Home News Malata di cuore salvata in più occasioni dal suo cane Colt

Malata di cuore salvata in più occasioni dal suo cane Colt

CONDIVIDI

Giovane malata di cuore salvata in più occasioni dal suo cane Colt: l’incredibile vicenda della 23enne Janaye Kearns.

malata cuore
(Facebook)

Janaye Kearns ha quasi perso la vita se non fosse stato per il suo cane da servizio Colt e per gli sforzi dei soccorritori. Era fuori a fare una passeggiata quando Colt si accorse che stava male. L’amica di Colt e Janaye, Tami, l’ha aiutata a salvarle la vita conducendo la polizia nel parco. L’episodio risale al 2016, ma purtroppo Janaye, residente nel Colorado e 23enne, non ha mai avuto vita facile per una grave malformazione cardiaca, che la porta a perdere spesso conoscenza in maniera improvvisa. Per questo la presenza di Colt al suo fianco è davvero fondamentale.

Potrebbe anche interessarti –> Salva il proprietario in coma: Teddy diventa un cane da terapia

Gli interventi di Colt che hanno salvato la vita alla sua proprietaria

La proprietaria di Colt, un Weimaraner-English Labrador,  ha spiegato: “Sono fortunata ad averlo nella mia vita, senza di lui non sarebbe la stessa cosa, senza di lui, la mia non sarebbe vita”. L’animale è stato addestrato e per questo si rende conto di quanto sta avvenendo a Janaye circa 15 minuti prima. La giovane ha avuto 3 emorragie cerebrali in 5 anni e a causa di una di queste ha avuto danni permanenti, ma anche quando ha dovuto ricorrere alle cure ospedaliere Colt non le ha mai fatto mancare la sua vicinanza.

Janaye ricorda ancora la prima volta che tutto questo è accaduto. Stava camminando a Monument Valley Park con Colt quando l’ha avvertita. “Il mio cane di servizio mi ha avvisato che avrei avuto un attacco, così ho chiamato una mia amica, perché ho pensato che non sarei arrivata a casa in tempo”, ha raccontato la 23enne in un’intervista di qualche tempo fa. La giovane arrivata in soccorso ha spiegato: “Normalmente, Colt non abbaia quando Janaye ha gli attacchi, di solito si sdraia accanto a lei quindi sapevo a quel punto che qualcosa non andava”. Certo, non immaginavano che quell’attacco avrebbe potuto essere più grave degli altri. Anche quella crisi è stata superata e la ragazza può dire che senza il suo cane oggi non sarebbe viva.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI