Home News Abbandono con beffa: cane chiuso in gabbia con un cartello “Free Dog”

Abbandono con beffa: cane chiuso in gabbia con un cartello “Free Dog”

Un cane è stato abbandonato in un vicoletto, chiuso in una gabbia, con un cartello che riportava “Free Dog”

cane chiuso gabbia free dog
Bruno, il cane chiuso in una gabbia con un cartello “Free dog” (Foto Facebook)

La cattiveria umana non solo si rende artefice di gesti crudeli e disumani ma, alle volte, addirittura si prende gioco delle povere vittime cadute nelle mani sbagliate, beffandosi della loro sofferenza.

Un messaggio che è nato per essere un emblema di solidarietà e di vicinanza tra gli uomini è stato usato in maniera meschina e provocatoria per liberarsi “gratuitamente” e senza sforzo di un qualcosa.

Così come ci si libera di un oggetto usato o rotto, di qualcosa che non funziona o non ci occorre più, qualcuno si è liberato di un cane, offrendolo al primo passante senza alcun impegno.

E “ironicamente” per trasmettere questo messaggio, il cane è stato posizionato all’interno di una gabbia, lasciato in un vicolo, sprovvisto di cibo e acqua, con un cartello che riportava: “FREE DOG”.

Oltre al maltrattamento la beffa: cane rinchiuso in una gabbia con il cartello “Free dog”

cagnolino abbandonato free dog
Bruno, il cane chiuso in una gabbia con un cartello “Free dog” (Foto Facebook)

Un messaggio di scherno quello che accompagnava il cucciolo, visto che il povero quattro zampe non poteva in alcun modo essere free.
Il cane non poteva uscire dalla gabbia che lo teneva rinchiuso.

Inoltre senza cibo né acqua, il Fido era destinato a non avere vita lunga. Non era libero di andarsene, non era libero di vivere, non era libero di scegliere dove e con chi stare.

Questa triste vicenda è accaduta pochi giorni fa. Di preciso, il 21 marzo, la Erin Regan Animal Sanctuary, un’organizzazione di soccorso animali, ha recuperato il cane e riportato l’accaduto sul proprio profilo social:

“Era seduto così nel vialetto di qualcuno… In una gabbia arrugginita con un cartello “Free Dog” come se fosse un vecchio mobile inutile che nessuno voleva. Senza cibo. Senza acqua.”

Potrebbe interessarti anche: Donna non fa curare il cane col femore rotto, viene denunciata

Fortunatamente ora il cucciolo è salvo. Al Fido di appena dieci mesi è stato dato il nome di Bruno. Nonostante l’abbandono, il cagnolino si mostra dolce e affabile nei confronti delle persone, anche se di primo acchito un po’ timido. Il quattro zampe passeggia tranquillamente al guinzaglio, dimostrazione del fatto che aveva dei proprietari e che è stato addestrato.

Potrebbe interessarti anche: Famiglia va al parco divertimenti, lascia il cane chiuso in auto – VIDEO

Il cucciolo è stato condotto da un veterinario per una visita di controllo. Bruno era ricoperto di pulci e soffriva di un’infezione ad entrambe le orecchie. Il cane è stato vaccinato e curato.

La donna che lo ha notato e ha allertato l’associazione si è proposta di accudire il Fido per il tempo necessario a trovargli una nuova famiglia.

L’organizzazione, sebbene stia facendo il possibile per trovare una casa al tenero cagnolino, ha precisato che il cucciolo non verrà assegnato al primo che si propone di adottarlo, ma verranno attentamente valutate tutte le richieste per trovare l’ambiente familiare più idoneo a lui.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

M. L.