Home News Fuochi d’artificio: il cuore della coniglietta Jenny si è fermato per sempre

Fuochi d’artificio: il cuore della coniglietta Jenny si è fermato per sempre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:36
CONDIVIDI

Coniglietta deceduta, il suo cuore non ha resistito al rumore dello scoppio dei petardi. Era disabile e tanto impaurita dalla pericolosa usanza

Coniglio pauroso (Foto Pixabay)
Coniglio pauroso (Foto Pixabay

La lotta contro i botti di capodanno continua. Nonostante i tanti appelli, le alternative proposte, purtroppo, il prezzo da pagare è ancora alto. Una coniglietta è deceduta, proprio a causa dei fuochi d’artificio nel giorno di Natale. Il suo nome era Jenny ed era una coniglietta disabile. Il suo problema di salute ha impedito al suo cuore di reggere, non ha retto alla paura e all’ansia, lasciando un vuoto nella vita dei suoi padroni.

Coniglietta deceduta, il no ai botti che resta inascoltato 

La dolcezza del coniglio (Foto Pixabay)
La dolcezza del coniglio (Foto Pixabay)

Non è la prima a pagare le conseguenze dell’insano gesto. Sono molti gli animali che hanno perso la vita in tali circostanze. Ad alcuni, per fortuna, è andata meglio ma il timore che potevano essere coinvolti in qualcosa di grave, rimane ancora una ferita aperta.

L’esempio proviene da un cane, nel padovano. Per i botti è fuggito ed è finito nelle acque del fiume Bacchiglione. La difficoltà di uscirne vivo, ha condotto le persone lì presenti alla necessità di chiamare i Vigili del Fuoco che lo hanno tratto in salvo. Una vicenda, dal lieto fine, che avrebbe potuto avere delle conseguenze devastanti.

Ciò che fa più male è l’insensibilità con la quale viene affrontato l’argomento perché la pericolosità di simili attività, è rimasta inascoltata. Nonostante, fossero state diffuse delle alternative per proteggere gli animali ed evitare così l’utilizzo dei petardi.

Coniglietta deceduta, le alternative ai petardi ignorate da sempre 

Coniglio in allerta (Foto Pixabay)
Coniglio in allerta (Foto Pixabay)

Le opzioni suggerite sono semplici e mai banali. Basta evitare lo svolgimento di feste con giochi di luce, video proiezioni, o spettacoli di strada e prestare ascolto ad alcune semplici regole per mettere al sicuro i nostri amici pelosi.

Tra di esse, quella fondamentale è non lasciarli da soli e all’aperto, in modo da non fargli avvertire molto timore al momento del rumore dello scoppio. Bisogna custodirli in luoghi conosciuti, sereni e non tenerli legati alla catena perché la probabile agitazione potrebbe avere dei forti contraccolpi sulla loro salute fisica.

Queste regole sono di assoluta importanza per la salute di tutti gli animali. Proteggiamo i nostri amici a quattro zampe, è un nostro dovere e un loro diritto. Festeggiamo la fine dell’anno, pensando anche alle creature indifese e fragili, ci ringrazieranno quotidianamente.

Potrebbero interessarti anche i seguenti argomenti: 

B.F.

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizieSEGUICI QUI