Home News Giocava a tiro al bersaglio con il gatto condannato a 6...

Giocava a tiro al bersaglio con il gatto condannato a 6 mesi di reclusione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:40
CONDIVIDI

3 ragazzi stavano giocando con una carabina ad aria compressa quando uno di loro si è fatto prendere la mano e ha sparato al gatto dei vicini ferendolo a morte.

Gatto

All’epoca dei fatti i ragazzi avevano solo 18 anni il fatto risale al 12 settembre 2012 i ragazzi erano annoiati e nell’armadio del padre di uno dei 3 hanno trovato una pistola ad aria compressa con il quale si sono dilettati  a sparare ad alcuni barattoli di vernice.

“Ho visto qualcosa che saltava. Non ci ho pensato e ho sparato”queste le parole proferite davanti al giudice che se pur sincere non sono servite al ragazzo a scampare alla condanna di 6 mesi di reclusione e al risarcimento di 5000€ per i proprietari del gatto.

E stato infatti applicato per il ragazzo ormai 24enne l’articolo 544 bis del codice penale: “Chiunque, per crudeltà o senza necessità , cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è punito con la reclusione da tre mesi a diciotto mesi o con la multa da 5.000 a 30.000 euro.

potrebbe interessarti anche—>Sparano al gatto con colpi di arma da fuoco ad aria compressa

Gatto

Una coppia di Lucca al rientro nella propria abitazione aveva cercato ovunque il gatto  trovandolo poi dopo svariate ricerche sotto un’automobile già morto.

La coppia pensando che il felino fosse stato avvelenato si recò da un veterinario per eseguire l’autopsia per scoprire le cause della mote.

Con grande sorpresa scoprirono che il gatto era morto per una ferita di arma da fuoco, il proiettile se pur sferico aveva infatti perforato lo stomaco della povera creatura causandone la morte quasi immediata.

La coppia tornando dal veterinario  con numerosi dubbi su chi avesse potuto commettere un atto cosi vile si accorse dei 3 ragazzi che nel giardino della casa vicino stavano ancora sparando con la pistola ai barattoli.

Collegando l’accaduto si recarono immediatamente presso il comando dei carabinieri a sporgere denuncia.

Carabinieri

La tragedia viene subito confessata dai ragazzi che raccontano come presi dalla noia del pomeriggio e trovata la pistola abbiano iniziato a sparare e di come uno di loro intravisto qualcosa che saltava abbia sparato senza pensare.

potrebbe interessarti anche—>Sparano al gatto di 8 mesi: padrona disperata in lacrime

Il gatto probabilmente impaurito dagli spari stava cercando di scappare ma il colpo l’ha raggiunto prima che potesse essere al sicuro, i ragazzi hanno poi raccontato di come abbiano nascosto il povero felino malcapitato sotto l’auto.

Nonostante si trattasse di un gioco da incoscienti finito malamente il pubblico ministero aveva contestato anche il reato di esplosioni pericolose e porto abusivo d’armi, Il giudice Gerardo Boragine ha applicato  l’articolo 544 bis del codice penale condannando il ragazzo a scontare 6 mesi di reclusione e al pagamento di un risarcimento danni per i proprietari del gatto pari a 5000€.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>Poliziotto spara e uccide un cane che cercava di proteggere il padrone

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.