Home News Angeli dei 4 Zampe La lettera della volontaria a chi ha abbandonato il cane: “Non lo...

La lettera della volontaria a chi ha abbandonato il cane: “Non lo meriti”

CONDIVIDI

 

Mentre in Italia la cronaca si riempie purtroppo di sconcertanti storie di abbandono di cani, un’incredibile vicenda con un lieto fine arriva dagli Usa, precisamente dalla California, dove una volontaria estremamente sensibile ha deciso di sfruttare Facebook per rivolgersi al proprietario di un cane, che lo aveva abbandonato.

L’animale, raccontano le cronache, non si è arreso e non ha perso la speranza: per un’intera settimana ha aspettato il ritorno del suo proprietario. Non si è mosso, né ha bevuto e ha mangiato, finché non è arrivata una segnalazione al Kings Spca Rescue di una persona che lo aveva visto fermo sullo stesso punto più volte. Si è così mobilitata una volontaria, la quale ha ritrovato il cane in condizioni disperate.

A quel punto, la giovane volontaria ha deciso di armarsi di tastiera e Internet e di scrivere una lettera aperta a quell’uomo che ha abbandonato il suo amico a quattro zampe, ribattezzato Banjo. Oltre un milione di utenti hanno letto quelle parole, che iniziano così: “Proprietario, abbiamo ricevuto numerose mail che ci segnalavano un cane abbandonato lungo una strada. Stando ai messaggi, si trovava lì da giorni. Noi avevamo molto lavoro e non siamo andati subito, ma quando ci siamo riusciti lui era ancora lì che ti aspettava”.

“È stato un bravo cane e non si è mai allontanato dal posto dove ti aveva visto per l’ultima volta. Era sicuro che saresti tornato e non importava quanta fame o freddo avesse. Ti aspettava”, ha spiegato la volontaria, parlando del povero Banjo, quindi ha proseguito, evidenziando l’umanità di molte persone: “Alcuni gli hanno lasciato un po’ di cibo, ma lui non si è mosso. Lui è un cane splendido, tu sei stato un pessimo amico e non lo troverai più lì ad aspettarti”.

Continua la lettera: “Lo abbiamo portato via ma sono servite ore perché lui continuava ad aspettarti. Ha mangiato il cibo che gli abbiamo offerto ma non voleva venire via. Quando siamo riusciti a convincerlo, dopo molto tempo, ha pianto sempre e per tutto il tragitto si è voltato indietro per cercarti. Non meriti un cucciolo così e non meriti di avere altri cani. Lui troverà qualcuno che lo ama. Brooke”. La missiva non è rimasta senza risposta: nel giro di poche ore, infatti, Banjo ha trovato una nuova famiglia.