Home News Cane salva il suo padrone paralizzato nella neve tenendolo al caldo per...

Cane salva il suo padrone paralizzato nella neve tenendolo al caldo per 20 ore

CONDIVIDI

Un uomo del Michigan settentrionale è rimasto paralizzato nella neve per più di 20 ore, a salvarlo il suo Golden Retriever.

cane aiuta contro depressione
Golden retriever

Michigan, notte di San Silvestro un uomo verso le 22,30 uscì in giardino in pantofole e pigiama per rifocillare il fuoco con un ciocco di legna, quando scivolò rovinosamente sul ghiaccio  sbattendo violentemente schiena e collo.

potrebbe interessarti anche—>Golden Retriever cieco trova amico per vedere il mondo

L’uomo era paralizzato e non riusciva a muovere un muscolo, le sue grida di aiuto non vennero udite da nessuno tranne che da Kelsey, il suo Golden Retriever.

Il cane vedendo l’uomo sdraiato in terra in mezzo alla neve si catapultò su di lui abbaiando violentemente per farsi udire da qualcuno ma sfortunatamente come dichiarato dall’uomo al CBS News la casa più vicina distava circa  500 metri.

“Stavo urlando per chiedere aiuto, ma il mio vicino più vicino è a circa un quarto di miglio ed erano le 22.30, ma il mio Kelsey è arrivato”

Il cane infatti, visto l’uomo inerme in terra, si sdraiò su di lui per tenerlo al caldo impedendo cosi la precoce ipotermia, leccando il viso e le mani dell’uomo per tenerlo sveglio.

“Ha continuato ad abbaiare per chiedere aiuto, ma non ha mai lasciato “, ha dichiarato l’uomo. “Mi ha tenuto al caldo e all’erta”.

“Al mattino la mia voce era sparita e non potevo urlare aiuto, ma Kelsey non smise di abbaiare.”

L’uomo aveva perso conoscenza ma grazie a Kelsey venne trovato il giorno seguente verso le 18.30 dal vicino che chiamò immediatamente il 911.

La temperatura dell’uomo era scesa sotto i 21 gradi, quando arrivò al dipartimento di emergenza della McLaren nel Michigan settentrionale a Petoskey,secondo quanto riferito dall’ospedale a CBS News.

Arrivato all’ospedale l’uomo di nome Bob fu sottoposto immediatamente  dal neurochirurgo all’intervento di decompressione spinale, fortunatamente l’intervento riuscì perfettamente.

Bob insieme ai suoi Eroi

A distanza di quasi 5 mesi l’uomo si è finalmente ripreso e si è alzato dal letto con il deambulatore, anche se lo aspetta ancora una lunga riabilitazione, l’uomo è grato e sa che deve tutta la sua vita al suo Golden Retrieve, Kelsey, che l’ha salvato riscaldandolo con il proprio corpo e continuando ad abbaiare fino all’arrivo dei soccorsi.

Bob ha infatti dichiarato “Sono così grato per i miei due eroi, Kelsey mi ha tenuto al caldo, all’erta e non ha mai smesso di abbaiare per chiedere aiuto. Il dottor Colen mi ha salvato la vita e l’abilità di muoverti. Sono veramente degli eroi e sarò eternamente grato “.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>Cucciolo di Golden Retriever scappato di casa suona campanello per rientrare

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.