Home News Altro cucciolo abbandonato, il colpevole lega il cane al pontile – VIDEO

Altro cucciolo abbandonato, il colpevole lega il cane al pontile – VIDEO

Ore interminabili per il cucciolo di cane legato e abbandonato nei pressi di un pontile nel sud della penisola.

cucciolo cane abbandonato pontile
Cucciolo abbandonato al mare (YouTube – Quotidiano di Gela /telegela 647)

La drammatica scoperta di un cucciolo di cane legato alla rete di contenimento di un pontile, nel sud Italia, ha fatto sì che l’allarme riguardante l’aumento di casi di abbandono – nella penisola – risuonasse ancora più forte. Il piccolo esemplare, un incrocio tra un Beagle e un Border Collie, è stato ritrovato, tre giorni fa – lo scorso 11 agosto – nei pressi di Gela, in Sicilia.

Altro cucciolo abbandonato, il colpevole lega il cane al pontile – VIDEO

cucciolo cane abbandonato pontile
Cucciolo ritrovato al pontile (YouTube – Quotidiano di Gela /telegela 647)

Il cagnolino, essendo impossibilitato ad allontanarsi dal luogo in cui era stato abbandonato, è stato notato in mattinata da alcuni stagionali frequentatori della località provenienti dalla città di Napoli. I due ragazzi hanno di conseguenza provveduto a segnalare la presenza dell’esemplare, il quale è stato infine prontamente soccorso dai volontari di un’associazione animalista attiva in quella zona dell’Isola.

Potrebbe interessarti anche >>> L’insolito cartello che avverte che il cane non è morto colpisce i passanti 

Nonostante uno stato di manifesto timore, dovuto alla notte trascorsa interamente in solitudine nella parte bassa del pontile – e senza alimenti di sostentamento – il cucciolo ha dimostrato, ai suoi soccorritori di “Vita Randagia“, di essere in buone condizioni di salute.

La proprietaria, invece, è stata rintracciata dalle autorità soltanto successivamente. La sua identità è stata associata al cucciolo abbandonato tramite i social network, grazie a un post che avrebbe documentato le sue intenzioni di affidare a terzi l’esemplare a causa di alcuni impegni sul lavoro.

Le autorità non sarebbero potute intervenire in maniera diretta poiché sul cucciolo – in seguito a una prima visita di controllo – non sarebbe stata registrata la presenza di alcun microchip che potesse attestare quale fosse la sua originaria provenienza.

Potrebbe interessarti anche >>> Cane abbandonato nel Salento: legato al guard rail con cibo e acqua 

La donna responsabile dell’adorabile quattro zampe – alla quale è stato infine riconsegnato – avrebbe negato categoricamente di essersi voluta disfare del proprio esemplare. Ma di averlo smarrito in precedenza e che una terza persona avrebbe scelto più tardi – una volta imbattutasi in lui – di legare il cagnolino alla rete del pontile. La proprietaria è stata ad ogni modo soggetta ad una contravvenzione per non aver provveduto alla registrazione del suo cagnolino lasciandolo privo di microchip e sfavorendo, già in prima battuta, un possibile esito positivo delle indagini condotte dai Vigili.