Home News Un gattino precipita e resta incastrato in un muro di cinta

Un gattino precipita e resta incastrato in un muro di cinta

Un gattino cade e resta incartato tra un muro di cinta e un box, ore di terrore e pericolo.

Gattino muro
Muro (Pixabay)

È successo ieri, un gattino è precipitato da un’altezza di circa tre metri ed è rimasto incastrato tra un box e una recinzione in cemento armato. Il fatto è successo a Cuggiono in piazza della Vittoria.

Il piccolo oltre a un bello spavento, ha passato ore di terrore rimanendo incastrato per ore sul fondo dello spazio tra i due muri. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco.

Ore di panico per un gattino che è precipitato da 3 metri di altezza ed è rimasto incastrato in un muro di cinta

Gattino incastrato
Gattino nel muro (Pixabay)

I vigili del fuoco si sono precipitati sul luogo per mettere in salvo il gattino che era disperato, infatti è stato per via del suo insistente miagolio che i proprietari sono stati allarmati. Una volta arrivati i soccorsi, non è stato semplice per gli agenti individuare da dove venisse precisamente il suono del gattino che piangeva.

Potrebbe interessarti anche >>> Clodoveo salva un gattino: il gesto del cane ha commosso il web – VIDEO

Successivamente infatti i vigili del fuoco si sono muniti di una termocamera che gli ha permesso di localizzare il micio con facilità. A quel punto i vigili hanno iniziato a scavare con un martello a batteria che gli ha permesso di forare il muro in poco tempo, tuttavia ci sono volute ore di lavoro per mettere in salvo il micio che era davvero terrorizzato.

Potrebbe interessarti anche >>> Gattino recuperato dal marciapiede: grande come il palmo di una mano

Tuttavia l’animaletto aveva solo tanta paura, quando si è ricongiunto con i suoi padroni, infatti hanno potuto accertare che era praticamente illeso, è per questo che sono stati ancora più contenti. Anche i vigili sono stati orgogliosi di aver fatto un buon lavoro. Nonostante fosse domenica, gli agenti hanno lavorato senza sosta, dato anche il periodo di alte temperature, siccità e gravi incendi. Solo nella giornata di ieri si sono dovuti occupare di ben undici interventi  che riguardavano incendi di sterpaglie, soprattutto nelle zone di Arconate, Dairago, Inveruno, Legnano e Parabiago. (Noemi Aloisi)