Home News Multata per aver salvato un cane dalla strada: la vicenda

Multata per aver salvato un cane dalla strada: la vicenda

Una vacanza in Calabria ha avuto una svolta un po’ assurda dopo che una signora ha salvato un cane dalla strada è stata multata.

cane abbandonato in strada
Cane in strada (Pixabay)

A Taurianova, in provincia di Reggio Calabria, una vacanziera si è trovata in una situazione strana poiché è stata multata per aver salvato un cane dalla strada. Il tutto è accaduto mentre stava facendo le sue vacanze durante il mese di agosto e difronte ad un cucciolo in difficoltà, non ha esitato a prestargli soccorso. Il cane, infatti, stava vagando per il traffico in mezzo alle auto, rischiando la sua incolumità e quella degli altri automobilisti.

Turista multata per aver salvato un cane che vagava nel traffico

cane in strada
Cane in strada (Unsaplsh)

La buona samaritana si chiama Pamela, e tranne lei, nessun altro guidatore si è fermato per aiutare il povero animale in difficoltà. La turista si è quindi armata di pazienza e ha cercato il rifugio più vicino dove poter lasciare il cane in buone cure, con personale competente. Tuttavia il rifugio è risultato pieno, non avevano posto per il cane. Pamela allora ha portato il cane con sé nella sua casa vacanze e poi dal veterinario per controllare se fosse dotato di microchip.

Ti potrebbe interessare anche >>> Gatto visita ogni giorno la tomba del cane che l’aveva adottato

Sorpresa, il cane non aveva il microchip e a questo punto non ne rimaneva altro che rivolgersi ai carabinieri per controllare che non ci fosse una denuncia di scomparsa. Purtroppo un buco nell’acqua anche quello. Al ché, chiede di poter fare una dichiarazione, ma con sua sorpresa negano anche quello. A questo punto, Pamela ha continuato le sue ferie con il suo nuovo amico a quattro zampe che ha rinominato Rocco. Quando è stata l’ora di ritornare a casa, in Liguria, la vacanziera si è recata di nuovo dal veterinario per richiedere la documentazione necessaria per far viaggiare il cane. Il veterinario non ha potuto fargliela poiché non è residente in Calabria e quindi lei è partita comunque e una volta arrivata a casa, ha comunicato l’accaduto alla sezione randagismo locale.

Ti potrebbe interessare anche >>> Arrivano a lavoro e trovano una scatola piena di gatti abbandonati: cosa è successo dopo

La struttura con la quale si è messa in contatto le ha riferito che se si fosse recata presso l’ambulatorio per compilare i documenti necessari sarebbe stata anche multata di 51 euro per non essere in possesso dei documenti dell’animale. Per evitare la multa avrebbe dovuto contattare il comune di Taurianova, il quale è proprietario di qualsiasi animale che vaghi per le sue strade. Poi sarebbe stata la struttura a fare i controlli. Pamela ha deciso di tenere Rocco e amarlo e si è pagata la sua multa. Questa storia resterà una vicenda assurda nei suoi ricordi ma almeno ci ha guadagnato un amico peloso.