Home News Cane adottato dopo essere stato raccolto in strada: merito di Facebook

Cane adottato dopo essere stato raccolto in strada: merito di Facebook

CONDIVIDI

Cane adottato dopo aver peregrinato per le vie della città. Il fatto è successo in Campania, a Torre Annunziata, popoloso comune situato in provincia di Napoli. Il quattrozampe al quale la buona sorte ha finalmente arriso è una cucciola di Labrador, che era stata notata in strada visibilmente impaurita. Aveva anche un collare di metallo, segno che deve essere appartenuta a qualcuno. Ma la sensazione è che da diverso tempo fosse stata ormai abbandonata. Non ha mai creato problemi, e con tutta probabilità era alla ricerca di qualcosa in grado di cambiare la sua mesta condizione. Grazie al tam tam mediatico tante persone sono venute a sapere di questa bella cucciolona. Si pensava realisticamente che fosse stata smarrita da qualcuno, ma nessuno si è fatto avanti per reclamarla. Ed alla fine l’idea diffusa è che fosse stata effettivamente abbandonata.

Intanto l’aveva presa in consegna una ragazza, almeno per un paio di giorni. Questa ha accolto il cane adottato in casa sua. Il suo nome è Angela e sempre sul gruppo Facebook appositamente aperto per il quattrozampe, ha fatto sapere di averlo preso con se finché non ci sarebbero stati sviluppi. Sia che si fosse trovato un eventuale padrone, sia che si fosse fatto avanti qualcuno disposto ad adottare l’animale. Angela purtroppo non è in condizioni di poterlo fare. Entro pochissimo tempo, alla fine, si è fatta avanti una persona. È il signor Nino, anch’egli residente a Torre Annunziata e che ha preso con se il cane adottato.

Cane adottato, una storia a lieto fine: ma non è sempre così

Qualche settimana fa invece si era avuta una storia del tutto differente, purtroppo. Un’altra cagnolina era stata adottata dopo aver trascorso 3 anni in canile. Le cose sembravano essersi messe finalmente per il meglio quando una donna si era presentata nella struttura ed aveva scelto proprio lei come nuovo animale domestico da portare a casa. Il sogno di questa cucciolina è durato però appena una settimana. La motivazione addotta dalla donna è stata ai limiti dello sconcertante: “È troppo timida per noi”. E così quella povera quattrozampe è tornata di nuovo ad una esistenza di vuotezza.