Home News Hamilton sceglie dieta vegana per il suo cane Roscoe

Hamilton sceglie dieta vegana per il suo cane Roscoe

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:46
CONDIVIDI

Hamilton sceglia la dieta vegana per il suo cane Roscoe. Il pilota della formula 1, sempre più coerente nella sua scelta animalista

hamilton vegana cane
Roscoe @instagram/Lewsia Hamilton

Lewis Hamlton, campione di Formula 1, è un grande amante degli animali tanto da aver scelto la dieta vegana. Appassionato della razza bulldog inglese, Hamilton ha da poco pianto la morte della sua bulldog Coco deceduta tra le braccia del pilota. Hamilton ha condiviso diverse foto e immagini dedicate a Coconut scrivendo “she was the best” (era la migliore) con l’hashtag #myheart (cuore mio).

A distanza di quasi un mese dalla perdita di Coco, Hamilton sta cercando di consolarsi con l’altro suo bulldog di nome Roscoe che ha preso nel 2013. Una vita in simbiosi con il suo bulldog che lo ha accompagnato ovunque anche sulle piste dei circuiti internazionali.

L’amore per gli animali è una scelta di vita coerente per il pilota che si è dichiarato vegano. Arrivando addirittura a portare il suo cane Roscoe a una dieta vegana.

E’ lo stesso pluricampione ad averlo annunciato in una story su instagram.

“Ora Roscoe è totalmente vegano e da quando è diventato vegano, il suo pelo è molto più soffice, le sue zampe gonfie sono guarite, non sta più zoppicando a causa dei dolori dell’artrite e respira meglio. Sono super contento del risultato e lo è anche lui”.

Una svolta che non mette concordi tutti gli esperti. Infatti, sono in molti a criticare la scelta vegana per specie carnivore come i cani.

Tuttavia, quello che non viene sempre ricordato è come l’alimentazione vegana si sia evoluta tanto da riprodurre proteine in maniera artificiale. Per andare incontro alle esigenze e all’etica dei proprietari di animali che hanno scelto la dieta vegana, si sono sviluppate negli ultimi anni, molte linea di pet food (alimenti per animali) a base vegana.

Una scelta coerente da parte di chi è contrario a un sistema di sfruttamento e di violenza sugli animali nella catena alimentare. Oggigiorno, è possibile scegliere e anche per quanto riguarda i costi. Inizialmente i prodotti vegani sia per gli umani che per gli animali erano proibitivi. Adesso, di fronte a una richiesta sempre più crescente, la stessa offerta sta diventando concorrenziale nei prezzi.

Ti potrebbe interessare–> Lewis Hamilton dice no alla carne “gli animali devono stare meglio “

Dieta vegana per cani e gatti

La dolce Coco

Sul tema della dieta vegana, gli esperti sono divisi anche se ricordano come l’alimentazione del cane deve essere equilibrata e necessita di specifici nutrienti che non siano solo derivati dalla carne. Dagli aminoacidi alle vitamine, minerali e grassi. Ridurre l’alimentazione del cane a una sola dieta vegetale sarebbe sbagliato. Tuttavia, i prodotti vegani per animali hanno introdotto queste necessità e forniscono una dieta variegata negli alimenti integrando ingredienti specifici non solo proteici o vegetali.

In un’intervista a greenme, il medico veterinario specializzato nella nutrizione dei cani e gatti, Barbara Tonini ha confermato che “è possibile somministrare una dieta vegetariana o addirittura vegana ai cani, ma adeguatamente bilanciata e integrata, in modo che possa soddisfare i fabbisogni nutrizionali dei nostri quattrozampe. Ma ciò sempre e solo in animali adulti e in perfetto stato di salute, dato che cuccioli e cani anziani necessitano di una gestione nutrizionale più rigida causata dalla minore adattabilità dell’organismo a eccessi o carenze di determinati nutrienti”.

La Tonini ha poi tenuto a precisare che questa dieta è più difficile da bilanciare nei gatti: “Il gatto è un carnivoro in senso stretto che utilizza le proteine anche a scopi energetici e, quando vengono somministrate diete a ridotto contenuto proteico o di basso valore biologico, non riesce a risparmiare la limitata disponibilità di aminoacidi essenziali per la sintesi proteica”.

La dieta vegana è una scelta etica e morale che si ripercuote sulla salute dell’animale. Laddove il proprietario di un animale decide d’intraprendere questo percorso e di somministrare questa dieta al proprio animale domestico, è fondamentale verificare nei prodotti gli apporti specifici correlati al fabbisogno quotidiano dell’animale. Meglio rivolgersi o chiedere il parere di un esperto nutrizionista per cani e gatti che saprà sicuramente indicare in base alle necessità dell’animale la dieta vegana più adatta. Inoltre, è da considerare anche lo stato di salute del cane: se ha patologie specifiche o intolleranze alimentari di vario tipo. Un’alimentazione sbagliata potrebbe danneggiarlo.

La dedica a Coco su instagram:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

She was the best…#coconut #myheart #restinpeace

Un post condiviso da Lewis Hamilton (@lewishamilton) in data:

C.D.