Home News Il cane Moka è tornato casa: fondamentale la catena social

Il cane Moka è tornato casa: fondamentale la catena social

Il cane Moka scomparso da una settimana torna a casa grazie una catena social a dir poco impressionante. Commosse le proprietarie.

Cane Moka Torino Ritrovato
Il cane Moka disteso sul parquet di casa (Fonte Facebook)

Un nostro piccolo, ma allo stesso tempo grande contributo, può, nella vita di tutti i giorni, risultare fondamentale. Non ci rendiamo conto che, per cambiare il mondo, basta veramente poco. O meglio: poco no, ma un solo nostro gesto, che inizi a formare una lunga catena umana.

Una catena è il giusto termine per identificare quelle persone che, attraverso la Rete e non, si uniscono per apportare un aiuto a chi è in seria difficoltà. Per tanti fattori. Uno su tutti: aiutare i nostri amici a quattro zampe a tornare a casa in caso di smarrimento o di fuga per paura di una situazione.

Ed è quello che è successo a Torino nelle scorse ore. Una storia nella storia. Il protagonista indiscusso è il cane Moka, che viene prelevato da un canile della Calabria e fatto arrivare, tra gioia e commozione, nel capoluogo piemontese. Ma dopo pochi giorni accade l’imprevisto che tiene tutti col fiato in gola. A questo punto, però, si attiva una vera catena, umana e virtuale, e le cose sembrano poter davvero cambiare.

Una catena social per riportare il cane Moka a casa: ritrovato in un posto del “destino”

Cane Moka Torino Ritrovato
Il cane Moka immortalato in uno scatto dopo il ritrovamento (Fonte Facebook)

Ad adottarlo due sorelle: Beatrice e Margherita. Le quali, dopo aver visto un annuncio proprio sui social, decidono di adottare il cane Moka da un canile della Calabria, una regione ancora pregna di cani randagi e di volontari che si danno da fare, giorno e notte, per portarli nei rifugi e poi cercare di farli adottare.

LEGGI ANCHE >>> USA, il cane senza naso ritrovato dopo un anno: la storia di Kamala-VIDEO

Il cucciolo arriva sano e salvo in quel di Torino, in una casa accogliente e piena d’amore. Ma appena mette il muso fuori casa, il laccio del guinzaglio cade a terra. Lui sente il rumore, forse traumatizzato da eventi passati, e scappa. Una delle due sorelle prova a raggiungerlo ma è troppo tardi. Siamo al 5 di febbraio.

Da quel giorno Beatrice, che dichiara non essere una vera amante dei social, decide di provare a mettere un post sui social. È l’inizio di una vera e propria catena umana, quella che si forma a Torino e che raggiunge più di 6mila condivisioni in pochi giorni. Alla fine il cane Moka, grazie a questa collaborazione, viene ritrovato.

LEGGI ANCHE >>> Cane scappa di casa per i botti di Capodanno: ritrovato dopo giorni

Ma il posto in cui viene “pescato” è un segno del destino: lo ritrova la cuoca del liceo dove ha passato la sua adolescenza Beatrice. Ha percorso tantissimi chilometri, e poi si è fermato lì dentro. Ora il cane è tornato a casa. Appena ha visto il volto delle due sorelle è impazzito di gioia, per poi addormentarsi, in macchina, sulle gambe amiche. Per lui può iniziare la sua nuova vita. Questa volta con uno spauracchio in meno.

Davide Garritano