Home News I padroni muoiono, cane trascorre i giorni a piangere nel rifugio

I padroni muoiono, cane trascorre i giorni a piangere nel rifugio

In seguito alla dipartita dei suoi proprietari, un cagnolino si è ritrovato in un rifugio. Da quel giorno il cane non smette di piangere

cane piange rifugio morte padroni
Alfie, il cane portato in rifugio dopo la morte dei proprietari (Foto Facebook)

Una triste storia che, oltre a toccare il cuore delle persone, fa molto riflettere sul destino dei nostri amati amici a quattro zampe.

Cosa accade ad un cagnolino se il suo umano viene a mancare? Non sempre i familiari del proprietario defunto si fanno carico dell’animale domestico. E nel momento in cui nessuno si prende cura di loro, dove vanno a finire?

Vi raccontiamo la triste esperienza di Alfie, un Fido che non riesce a superare il dolore per la perdita dei suoi due padroni.
Alfie è un cane anziano che ha vissuto tutta la sua vita con i suoi amati umani e che si è ritrovato, da un giorno all’altro, ospite di un rifugio.

Dal primo momento in cui ha messo piede nella struttura, il cagnolino non ha trovato pace. Il cucciolone, visibilmente scosso e confuso, non si è ancora ambientato nella sua nuova sistemazione e di sicuro non ha avuto il modo e il tempo per elaborare il lutto.

Cane non smette di piangere, il disperato appello del rifugio

cane piange rifugio
Alfie, il cane portato in rifugio dopo la morte dei proprietari (Foto Facebook)

Alfie è un Whippet di 11 anni che fino a poco tempo fa viveva con i suoi padroni. Ma dopo la morte dei suoi umani, nessuno si è fatto avanti per occuparsi del cucciolo.
Così il quattro zampe è finito nell’unica struttura disposta ad accoglierlo: la Hull Animal Welfare Trust, un rifugio operante nel Regno Unito

Il Fido inconsolabile non ha permesso ai volontari di rincuorarlo. Disorientato dagli ultimi eventi e cambiamenti, avvenuti in modo troppo repentino per lui, il cagnolino non è riuscito a reagire e continua a trascorrere le sue giornate a piangere.

Lo staff del rifugio, nel disperato tentativo di aiutarlo, ha lanciato un appello sul proprio account Facebook alla ricerca di un nuovo proprietario, che consenta all’anziano Fido di trascorrere i suoi ultimi anni in una casa amorevole invece che nel box di un rifugio.

“Alfie ha bisogno di una casa tranquilla dove potrà sempre avere compagnia, tanto amore e un letto comodo. Non siamo sicuri che vivrebbe a suo agio con un altro cane, in quanto ha sempre vissuto come unico animale domestico.”

Potrebbe interessarti anche: Capone, il cane anziano che ha trovato casa dopo tre anni di attesa

La storia di Alfie ha raggiunto il cuore di molte persone, commosse dalla sua triste condizione e dal grande dolore che sta provando.

Molti utenti hanno espresso la loro vicinanza al povero Fido:
“Spero che questo adorabile vecchietto trovi una casa molto presto. Ho un cane di 15 anni, e il pensiero che finisca in un canile se dovesse succedermi qualcosa mi spezza il cuore.”

Il post ha ottenuto una risonanza inattesa dello stesso staff del rifugio, che si è ritrovato inondato di richieste di adozioni a favore del tenero Alfie.

Il personale ha così pubblicato un nuovo post, ringraziando le persone che si sono offerte di prendere in affido il dolce cucciolo. Il personale ha fermato le richieste per adottare Alfie e ha iniziato a passare in rassegna le varie proposte, per selezionare la casa perfetta per il cagnolino dal cuore infranto e permettergli di iniziare una nuova vita.

M. L.