Home News Due cuccioli condannati a vivere nel canile: un’esistenza complicata

Due cuccioli condannati a vivere nel canile: un’esistenza complicata

Due cuccioli condannati a vivere nel canile. Un’esistenza travagliata fatta di preghiere e speranze vane che ancora non si sono concretizzate

Due cani in cerca di adozione (Foto associazione)
Due cani in cerca di adozione (Foto associazione)

Non hanno mai conosciuto l’amore di una famiglia e delle persone care, eppure sono dolcissimi e basterebbe così poco per renderli felici. La loro bellezza cattura l’attenzione al primo sguardo ma nessuno ha voluto leggere i loro occhi, malinconici, desiderosi di gioia e di spensieratezza. Fin da piccoli hanno visto solo le sbarre di un canile e non hanno potuto dedicarsi a ciò che avrebbero voluto davvero. La loro storia è commovente e vale la pena ascoltarla.

Potrebbe interessarti anche: Cuccioli di cane salvati in autostrada, ora in attesa di adozione

Due cuccioli condannati a vivere nel canile, un’esistenza avvolta nel buio 

leyla in primo piano (Foto associazione)
leyla in primo piano (Foto associazione)

Condannati fin da piccoli a vivere una vita che nessun animale merita di avere. Rinchiusi in una gabbia, circondati dalla voce di altri cani che come loro in silenzio, urlano la libertà. Una libertà che fa rima con giochi, affetti, famiglia. Valori semplici che per entrambi si sono rivelati difficili e quasi impossibili da ottenere. I protagonisti di questa triste storia, che speriamo abbia un finale diverso, si chiamano Brando e Leyla. Il primo è un mix segugio di quattro anni mentre la seconda un mix collie di tre anni. Caratterialmente sono l’uno l’opposto dell’altro ma la loro diversità è la loro più grande ricchezza. Brando è più socievole, estroverso, a differenza di Leyla, che è molto più timida e riservata.  I due sono stati lasciati insieme in un canile in provincia di Avellino e lì hanno trascorso molti anni in attesa di una mano amica e di un viso gentile. Nessuno ha mai mostrato interesse per loro.

Potrebbe interessarti anche:Il cane Micky in cerca di adozione: vuole solo ricevere amore

Nonostante la loro bellezza e il loro carattere così mansueto e socievole. Tanti anni passati a desiderare di essere circondati dall’amore, quello vero, che tutti sognano. Un desiderio profondo che entrambi non riuscivano a concretizzare ma che sentivano di dover realizzare al più presto. Le loro preghiere per un attimo sono state esaudite perché una signora, volontaria dell’associazione “Io cane di strada” è stata catturata dalla loro immensa tenerezza e non ha resistito a portarli fuori di lì. Il suo obiettivo è quello di far trovare una solida accoglienza ad entrambi, visibilmente provati, nel corpo e nell’anima per tutto quello che hanno dovuto affrontare. Oltre al fatto di non riuscire a trovare una famiglia, l’aspetto più brutto di tutti riguarda il problema della fame che ambedue i quattro zampe hanno sofferto terribilmente. Trovandosi nel canile da piccolissimi si sono ritrovati a dover affrontare qualcosa di terribile, contro la quale non hanno saputo reagire e trovare soluzioni.

Il momento del pranzo o della cena è amato da tutti gli animali, ad eccezione di Leyla che si ritrovava coinvolta in un problema insuperabile. I cani più grandi non la lasciavano avvicinarsi al cibo e lo tenevano tutto per sé. La cagnolina non riusciva a prendere quasi nulla e questa condizione l’aveva fatta diventare magrissima come se fosse uno scheletro. L’unico che la aiutava era Brando che infilava il muso nella rete fino a non togliersi più da lì. Il cane ha cercato in tutti i modi possibili di aiutare la pelosetta, per darle un pò di quel cibo che non è mai riuscita ad ottenere. Per riuscirci, si riempiva la bocca con tutto il cibo che era capace di guadagnare, lasciando cadere delle crocchette per Leyla. Questo era il suo modo per non lasciarla digiuna e offrirle il suo supporto.

Un gesto di profondo amore e generosità che fa riflettere su tutto quello che sono in grado di fare i nostri amici animali. Si cerca un’adozione per tutti e due perché sarebbe impossibile dividerli. Il loro dolore sarebbe enorme e non ce la farebbero a vivere serenamente, l’uno senza l’altro. Ci uniamo alla speranza dei volontari di una rapida adozione per ambedue i pelosetti.

Come è scritto nella didascalia del post social, chiunque fosse interessato può rivolgersi ai seguenti contatti: “CHIAMATE AL 3921491699 o scrivete un whatsapp. Grazie di vero cuore.”

Dopo tanto dolore meritano tutta la felicità del mondo.

Aiutiamoli!