Due anni di tribolazione e sofferenza poi finalmente la svolta “Siamo di nuovo insieme”

Foto dell'autore

By Elisabetta Guglielmi

News

Dopo due anni di sofferenza, una donna ha ritrovato il suo cane smarrito: l’abbraccio tra l’umana e il quattro zampe ha commosso migliaia di persone.

Due anni di tribolazione e sofferenza poi finalmente la svolta "Siamo di nuovo insieme"
Due anni di tribolazione e sofferenza poi finalmente la svolta “Siamo di nuovo insieme” (Screenshot foto Facebook – Fort Wayne Animal Care & Control – amoreaquattrozampe.it)

«Siamo di nuovo insieme». Così ripete tra le lacrime e con la voce soffocata dall’emozione Samantha mentre abbraccia il suo Loki. A raccontare la storia di Samantha, una donna statunitense che ha ritrovato il cane Loki due anni dopo averlo smarrito, è il rifugio per animali che ha reso possibile il lieto ricongiungimento. Le immagini che mostrano la gioia dell’umana nel rivedere il quattro zampe, dopo due anni di sofferenza, hanno commosso milioni di persone.

L’abbraccio tra la donna e il cane dopo due anni: le immagini commuovono gli utenti del web

Le foto e il video che testimoniano il ritrovamento del cane da parte della donna sono state diffuse sui canali social del rifugio per animali Fort Wayne Animal Care & Control. Sul profilo Facebook e sul profilo Instagram (all’account social @fw animal control FW Animal Care & Control) sono infatti state condivise le immagini e il post che ha commosso migliaia di utenti del web.

Loki abbraccia l'umana dopo due anni di sofferenze
Loki abbraccia l’umana dopo due anni dall’ultimo giorno che l’ha vista (Screenshot video Instagram -fw animal control FW Animal Care & Control – amoreaquattrozampe.it)

Come si legge nel messaggio condiviso su Facebook, due anni fa Samantha era dovuta partire per lavoro, lasciando Loki, un esemplare di razza Pit Bull, insieme a un amico. Mentre la proprietaria si trovava fuori città, il cane è sfuggito al controllo del pet mate facendo perdere le sue tracce. Non appena è stata informata dell’accaduto, la donna ha iniziato a cercare il quattro zampe ma invano. Smarrire un cane, purtroppo, è abbastanza frequente; accettare però la perdita di un animale domestico è impossibile per chiunque. Per due lunghi anni Samantha ha continuato a chiedere informazioni sul suo quattro zampe, nella speranza che qualcuno lo avesse trovato.

Se vuoi saperne di più, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> Bambina ritrova per strada il suo cane scomparso: il loro abbraccio commuove il web

cane abbraccia l'umana dopo due anni di sofferenze
Samantha e il suo Pit Bull Loki si ritrovano dopo due anni (Screenshot video Instagram -fwanimalcontrol FW Animal Care & Control – amoreaquattrozampe.it)

Smarrire un animale domestico è infatti qualcosa di veramente doloroso; non sapere che fine abbia fatto il proprio cane o gatto, non sapere se è ancora vivo e se tornerà mai è motivo di grande preoccupazione, tristezza e angoscia. Così è stato per Samantha fino a pochi giorni fa, quando ha ricevuto una telefonata del tutto inattesa. Il rifugio per animali Fort Wayne Animal Care & Control (FWACC) aveva trovato Loki. Lo staff del rifugio ha raccontato che il cane era appena stato portato presso la struttura. Non appena il cucciolo è arrivato, il personale ha provveduto a verificare la presenza del microchip. «È come musica per le nostre orecchie quando sentiamo il nostro scanner microchip suonare», raccontano su Facebook i volontari del rifugio.

Se vuoi saperne di più, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> Dall’Inghilterra all’Australia, dopo sei anni la gatta Tallulah riabbraccerà la sua famiglia umana

Delaney Atkinson, il volontario della struttura che ha contattato telefonicamente Samantha, ha raccontato che la donna: «Era incredibilmente emozionata. Non poteva credere che dopo così tanto tempo avrebbe rivisto il suo cane. Quello stesso giorno, è venuta da noi per riunirsi a Loki». Quando lo staff lo ha portato fuori, Loky era visibilmente spaventato. Non appena ha visto Samantha, però, ha iniziato a scodinzolare e le è corso incontro. La gioia del cane era incontenibile, come incontenibile è stata la commozione della donna che nell’abbracciare il quattro zampe è scoppiata in lacrime.

Se vuoi saperne di più, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> «Non rischiare di perdere un amico»: al via la campagna per il controllo dei microchip

Lo staff del rifugio ha ricordato l’importanza svolta dai microchip nel ritrovamento di cani e di gatti smarriti. Microchippare gli animali domestici non solo disincentiva l’abbandono, ma permette anche che ritrovamenti come quello di Samantha e Loki siano possibili. (di Elisabetta Guglielmi)

Gestione cookie