conseguenze.

Tra le cause di amputazione dovute a malattia, abbiamo ad esempio un tumore alle ossa del cane molto aggressivo oppure i casi in cui la zampa va in cancrena, ad esempio a seguito di una scottatura grave: di solito, si inizia a parlare di possibile amputazione per ustioni dal terzo grado in poi. Infine, esistono alcune patologie del cane anziano che possono rendere necessaria una decisione drastica come l’amputazione di una zampa per aiutare il cane a star meglio.

Cosa fare se il cane deve subire un’amputazione

Quando il veterinario propone l’amputazione di una zampa come soluzione per far star meglio il cane è normale avere un’iniziale reazione di dispiacere e preoccupazione: in realtà, dopo l’intervento non ci saranno grossi cambiamenti. Lo scopo finale sarà sempre quello di garantire al cane una vita felice e in salute, con qualche accorgimento specifico per Fido rimasto con tre zampe.

La cosa migliore da fare è capire bene che essere tripode non va considerato come una disabilità per il cane, che in breve tempo imparerà a camminare, correre, giocare su tre zampe esattamente come faceva quando ne aveva quattro: il vantaggio sarà quello di non rischiare ulteriori problemi di salute o dolori spesso lancinanti.

Quindi, se il veterinario pensa che sia il caso di amputare, ascolta attentamente tutte le motivazioni e le spiegazioni che potrà darti e non aver timore di fare tutte le domande che ritieni opportune prima di dare il tuo consenso all’operazione.

Prendersi cura di un cane tripode

Influenza nel cane

Nella fase immediatamente successiva all’intervento chirurgico di amputazione di una zampa, il cane avrà bisogno di qualche attenzione in più: ovviamente è fondamentale sapere cosa fare rispetto all’anestesia del cane e come prendersi cura della ferita chirugica e dei punti di sutura di Fido.

Questa primissima fase può causare un po’ di difficoltà e nervosismo, in quanto il cane non sarà felice di dover stare fermo e spesso ci saranno problemi nella somministrazione dei farmaci: a tal proposito, puoi leggere il nostro articolo sui trucchi per dare le medicine al cane senza problemi.

Le prescrizioni del veterinario vanno seguite alla lettera e per tutto il tempo necessario: in questa fase, il cane avrà bisogno di uno spazio tranquillo e con superfici morbide per riposarsi. Inoltre, è utile tenerlo in una stanza con il pavimento coperto da moquette o tappeti che lo aiuteranno a camminare sul morbido.

Quando il cane a tre zampe inizierà a sentirsi meglio e riprenderà a camminare, sarà fondamentale aiutarlo a tenere in esercizio muscoli e articolazioni facendogli fare esercizio fisico regolarmente: a tal proposito, il cane tripode non deve subire alcun tipo di limitazione rispetto a qualsiasi altro cane. Se Fido dovesse accusare qualsiasi tipo di dolore o disagio camminando o correndo sarà lui stesso a farlo capire.

Attenzione a mantenere sotto controllo il peso del cane a tre zampe: è fondamentale che non ingrassi troppo.
Infine, se noti che il cane tende ad affaticarsi facilmente, contatta il veterinario e prendi in considerazione l’idea di rivolgerti a un fisioterapista veterinario per una corretta e completa riabilitazione.

Potrebbe interessarti anche:

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI